Facebook introduce le Search ADS e vuole prevedere la posizione futura degli utenti mentre Instagram aggiunge le note vocali in DM e testa i profili per Creator. Le novità della settimana nella nostra Weekly Marketing Recap

 

Weekly Marketing Recap del 14 dicembre: tutte le news della settimana in campo social e digital. Facebook introduce le Search ADS e le previsioni di posizione; Workplace ottiene la certificazione ISO 27018; Instagram lancia i messaggi audio in Direct e testa i creators account; Snapchat lancia Solutions in a Snap e Google annuncia che chiuderà Google Plus prima del previsto, mentre lancia nuove funzionalità nell’app nativa iOS.

 

Facebook introduce le Search ADS

Il social network più amato del mondo sta introducendo un nuovo prodotto ADS dedicato nello specifico alle ricerche. In un momento in cui sembra che la crescita dei ricavi dati dagli inserzionisti stia rallentando, Facebook sta cercando di fare quel passo in più per raggiungere l’inarrivabile Google.

Le Search ADS, in realtà, per il momento sono solo un test. Il funzionamento è molto semplice: quando un utente digita una parola chiave nella barra di ricerca, Facebook mostrerà per primi i risultati sponsorizzati, proprio come su Google.

Per il momento, solo una piccola parte di inserzionisti nel settore automobili, retail ed e-commerce, negli Stati Uniti ed in Canada, ha accesso alla versione beta. Come spiegato da Zoheb Hajiyani, product manager di Facebook:

Stiamo eseguendo un piccolo test per inserire le Search ADS in Facebook e valuteremo se questi annunci sono utili per le persone e le aziende prima di decidere se estendere la possibilità a tutti.

Non è la prima volta che il colosso social testa la monetizzazione della ricerca sulla piattaforma. Nel 2012, Facebook aveva già lanciato dei “risultati sponsorizzati”, ma il progetto era stato chiuso l’anno successivo.

Le nuove Search ADS presentano un titolo, un’immagine ed un link che può indirizzare ad un sito web esterno. Ad ogni modo, il design è ancora in evoluzione e le Search ADS potrebbero aprire le porte verso un nuovo importante flusso di entrate per la società.

 

Facebook “gioca” a calcolare la posizione futura dei propri utenti

Facebook ha depositato il brevetto per uno strumento che utilizza i dati storici sulla posizionedi ogni utente per creare accurate previsioni relative agli spostamenti successivi. Che il local marketing sia efficace per raggiungere i giusti clienti nel giusto momento è cosa oramai nota. Tuttavia, in un mondo così veloce, il targeting basato sulla posizione apre solo piccole finestrelle di opportunità.

Facebook prevede la posizione weekly marketing recap

Per questo motivo, Facebook ha creato uno strumento che permetterà di prevedere la posizione futura degli utenti: per portare il local marketing verso un’evoluzione più potente rispetto a com’è oggi. Tale applicazione, denominata Offline Trajectories, descrive il metodo utilizzato per prevedere la posizione futura come una “probabilità di transizione basata, almeno in parte, sui dati di posizione precedentemente registrati ed associati ad una pluralità di utenti che ne erano al corrente”.

 

Facebook Workplace è ora certificato secondo lo standard di sicurezza ISO 27018

Facebook, la scorsa settimana, ha annunciato che la sua soluzione aziendale Workplace è ora certificata ISO / IEC 27018: 2014, uno standard internazionale incentrato sulla privacy, che si basa su sistemi di gestione della sicurezza delle informazioni e che stabilisce controlli e linee guida comunemente accettate per proteggere le informazioni identificative personali (PII) negli ambienti di cloud computing pubblici.

Sandeep Nain, di Workplace, spiega che l’accreditamento ISO 27001, standard che garantisce riservatezza, integrità e disponibilità delle informazioni che le organizzazioni controllano e processano è stato raggiunto più di un anno fa, e specifica anche che lo standard ISO 27018 va ben oltre, migliorando i controlli di sicurezza per soddisfare le esigenze e le aspettative dei clienti. Nella pratica? Il cliente ha più controllo sulle PII, sulla loro visibilità e su come vengono utilizzate.

Instagram aggiunge le note vocali in Direct

Instagram ha rilasciato una nuova funzionalità: i messaggi vocali in DM, molto simili a quelli già presenti su Messenger e WhatsApp.

Le note vocali inviate in Direct possono essere lunghe fino ad un minuto, quindi risultano essere utili per messaggi brevi, e restano all’interno della conversazione finché un utente desidera che siano presenti.

Instagram note vocali

La funzionalità, già attiva da diverso tempo nelle altre app di proprietà Facebook, ha avuto un grande successo, ecco perché è stata presa la decisione di introdurla anche su Instagram. L’aggiornamento è già presente per iOS e Android in tutto il mondo.

 

Creators account: una nuova funzionalità Instagram dedicata agli influencer

I creators account sono dei particolari profili rivolti agli influencer, i quali offrono strumenti specifici per soddisfarne le esigenze.

Con l’attivazione di un account Instagram for creators sarà possibile visionare approfondimenti sulla crescita e sui dati del profilo, analizzare le metriche follow e unfollow, filtrare i DM e molto altro. Attualmente i creators account sono in fase di test con un piccolo gruppo beta e, secondo le dichiarazioni, verranno rilasciati il prossimo anno.

Uno dei product manager della piattaforma, Ashley Yuki, ha spiegato che l’azienda desidera assicurarsi che Instagram sia il posto migliore per costruire community di fan e per la propria brand awareness. Ad ogni modo, sempre dalle dichiarazioni rilasciate, questo sarà solo l’inizio di un processo molto più lungo che porterà Instagram a diventare lo strumento ideale per i creators.

 

Snapchat lancia “Solutions in A Snap” per aiutare gli inserzionisti della piattaforma

Se utilizzi Snapchat per raggiungere il tuo pubblico ideale ma non hai idea delle opportunità pubblicitarie che hai a disposizione sulla piattaforma, “Solutions in a Snap” è quello che fa per te. Questa nuovissima serie di video ti permetterà di imparare a raggiungere obiettivi specifici, attraverso strumenti e suggerimenti forniti dagli esperti della piattaforma.

Ad esempio, il primo episodio della serie è focalizzato sull’e-commerce e sulle modalità di coinvolgimento di un pubblico di acquirenti, anche e soprattutto utilizzando i nuovi formati presenti sulla piattaforma. Dalle Story ADS alle Snap ADS: questo mini-corso ti insegnerà ad utilizzare lo Snap Publisher per creare inserzioni coinvolgenti e mobile-first, impostando un flusso mirato, misurato ed ottimizzato in base agli obiettivi aziendali.

 

Google Plus chiuderà i battenti prima del previsto

Google Plus chiuderà prima del previsto, precisamente ad aprile 2019 anziché ad agosto. Ad ottobre, Google ha annunciato la chiusura del social network di proprietà a causa di una violazione di dati che avrebbe colpito 500.000 utenti. A novembre, invece, è stata scoperta una seconda violazione dei dati, con un impatto di 52,5 milioni di persone. Questo ha portato ad un’accelerazione della chiusura di Google Plus, ma Big G rassicura comunque gli utenti:

Nessuna app di terze parti ha compromesso i nostri sistemi e non abbiamo alcuna prova che gli sviluppatori ne fossero consapevoli o abbiano fatto uso improprio dei dati. Il bug non ha consentito agli sviluppatori di accedere a informazioni come dati finanziari, numeri di identificazione nazionali, password o dati generalmente utilizzati per frode o furto di identità.

Tuttavia, l’indagine sull’impatto del bug è ancora in corso, quindi ulteriori dettagli potrebbero essere rivelati in nei prossimi mesi.

 

Google lancia Google Lens Visual Search alla sua app iOS

Google Lens è uno strumento che consente agli utenti di ricercare informazioni, in diretta, quando si scatta una foto. Con l’oggetto a fuoco, puoi toccare lo schermo per ottenere le informazioni restituite da Google in base ai risultati di ricerca.

Tale funzionalità è attiva per oggetti e testo, andando verso una naturale semplificazione della traduzione in altre lingue. È inoltre possibile utilizzare Google Lens per copiare e archiviare le informazioni di contatto, acquistare prodotti dall’aspetto simile, identificare luoghi, piante e animali e perfino scansionare codici a barre.

L’aggiornamento, al momento disponibile solo per iOS, è in fase di roll out per tutti.

 

Articoli da leggere

  • Il 52/mo rapporto Censis è lo specchio di un’Italia disillusa sotto diversi punti di vista, ma riflette anche un Paese sempre più digitale. Internet ed i social media vengono utilizzati, rispettivamente, dal 78,4% e dal 72,5% delle persone. La metà degli italiani, complice il successo degli influencer di Instagram e YouTube, è fermamente convinta che chiunque possa diventare famoso grazie al web. Tutti i dati relativi al rapporto Italia-Internet, all’interno dell’approfondimento Ansa.
  • Il Natale si avvicina. Sul blog di Hootsuite abbiamo trovato quattro campagne natalizie che hanno lasciato il segno negli anni passati: John Lewis, Nordstrom, Starbucks ed Air Canada. Quattro idee ed ispirazioni per essere ricordato dai tuoi clienti.

Iscriviti alla Newsletter ▸

Summary
Facebook introduce le Search ADS: la Weekly Marketing Recap del 14 dicembre
Article Name
Facebook introduce le Search ADS: la Weekly Marketing Recap del 14 dicembre
Description
Weekly Marketing Recap del 14 dicembre: tutte le news della settimana in campo social e digital. Facebook introduce le Search ADS e le previsioni di posizione; Workplace ottiene la certificazione ISO 27018; Instagram lancia i messaggi audio in Direct e testa i creators account; Snapchat lancia Solutions in a Snap e Google annuncia che chiuderà Google Plus prima del previsto, mentre lancia nuove funzionalità nell'app nativa iOS.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo