Facebook introduce un tool per aiutarti negli ads e i cookie per il Pixel, Google chiude Google+

 

Le notizie della settimana di ambito Digital Marketing e Social Media Marketing, con notizie da Facebook, Instagram e Google.

Facebook introduce Creative Compass, per capire quanto è valido il tuo ads e i cookie per il Pixel

Facebook in settimana inoltre ha introdotto alcune novità interessante riguardo agli ads: in primo luogo è stato presentato Creative Compass, un tool in grado di capire quanto l’advertising che si sta costruendo sia in grado di arrivare al suo scopo.

weekly marketing recap 12 ottobre fb1

Come si vede dall’immagine, Creative Compass utilizzerà diversi parametri per individuare quanto la sponsorizzata avrà possibilità di raggiungere l’obiettivo posto, fra cui la comprensione del messaggio e altro.

In settimana Facebook ha anche iniziato ad avvisare gli amministratori della Pagine che ci sarà un cambiamento nel Pixel: verrà introdotto infatti un cookie proprio di Facebook, che permetterà un miglior tracciamento dell’utente, non dovendo più basarsi su cookie di terze parti che potevano essere disabilitati. Il cambiamento sarà effettivo dal prossimo 24 ottobre per tutti, ma se avete fretta potete optare fin da per i cookie di Facebook.

Google chiude Google+

A meno che non siate rimasti bloccati su una montagna senza alcun accesso ai fatti del mondo, non vi sarà sfuggita la notizia più importante la settimana, ovvero che Google ha deciso di chiudere il proprio esperimento di social network Google+. Google+ doveva essere l’arma definitiva del gigante delle ricerche contro il rampate Facebook, ma, lanciato nel 2011, il social non è mai riuscito veramente a decollare, sebbene avesse delle interessanti novità (che poi sono state riprese dagli altri) come per esempio il concetto delle “cerchie”: diverse “categorie” di amici a cui poter far vedere contenuti diversi.

Da diversi anni ormai il social era stato di fatto abbandonato dalla società, non aggiornandolo né dandogli rilevanza. Ora però ne viene certificata la morte per il pubblico consumer: Google ha deciso che la piattaforma verrà chiusa entro l’anno prossimo per i normali utenti, mentre terrà aperta la sezione per le aziende, aggiungendo nuove opzioni. La decisione è stata presa a margine della notizia che a causa di un bug circa mezzo milioni di utenti sono stati esposti a possibili violazioni della privacy.

Facebook introduce (finalmente) Portal

Facebook, dopo molti rumors al riguardo, ha introdotto alla fine il suo device pensato come concorrente di Amazon Echo Show. Portal, il nome del dispositivo, è un hardware ideato per uso casalingo, il cui scopo principale è effettuare chiamate/videochiamate tramite Messenger con i propri amici.

Portal viene attivato mediante comandi vocali, e si attiva con “Hey Portal”, è dotato di una webcam in grado di seguire il movimento e ha al proprio interno anche la possibiulità di richiamare i servizi dell’AI di Alexa (cosa che trovo curiosa). Tutte le chiamate, essendo basate su Messenger, sono dichiarate come crittografate e c’è addirittura in dotazione anche un “comodo” gadget per oscurare la videocamera. Resta da vedere a questo punto, dopo gli scandali dei mesi scorsi, quante persone sono interessante a mettersi in casa un hardware di Facebook che ha camera e audio sempre accesi.

Snapchat introduce nuovi contenuti esclusivi

Snapchat in settimana ha introdotto dei nuovi contenuti esclusivi, creati esclusivamente per essere visti all’interno della propria app, che sono stai chiamati Snap Originals.

La vera novità rispetto ad altre produzioni originali per i social di Snap Originals sta però nel fatto che sarà possibile “entrare” nei video attraverso una funzione VR. Snap Originals si trovano all’interno della sezione Discovery.

Google ha iniziato a far vedere i risultati medi del tuo sito per una keywords nella SERP

Interessante novità per tutti i SEO là fuori: Google ha iniziato infatti a mostrare, direttamente nella SERP, la posizione media del proprio sito (collegato dalla Google Search Console al proprio account Google) in quella specifica ricerca.

La funzione, come spesso, accade, non è ancora stata rilasciata a tutti, ma è molto probabile che ben presto sarà estesa a tutti. Finora questo tipo di analisi poteva essere fatto solo con tool di terze parti, come SeoZoom o SemRush.

Instagram per la positività e contro il bullisimo 🙂

Considerando che il bullismo in rete è purtroppo un fenomeno molto sviluppato, e che non nasce certamente con i social, ma con i social si è propagato su un nuovo livello, la decisione di Instagram di utilizzare l‘AI per cercare di fermarlo o quantomeno contenerlo è perlomeno lodevole. L’intelligenza artificiale è infatti programmata per “notare” all’interno di commenti o di foto atti di bullismo verso altri utenti e segnalarli automaticamente agli operatori. 

weekly marketing recap 12 ott insta1

Inoltre sono state anche inserite nuove opzioni per rendere più semplice la segnalazione di commenti sgradevoli durante i Live.

Articoli da leggere

Quanto spende al mese un tool come Buffer in marketing? La risposta è stata data direttamente dagli interessati in un post del direttore marketing dell’azienda. Post utilissimo per capire come una azienda internazionale nell’ambito del digital marketing spende il proprio budget.

SEO corner: 5 “vecchie” tattiche che NON dovete più usare. Da ora.

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Ti manderemo il nostro recap settimanale ogni lunedì

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy.

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’Informativa privacy. Accetto i termini d'uso, incluso l'utilizzo dei cookie.

Summary
Facebook ti insegna a creare gli ads
Article Name
Facebook ti insegna a creare gli ads
Description
Weekly Marketing Recap del 12 ottobre: nuovo tool per creare ads da Facebook, che introduce anche i cookie per il Pixel. Google chiude Google+ e Instagram cerca di chiudere l porte ai bulli
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo