Facebook aprirà la Partita Iva e cambierà il calcolo per la reach organica, Google allunga la temporalità della Search Console

 

Buon lunedì, questa settimana abbiamo novità molto importanti da Facebook, soprattutto riguardanti la reach e la modalità di calcolo della stessa. Ma eccovi tute le notizie più importanti sul Social Media Marketing e il Digital Marketing della settimana.

Facebook si fa la Partita IVA italiana!

Il social network ha deciso di cambiare il proprio approccio al mercato, soprattutto in ottica UE: l’azienda inizierà a fatturare i servizi direttamente nei paesi in cui i servizi verranno comprati.

Questo vuol dire, per quanto riguarda l’Italia, che ad un certo punto del 2018 Facebook inizierà ad emettere con partita iva italiana. Una complicazione in meno!

Facebook è pronto a cambiare il calcolo della Reach organica (e intanto limita i post che cercano engagement forzato)

Altra notizia di grossa “portata” dal social network più utilizzato: la reach organica inizierà ad essere conteggiata, nel 2018, come quella a pagamento.

Finora infatti la portata a pagamento è stata conteggiata tenendo conto delle persone che effettivamente vedono il post sponsorizzato, mentre la portata organica era conteggiata rispetto alle persone sul cui feed il post compariva, ma finora non potevamo essere sicuri che il post fosse stato anche effettivamente letto.
Al momento dell’implementazione effettiva (che verrà comunicata da Facebook ad ogni singola Pagina) si dovrebbe notare un calo della reach (alcuni dicono attorno al 20%) ma il calcolo dovrebbe essere più accurato.

Nel frattempo però il Social sta intervenendo per limitare la visibilità dei post che cercano l’engagement “facile”. I post che chiedono esplicitamente agli utenti di esprimere un voto tramite una reaction o di condividere il post sulla bacheca di un amico per vincere un premio verranno pesantemente penalizzati nella visibilità organica.

Ecco alcuni esempi di post che saranno oggetto di questo “ban”:

weekly marketing recap 18dic fbreach

Attenzione quindi a creare contest o sondaggi amatoriali, potreste infatti venire inseriti nella “lista nera” di Facebook!

Google Search Console: possibile in beta vedere le keywords fino ad un anno prima

Google lo aveva promesso fin dal 2013, ora finalmente i SEO là fuori possono gioire: nella versione beta della Google Search Console infatti è comparsa l’opzione per cercare i risultati del posizionamento del proprio sito rispetto ad una parole chiave fino ad un anno prima.

weekly marketing recap 18dic google

Inoltre vi è anche un’opzione per vedere “tutta la durata”, quindi forse l’arco temporale potrà essere in futuro anche più lungo.

Apple, dopo averlo promesso, finalmente apre le analytics per i podcast

Finora o ci rivolgeva a servizi terzi (peraltro non più aggiornati da tempo come Feedburner di Google) oppure semplicemente non si poteva sapere come stava andando il podcast caricato sul principale store di podcast mondiali: l’iTunes Store di Apple.

Ora, complice anche il rinnovato interesse in questo mezzo, la Apple, anche se per il momento solo in beta, ha aperto la possibilità di vedere le statistiche per i podcast.
Si possono infatti già da ora conoscere i minuti totali ascoltati per ogni podcast, i device utilizzati per il download e quindi la relazione fra questi due parametri, ovvero i minuti ascoltati su ogni diversa tipologia di supporto.
Questi dati sono forniti sia per il podcast in generale che per ogni singola puntata, a cui si aggiunge anche la media di minuti ascoltati per ogni file audio caricato.
Ricordiamo che già a settembre Apple aveva rilasciato un nuovo set di tag per iTunes che permette ai podcaster di fornire nuove informazioni ai propri ascoltatori, come per esempio la divisione in Stagioni (come le serie televisive).

Snapchat rilascia un tool per creare effetti in AR

Snap Inc. in settimana ha rilasciato una nuova app che permette agli sviluppatori di creare filtri in Realtà aumentata per Snapchat.

L’applicazione, chiamata Lens Studio, permette infatti di importare gli artwork al proprio interno, di preparare le animazioni per ogni “Lens” e quindi di caricarli sui server di Snapchat, in modo che possano essere utilizzati come adesivi AR da tutti gli utenti.

Snapchat infatti a quel punto fornirà uno Snap Code personalizzato, che potrà essere condiviso fra gli utenti in modo libero.

Anche Messenger apre ai filtri AR

Ma anche Messenger non sta a guardare: sono stati rilasciati questa settimana anche i tool per gli sviluppatori per la piattaforma di messaggistica collegata a Facebook. La piattaforma, annunciata all’F8 ancora diversi mesi fa, e chiamata AR Studio, è infatti ora in open beta e permette ai developer di creare i propri effetti di Realtà Aumentata.

weekly marketing recap 18 dic fbAR

Articoli da leggere

Francesco Margherita indica quali possono essere i “fattori di influenza” che dovremmo tenere in considerazione nella nostra analisi SEO, quando cerchiamo di capire perché variano i volumi di ricerca di parole chiave nel corso del tempo.

Su Datamediahub un’analisi molto interessante dei referral di traffico generati da Facebook e Google, con Facebook sempre più considerato un media a pagamento.

Indecisi sulla strategia da adottare su Instagram? Social Media Examiner vi aiuta con un piano preciso, se siete un’azienda che soprattutto vende servizi (e quindi che difficilmente riesce solitamente a trovare spazio su questo mezzo).

La Weekly si ferma per le festività natalizie ma voi continuate a seguire il nostro blog!


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Summary
Weekly Marketing Recap del 18 dicembre: Facebook aprirà la Partita Iva italiana
Article Name
Weekly Marketing Recap del 18 dicembre: Facebook aprirà la Partita Iva italiana
Description
Weekly Marketing Recap del 18 dicembre: Facebook annuncia che fatturerà i servizi nei Paesi di vendita, inoltre si appresta a cambiare al modalità di calcolo della reach organica. Google allunga la temporalità di ricerca possibile di keywords nella Search Console. Inoltre nuovi tool per creare filrtri AR per Messenger e Snapchat.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo