Con una mossa un po’ a sorpresa, dopo averli osteggiati finora, Facebook ha deciso di permettere alle pagine di postare branded content, di fatto permettendo a personaggi molto in vista o a brand che hanno in essere partnership importanti, di dare visibilità ai propri partner nei post senza passare dagli ads, cosa che era obbligatoria fino ad oggi.

Dal blog di media.fb.com:

On Facebook, we define branded content as any post — including text, photos, videos, Instant Articles, links, 360 videos, and Live videos — that specifically mentions or features a third party product, brand, or sponsor. It is typically posted by media companies, celebrities, or other influencers.

Sostanzialmente le pagine verificate da oggi in poi potranno taggare altri marchi all’interno dei propri post con un tag apposito.

Inoltre le pagine taggate saranno notificate, avranno pieno accesso ai dati insight dei post e potranno facilmente condividere e
promuovere il post.

L’opzione sarà avviabile tramite la nuova icona:

Che permetterà di taggare il marchio:

Infine il post sarà visualizzato così nel feed:

Opzione utile?
Di certo in questo modo FB cerca di mettere ordine in una pratica che finora era stata utilizzata anche contro le stesse linee guida del Social Network.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla Newsletter ▸