I quattro elementi chiave per fare (bene) brand storytelling

 

Le persone vedono un sacco di pubblicità ogni giorno e per i brand sta diventando davvero difficile differenziarsi ed attirare l’attenzione. Ed ecco che entra in gioco il brand storytelling, che se fatto bene ed in maniera efficace, permette di coinvolgere i propri utenti / consumatori e fidelizzarli.

La narrazione del marchio è un modo di raccontare e mostrare ciò che la tua azienda ha da offrire. Storie coinvolgenti, inserite in una strategia a lungo termine, che siano coerenti con i valori e la mission del tuo brand. Questo è lo step fondamentale per il brand storytelling.

Di seguito ti elencheremo i sei elementi chiave per iniziare a scrivere una storia per il tuo marchio che sia coinvolgente e che rimanga nel cuore dei tuoi consumatori.

 

1. Mostra e non dire

È sempre meglio mostrare anziché raccontare in tono autoreferenziale. Al posto di mantenerti a distanza dai tuoi utenti ed elencare qualità molto vaghe e generiche (il grande classico “siamo un’azienda giovane e dinamica, leader nel settore”), puoi pensare di concentrarti sulle modalità attraverso le quali i tuoi prodotti o servizi hanno aiutato una o più persone nello specifico.

Eliminando i paroloni insignificanti e concentrandoti sulla concretezza, il tuo pubblico si avvicinerà alla tua azienda perché avrà una percezione differente dal punto di vista relazionale.

A seconda delle caratteristiche delle tue buyer personas, quindi della tua audience web / social e dei tuoi consumatori, puoi scegliere tra diversi modi di fare brand storytelling. Umorismo e sentimentalismo, in generale, sono due modi eccellenti per connetterti con un pubblico, ma non è detto che sia quello giusto per te e per la tua azienda.

Quello che devi fare è evocare delle emozioni nel tuo target di riferimento, quindi tienilo a mente quando inizi a scrivere la tua storia. Un buon esempio, per comprendere di cosa stiamo parlando, è quello di QC Terme.

Tutto sul loro sito web e nei video promozionali rappresenta esattamente la storia del marchio, senza alcuna necessità di chiarimento da parte dell’utente.

 

2. Crea un arco narrativo a lungo termine

Più che un racconto vero e proprio, un’azienda ha la necessità di creare un arco narrativo continuo per gettare le basi di relazioni a lungo termine con i propri utenti. Pensa a delle problematiche che l’eroe della tua storia può combattere e che, alla fine, risolverà. L’importante è che queste sfide facciano parte di una “saga” continua nel tempo e non una tantum.

È molto difficile per una persona costruire una relazione con un personaggio che ha visto giusto una volta e mai più. L’obiettivo del brand storytelling è quello di incuriosire e stimolare gli utenti, i quali dovranno tornare per scoprire cosa sta facendo in quel momento il personaggio protagonista della storia.

Ed ecco che ogni volta ci chiediamo cosa riparerà Giovanna, il personaggio protagonista delle campagne pubblicitarie di Saratoga, o come vanno le cose tra gli zombie di Buondì Motta. Sicuramente esempi interessanti di brand storytelling che hanno riscosso un notevole successo tra il proprio pubblico di riferimento.

 

3. Sii coerente

La terza chiave, non certo per importanza, del brand storytelling efficace è quella della coerenza. Poiché, come dicevamo poco sopra, le persone sono costantemente bombardate dalla pubblicità hai bisogno di distinguerti e, per farlo, devi connetterti al tuo pubblico.

Quando fai una promessa devi mantenerla e, allo stesso tempo, se hai sposato un valore devi assicurarti di non contraddirlo.

Rendi i tuoi valori parte della tua storia: dimostra perché sono importanti ed in che modo intendi rispettarli. Mantieni il tuo messaggio coerente in tutte le comunicazioni (digitali e non) e solo in questo modo il tuo brand potrà essere giudicato come autentico.

L’incorenza è fonte di confusione e le persone tenderanno ad allontanarsi da tutti quei marchi che si contraddicono in continuazione.

Lush è un grande esempio di brand storytelling. L’azienda è molto coerente nel comunicare i propri messaggi, raccontando storie sorprendenti sui propri prodotti e che invogliano l’acquisto immediato.

lush brand storytelling

 

4. Racconta la tua storia d’origine

Alla base di qualsiasi racconto di brand c’è la storia di origine, la famosa pagina “About Us”.

Perché hai deciso di intraprendere la tua attività? Certo, la speranza di fatturare bene è sicuramente il primo fattore motivatore, ma oltre questo, quali altre convinzioni hai seguito? Parla della tua mission, della tua passione e di come entrambe influenzano il modo in cui la tua azienda opera.

Una storia, purché sia onesta e reale, di una persona che ha affrontato molteplici difficoltà per avviare la sua impresa può essere un ottimo modo per entrare in contatto con il tuo pubblico, dimostrando così di essere umano.

Quello che c’è stato dietro alla costruzione di una determinata attività può essere un elemento chiave per personalizzare un marchio. Puoi presentare te stesso non come un’azienda, ma come una persona con obiettivi ed una mission. In questo modo potrai fare grandi progressi per la creazione di fiducia da parte dei tuoi consumatori.

Invita il tuo pubblico a diventare parte della tua storia. Condividi con loro la tua vision e collegala a qualcosa che sta loro a cuore. Case study interessante in questo senso è quella di Dove, nota azienda di prodotti per la cura della persona, che ha più volte messo al centro delle sue campagne le donne (con anche qualche difetto) per mettere in risalto la loro veridicità.

 


Iscriviti alla Newsletter ▸

 


 

Summary
Brand Storytelling: i quattro elementi per farlo in maniera efficace
Article Name
Brand Storytelling: i quattro elementi per farlo in maniera efficace
Description
Le persone vedono un sacco di pubblicità ogni giorno e per i brand sta diventando davvero difficile differenziarsi ed attirare l'attenzione. Ed ecco che entra in gioco il brand storytelling, che se fatto bene ed in maniera efficace, permette di coinvolgere i propri utenti / consumatori e fidelizzarli.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo