Nuove metriche per Facebook, Twitter cresce ma Instagram cresce di più, il fondatore di Wikipedia contro le fake news

 

Bentrovati all’inizio di questa corta settimana lavorativa con le news più importanti su Social Media Marketing e Digital Marketing, questa settimana ci occuperemo delle novità di Facebook ed Instagram, ma anche, finalmente, di buone notizie per Twitter.

Facebook introduce nuove metriche per analizzare il rendimento dei video

Il Social Network, deciso a far crescere l’uso di video postati direttamente sulla propria piattaforma, ha integrato in settimana gli insight sui contenuti video con nuove metriche per avere un quadro migliore di come i post video stanno andando. In particolare la nuova presentazione dei dati nel tab “video” sotto gli insights riporta ora le visualizzazioni complessive di tutti video caricati, e la possibilità di selezionare anche un intervallo di date per controllare ulteriormente quante visualizzazioni ci sono state in un determinato periodo.

weekly marketing recap 2 maggio fb

Anche i minuti totali sono stati aggregati, con la possibilità di avere inoltre subito le statistiche relative ai singoli post in ordine. Non c’è più quindi la necessità di andare a trovare il singolo post video e verificare le statistiche o addirittura prendere la calcolatrice per avere un idea complessiva delle viste totali.

Facebook testa una nuova funzione per “articoli correlati”

Una delle cose che si rimprovera più spesso a Facebook e ai social network in generale è che tendano a creare delle “bolle” all’interno delle quali gli utenti la pensano tutti allo stesso modo e siano così portati a rapportarsi in modo sempre più conflittuale con gli altri. In pratica, secondo diversi studi, si creano delle piccole comunità che si auto-alimentano con informazioni che supportano solo ciò che già si crede vero. Facebook, consapevole che questo può essere un fattore potenzialmente esplosivo per la propria piattaforma, sta testando una nuova funzione, relativa agli articoli correlati:

weekly marketing recap 2 maggio fb2

Finora gli articoli correlati comparivano una volta che l’utente aveva letto un link postato su Facebook ed era quindi tornato sulla piattaforma. Ora invece  gli articoli compariranno prima di cliccare sul link, con informazioni sullo stesso argomento prese da altre fonti di informazioni. Vedremo se la funzione supererà la fase di test!

Twitter cresce…bene ma non benissimo

Twitter ha rilasciato i dati relativi al primo trimestre fiscale del 2017 ed incredibilmente (perché non se lo aspettava nessuno), ha dimostrato che sua user base può crescere ancora, a ritmi insospettabili.

weekly marketing recap 2 maggio tw

Il numero di utenti unici attivi mensilmente è cresciuto infatti del 6%, mentre quello degli utenti attivi giornalmente ben del 14%. Ma non è tutto rose e fiori, infatti i ricavi sono scesi ancora, arrivando ad un meno 8%. Tuttavia la notizia sulla crescita degli utenti è bastata per dare un po’ di respiro al social network, che ha visto le proprie azioni crescere di valore, spinte da un leggero nuovo entusiasmo.

Instagram invece cresce molto di più!

Se Twitter cresce un po’, Instagram non accenna invece a fermare la propria corsa, che ha avuto un maggiore slancio dall’introduzione delle Storie e dai live video. Infatti secondo gli ultimi dati rilasciati, gli utenti attivi mensilmente sulla piattaforma sono ora 700 milioni, un balzo di 100 milioni avvenuto in soli 4 mesi, e un ritmo di crescita che sta accelerando, considerato che ci vollero sei mesi per crescere da 500 milioni a 600.

Nel frattempo Instagram ha deciso di iniziare le pulizie di primavera, ha infatti costretto Instagress a chiudere i battenti:

weekly marketing recap 2 maggio insta

Instagress era un popolare servizio online che permetteva di automatizzare commenti e like e il following su profili in target con il pubblico di riferimento, aiutando quindi a far crescere il profilo Instagram in modo molto rapido. Ne avevamo parlato qui. Ora anche gli altri servizi simili saranno obbligati a chiudere?

Il fondatore di Wikipedia torna in pista contro le fake news

Jimmy Wales, co-fondatore di Wikipedia, e padre nobile del concetto stesso di “open information”, è ritornato e ha deciso di spendersi in prima persona contro quello che ormai è identificato come il Male della Rete: la Fake News. Ha aperto infatti un nuovo portale, chiamato Wikitribune in cui giornalisti professionisti potranno scrivere i propri articoli, che saranno validati dalla comunità. Il progetto (e il pagamento dei giornalisti) sarà finanziato tramite crowdfunding, l’idea è di poter assumere subito 10 giornalisti se si raggiungerà l’obiettivo di raccolta prefissato. Ma l’idea più interessante è che a regime ci sarà una sottoscrizione mensile per fare in modo che il sito sopravviva a lungo termine.

weekly marketing recap 2 maggio wiki

Articoli da leggere

La SEO la dobbiamo vedere in ottica marketing o di comunicazione, la risposta, che sembra scontata ma non lo è, di Francesco Margherita.

La strategia di Amazon, che non sta nel come fare e-commerce, ma in come l’e-commerce supporta tutto il suo business, nell’analisi di Gianluca Diegoli.

L’abbiamo detto più volte: fare SEO per la SEO (cioè fine a sé stessa) non solo non basta, ma è controproducente. Va sistematizzato un metodo molto vicino alla pubblicazione di una testata giornalistica.

Ad ogni canale il suo contenuto in evidenza: quale? La risposta su NinjaMarketing.

 


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!