Facebook aggiunge il logo degli Editor e gli Instant Articles a pagamento. Google implementa uno strumento per testare le Landing Page. Su LinkedIn arrivano i video

 

Eccoci tornati, dopo questa breve pausa estiva, con il Recap di tutte le notizie della settimana appena conclusa, per quanto riguarda Digital Marketing e Social Media Marketing. Questo lunedì le novità importanti sono soprattutto per i Publisher e riguardano i due Big della pubblicità online: Facebook e Google. Vediamo nel dettaglio.

Facebook aggiunge le Trending News con il logo degli editori

Nel tentativo di mantenere i grandi gruppi editoriali all’interno della propria piattaforma, Facebook cerca sempre nuovi modi per “coccolarli”.

Dopo l’aggiunta recente delle Trending News, Facebook ha introdotto la possibilità per gli editori di pubblicare anche il logo assieme all’anteprima del link alla notizia. I loghi potranno essere caricati tramite una nuova sezione presente nei Publishing Tools chiamata Brand Asset Library.

Per ora il logo apparirà solo nelle ricerche e nelle Trending News, ma non è difficile immaginare che in futuro verrà aggiunto anche ad altre sezioni.

Questo, secondo Facebook, servirebbe ad aumentare la percezione del brand dei publisher rispetto a quello del pollice alzato. A quanto pare, infatti, più della metà dei lettori non ricorda la fonte della notizia e si limita a riportarla come “letta su Facebook”, in questo modo, quindi, si cerca di rimettere al centro gli editori rispetto alla piattaforma che li ospita.

Sarà sufficiente? Vedremo…

Facebook aggiunge i loghi per i publisher

Immagine tratta da thenextweb.com

Arrivano gli Instant Articles a pagamento

Facebook ha confermato anche che a breve ci si potrà “iscrivere” agli Instant Article di un determinato editore, pagando una fee che, secondo Zuckerberg, “andrà direttamente ai Publisher”. Lo stesso Mark ha scritto in un suo post: “Abbiamo intenzione di iniziare con un piccolo gruppo di editori negli USA e in Europa quest’anno e raccogliere i loro feedback”.

Questo modello di business per gli editori non ha mai funzionato davvero in rete, se non per pochissime testate americane di un certo spessore, vedremo quindi se grazie a Facebook si riuscirà a trovare un modello funzionale per le news a pagamento.
Dichiarazione Zuckerberg

Foto a 360° direttamente dalla App di Facebook

Sembra strano che questa sia una novità, eppure. A breve arriverà sulla App ufficiale di Facebook la possibilità di scattare foto a 360° direttamente dall’interfaccia della App, senza dover quindi aprire la fotocamera del telefono e poi caricare la foto su Facebook.

Google annuncia un nuovo tool per testare le Landing Page da Mobile

Quando si tratta di Adwords (ma non solo), sappiamo tutti che anche la campagna e l’annuncio meglio costruiti, di fronte ad una Landing Page poco efficace, perdono tutto il loro valore. Così, per aiutare i SEM nel loro lavoro quotidiano, big G. ha lanciato questo nuovo tool (che ci sembra molto interessante), per confrontare i tassi di conversione delle varie Landing da mobile, all’interno di Adwords.

Sarà così possibile avere una visione chiara di come le diverse Landing Page performino all’interno di una campagna e migliorare ancora l’A/B testing per il mobile.

Google Landing Page tester

ADS più veloci su AMP

Dal blog dell’Accelerated Mobile Pages Project, viene presentata una tecnologia chiamata Fast Fetch, che consente di rendere gli Ads all’interno delle pagine AMP più veloci e quindi meglio fruibili.

La tecnologia Fast Fetch consente un caricamento della pagina più veloce in quanto il rendering della pagina e la selezione degli ad avviene parallelamente. Questo è possibile perchè gli Ads sono richiesti in blocco molto prima del ciclo di vita della pagina e vengono serviti un attimo prima che l’utente li visualizzi.

AMP - tecnologia “Fast Fetch”

Google introduce l’auto-play dei video nelle SERP

Come succede per il feed di Facebook, anche nella SERP di Google i video si avvieranno automaticamente, con buona pace di chi possiede ancora un piano con pochi Giga al mese. Per ora solo nella app di Google e su Chrome per Android, ma probabilmente in futuro questa “innovativa” funzionalità verrà estesa a tutte le SERP.

Arrivano i video su LinkedIn

A proposito di funzionalità veramente “innovative”… Su LinkedIn arrivano i video!

Potete crederci? Sarà possibile caricare un video direttamente su LinkedIn, senza dover quindi passare per altre piattaforme come YouTube o Vimeo.

Non siamo riusciti però a scovare la funzione per l’embedding, quindi ci limitiamo a condividere il link dell’articolo sul Blog Ufficiale di LinkedIn.

Articoli da leggere

Quali sono i contenuti che generano i Lead di qualità più alta? Ce lo dice questa ricerca di Ascend2. Sì, i contenuti che generano Lead di qualità più alta sono proprio le ricerche di questo tipo.

Volete iniziare una strategia di Video Content Marketing ma il budget non ve lo permette? In questo articolo trovate alcuni consigli, forse un po’ scontati, ma sempre utili.

Come rispondere agli attacchi personali sui Social? Ce lo spiega Skande in questo post.

Gli italiani che condividono le loro vacanze da sogno sui social sono tanti. Ma quanti di questi si trovano davvero nei paradisi terrestri dove si taggano e si immortalano in pose plastiche? Forse meno di quanti credereste, ce lo spiega questo articolo.

Un saluto dallo staff di Leevia in vacanza ad Honolulu!

Leevia a Honolulu


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Summary
Weekly Marketing Recap del 28 agosto
Article Name
Weekly Marketing Recap del 28 agosto
Description
Le news per il Digital e Social Media Marketing del 28 agosto. Facebook aggiunge il logo degli Editor, gli Instant Articles a pagamento e le foto a 360° direttamente dalla sua app. Google implementa uno strumento per testare le Landing Page, Ads più veloci su AMP e l'auto-play dei video nelle SERP. Su LindedIn arrivano i video.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo