Sondaggi nelle Instagram Stories ADS da Business Manager, Gaming tab per Facebook e pubblico Lookalike su LinkedIn. Questo e molto altro nella nostra Weekly Marketing Recap del 29 marzo

 

Weekly Marketing Recap del 29 marzo: tutte le news della settimana in campo social e digital. Diverse le novità in casa Instagram, Facebook e LinkedIn. Vediamole insieme!

 

Facebook introduce lo sticker Poll nelle Instagram Stories ADS

Con oltre 500 milioni di utenti attivi ogni giorno, le Instagram Stories sono diventate un formato pubblicitario molto interessante per gli inserzionisti di tutto il mondo. Secondo diversi report, il 60% dei brand ama utilizzare elementi interattivi nelle proprie Stories e, per questo motivo, Facebook ha da poco introdotto all’interno del Business Manager la possibilità di inserire i sondaggi nelle storie sponsorizzate.

Per creare una Instagram Stories con l’aggiunta dello sticker Poll non dovrai far altro che andare nella Gestione degli annunci e selezionare le storie di IG come unico posizionamento dell’annuncio. Dopo aver inserito la creatività, ti basterà cliccare su “Aggiungi sondaggio interattivo” per coinvolgere i tuoi utenti.

Instagram Stories poll da Business ManagerIn un recente articolo di blog, Instagram ha dichiarato che 9 campagne beta su 10, che hanno avuto la possibilità di testare questa funzione prima di tutti, hanno visto un aumento del tempo di visualizzazione delle loro Stories. Il brand Dunkin ha riscontrato perfino un costo del 20% inferiore per ogni visualizzazione video, mentre Next Games ha riscontrato un aumento del 40% di installazioni dell’app.

 

Instagram comincerà a bloccare gli username per 14 giorni

Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo pensato di cambiare il nome utente Instagram. Effettuare la modifica è semplice come bere un bicchier d’acqua, ma che succede se poi si cambia idea e si desidera tornare al vecchio username? Succede che ci si può ritrovare nella situazione che esso sia stato già preso da un’altra persona.

Bene, ora ti daremo una buona notizia. Jane Manchun Wong (colei che “sgama” tutti i test in corso sulle varie app) ha trovato una nuova funzionalità che blocca il vecchio nome utente per 14 giorni. In pratica, se decidi di tornare al tuo vecchio username durante questo periodo, non avrai nessun problema nel farlo.

Un portavoce di Instagram ha spiegato:

analizziamo costantemente i trends in modo da creare funzionalità che mantengano la nostra community al sicuro. Abbiamo osservato che, se qualcuno cambia o perde il proprio nome utente, a volte può essere richiesto rapidamente da un’altra persona. Con questa funzione, forniamo al titolare dell’account la sicurezza di mantenere lo user al sicuro per un dato periodo di tempo.

 

Facebook implementa la piattaforma con una Gaming Tab

Per rendere più semplice l’interazione con i giochi presenti in piattaforma, Facebook sta introducendo una Gaming Tab nella barra di navigazione principale. Tale cambiamento è parte del recente aggiornamento che ha lo scopo di aiutare gli utenti a connettersi ai gruppi ed ai contenuti con i quali interagiscono più spesso.

La nuova Gaming Tab di Facebook è stata creata con un feed personalizzato che aiuta gli utenti a trovare i contenuti di gioco di proprio interesse, in maniera rapida e semplice e non solo. Ogni persona può anche invitare gli amici, chattare e giocare con gli altri.

Facebook gaming tab weekly marketing recapNaturalmente, questa nuova scheda è anche il luogo in cui gli utenti possono trovare tutti i videogiochi di interesse, semplicemente cercando tra i contenuti delle aziende, e con il passare del tempo Facebook stesso consiglierà ed aiuterà gli utenti a scoprire nuovi giochi in base ai comportamenti sulla piattaforma.

Inoltre, la Gaming Tab consente agli utenti di seguire gli aggiornamenti dei propri gruppi di gioco o di trovare altre community alle quali partecipare.

 

LinkedIn migliora le possibilità di targetizzazione con il pubblico lookalike, il targeting per interssi e gli audience templates

Una tra le principali sfide dell’advertising è quella di riuscire a raggiungere le persone giuste e, con le numerose possibilità attuali, può diventare davvero difficile trovare la propria audience di riferimento. Proprio per questo motivo, LinkedIn sta introducendo tre nuove modalità per aiutare gli inserzionisti ad indirizzarsi verso i segmenti di pubblico giusti e migliorare così il proprio ROI: pubblico lookalike, audience templates e targeting per interessi simili.

Il pubblico di lookalike di LinkedIn, come quello di Facebook, riunisce le caratteristiche dei clienti ideali e facilita la creazione di segmenti di pubblico simili ai clienti esistenti, ai visitatori del sito Web e ad account specifici. Con un pubblico simile, puoi ottenere un elevato numero di conversioni scoprendo persone simili a quelle che hanno già dimostrato interesse per la tua attività. Una modalità molto interessante per estendere l’attuale portata delle tue campagne sulla piattaforma e coinvolgere nuovi account.

Ma non è tutto qui: LinkedIn ha introdotto il targeting per interessi nell’ADS Campaign Manager già nel mese di gennaio, consentendo così agli inserzionisti di raggiungere gli iscritti alla piattaforma secondo i loro comportamenti. Ora LinkedIn ha ampliato tale funzionalità per includere il modo in cui il pubblico LinkedIn interagisce con i contenuti sul motore di ricerca Microsoft Bing.

Infine, la piattaforma ha lanciato venti modelli di pubblico (audience templates) per semplificare l’attività di chi è all’inizio con le LinkedIn ADS. In pratica si tratta di segmenti di pubblico B2B predefiniti che possono essere attivati con un solo click.

Tali funzionalità saranno disponibili per tutti gli inserzionisti entro un paio di settimane circa.

 

LinkedIn Messenger come strumento di organizzazione di incontri e riunioni

Per rendere più facile l’organizzazione di incontri lavorativi e riunioni, LinkedIn ha cominciato ad implementare la possibilità di condividere la propria disponibilità durante la pianificazione. Una sorta di Doodle, ma in LinkedIn Messenger, che permette anche di localizzare velocemente il punto d’incontro.

Tutto quello che l’utente dovrà fare è toccare il pulsante del calendario presente all’interno della conversazione e consentire l’accesso a LinkedIn al calendario locale per selezionare gli orari disponibili. Di seguito un video esplicativo della nuova funzione:

 

Articoli da leggere

  • Eventi su Maps creati dalle Guide Locali: fantasia o realtà? Su AndroidWorld una breve introduzione a questa nuova funzionalità che Google potrebbe rilasciare al più presto;
  • Vuoi capirne di più sul social analytics ma non sai da che parte cominciare? Talkwalker ha di recente pubblicato un’interessante guida completa all’argomento. Un percorso step by step che ti spiegherà cosa misurare e come, anche e soprattutto in base alla tua strategia aziendale.

Iscriviti alla nostra Newsletter:

Ti manderemo il nostro recap settimanale ogni lunedì

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy .

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’ Informativa privacy . Accetto i termini d'uso , incluso l'utilizzo dei cookie

Summary
Instagram lancia il Poll nelle Stories ADS: Weekly marketing recap 29 marzo
Article Name
Instagram lancia il Poll nelle Stories ADS: Weekly marketing recap 29 marzo
Description
Instagram lancia i sondaggi all'interno delle Stories ADS da Business Manager, mentre testa una nuova funzione che protegge i vecchi nomi utente per 14 giorni (nel caso in cui si desideri tornare al vecchio user). Intanto, Facebook sta lanciando una Gaming Tab che raccoglierà tutti i giochi ma non solo! Permetterà di creare delle vere e proprie community sviluppate intorno al gioco: un altro tassello per la promozione del senso di gruppo. Infine, LinkedIn "si trasforma in Doodle" per la programmazione delle riunioni ed introduce nuove modalità di targeting per le ADS.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo