Instagram inserisce più possibilità per i formati delle immagini nelle Storie e Facebook apre tre centri di formazione in Europa

 

Questa settimana le notizie più importanti su Social Media Marketing e Digital Marketing riguardano Instagram, Facebook, Apple e Amazon. Vediamole nel dettaglio

Instagram inserisce le GIF e le foto nelle Storie di qualsiasi formato

Se pensavate che Instagram avesse finito di introdurre novità per le Storie, avete decisamente sbagliato. Come vi avevamo anticipato in una delle ultime Weekly, è arrivato il supporto alle GIF da inserire nelle Storie, grazie a GIPHY.

weekly marketing recap 26 genn insta1

Ma la vera novità (per cui noi stiamo già ringraziando) è la possibilità di poter inserire immagini di qualunque formato.

weekly marketing recap 26 genn insta2

Al momento del caricamento infatti si potrà decidere il formato della foto, e ridimensionarla a piacimento con le dita. Nel caso in cui si volesse tenere il formato originale, l’eventuale spazio aggiuntivo verrà “riempito” con un colore in linea con i toni della foto. Una funzione molto utile, che non è ancora disponibile ma che lo sarà presto.

Facebook aprirà tre centri di formazione in Europa, dei quali uno sarà in Italia

Facebook ha annunciato che aprirà tre centri di formazione in Europa nel corso del 2018, uno in Italia e gli altri due in Spagna e Polonia. Attraverso  questi centri l’azienda si impegnerà a formare 1 milione di persone nei prossimi due anni, ampliando le competenze digitali e sulla sicurezza online. Il programma prevede anche lo sviluppo di percorsi di formazione (anche online) per più di 300 mila imprese entro il 2020.

Le Storie di Snapchat si potranno condividere su Facebook

Sì, sembra un po’ un ossimoro, considerata l’aperta ostilità che c’è fra i due social network da quando Snapchat si è rifiutata di farsi inglobare nella galassia di Facebook, tuttavia, come vi avevamo anticipato la settimana scorsa, l’app del fantasmino giallo ha deciso di rendersi un po’ più visibile per aumentare i propri ritmi di crescita.

Alcune Storie (quelle degli Influencer per esempio) potranno quindi essere condivise attraverso un link che rimanda alla versione web di queste (su snapchat.com). Le Storie potranno essere postate su un sito o su qualunque altro Social (come, appunto, Facebook). Tuttavia la funzione è in rollout insieme al nuovo redesign (che pare non stia piacendo per nulla agli utenti).

Apple introduce Business Chat

Nella nuova versione del proprio sistema operativo per iPhone e iPad, che verrà rilasciato questa primavera (e che è già a disposizione per gli sviluppatori), Apple introduce delle novità, come la funzione per togliere il “rallentamento” del sistema per preservare la batteria e nuovi animoji.

Tuttavia una delle nuove funzioni più interessanti è l’introduzione di Business Chat. Business Chat darà la possibilità agli utenti di chattare direttamente con alcune aziende, per richiedere supporto o un appuntamento o per comprare un prodotto.

weekly marketing recap 26genn business-chat

Business Chat sarà infatti integrato con Apple Pay e si potranno quindi acquistare prodotti direttamente dalla chat. Le aziende con cui si potrà “conversare” al momento del rilascio saranno poche (e solo USA), ma si prospetta un rapido incremento. Apple sottolinea inoltre che nessuna informazione dell’utente sarà condivisa con le aziende e che l’utente sarà in grado di bloccarle in qualunque momento.

Facebook crea la sua unità di tempo

La sezione di Facebook che si occupa di progetti Open Source ha in settimana rilasciato su GitHub una nuova unità di misura del tempo.

L’unità di misura, chiamata Flicks, è definita come la più piccola unità di tempo superiore al nanosecondo ed è, per la precisione, 1/705,600,000 di secondo. Il motivo per cui Facebook ha deciso di far “nascere” questa nuova unità di misura sta nel fatto che il Flicks può essere utilizzato in modo più efficiente per poter sincronizzare l’audio con il video, senza dover usare decimali di secondo.

Nella pratica il Flicks può rappresentare la precisa durata di un singolo frame senza usare decimali. Per esempio: 1/24 fps frame sono 29400000 flicks oppure 1/25 fps frame sono 28224000 flicks. Chiaro no?

Amazon inaugura il negozio senza casse

Amazon ha inaugurato in settimana il suo primo negozio fisico senza casse per poter pagare la spesa. Ve ne avevamo parlato qualche mese fa, quando il nuovo store era uscito dalla fase “alfa” ed aveva iniziato il beta testing con i dipendenti Amazon. Ora il supermarket che promette di non dover fare più le code in cassa è invece aperto a tutti (tanto che, paradossalmente, si è creata una fila per entrare).

Il funzionamento è molto semplice: l’utente prima di entrare si “registra” con l’app Amazon attraverso una scannerizzazione del proprio codice utente. Da quel momento potrà prendere qualunque prodotto presente in negozio e una serie di sensori e telecamere li identificheranno.

Una volta uscito, senza dover passare per alcun punto di check out, il cliente riceverà sul proprio telefono la ricevuta per i prodotti “presi”, che saranno addebitati sul conto collegato al proprio profilo Amazon.

Non si ha ancora notizia se questa tecnologia verrà estesa e quindi verranno aperti altri store Amazon, o data in concessione a terzi, che potrebbero quindi beneficiare dello sviluppo compiuto da Amazon.

Facebook sfida Twitch

Per chi non lo conoscesse, il mondo dello streaming legato ai giochi online è uno dei trend più importanti degli ultimi anni. Grazie alla diffusione della banda larga e ai nuovi videogiochi di ruolo infatti, gli e-sport sono diventati, da fenomeno di nicchia, un fenomeno mondiale. Anche il live streaming di partite giocate online è di conseguenza esploso e può essere tranquillamente paragonato al pubblico davanti alla tv per una partita di calcio o di pallacanestro.

Twich è la piattaforma prediletta per questo genere di eventi, quella più utilizzata a livello mondiale, a cui Youtube ha deciso nei mesi scorsi di contrapporsi con la propria proposta, chiamata Youtube Gaming. Ora anche Facebook, che da tempo lavora sul proprio servizio di live video con gli sport tradizionali, ha deciso di entrare “nell’arena”, essendo riuscita ad acquisire in via esclusiva i diritti per lo streaming di due dei tornei più importanti al mondo: Dota 2 e Counterstrike: GO, organizzati da uno dei più grandi organizzatori di eventi di e-sport mondiali, ESL One.

Una delle feature più importanti che Facebook ha messo sul piatto è la possibilità di cross-posting dello streaming fra i vari soggetti coinvolti (squadre, giocatori, ecc), che possono inserire il video live all’interno delle proprie pagine Facebook, una funzione che sulle altre piattaforme per il momento non è possibile.

Articoli da leggere

Dal blog di Hootsuite un articolo su 7 consigli per usare al meglio questo Social, dal modo migliore con cui postare link ai colori da usare.

A cosa serve e come si imposta il “pubblico simile” per le campagne Facebook? Un articolo di Webinfermento ce lo spiega nel dettaglio.

Su Content Marketing Institute un articolo su come impostare la vostra strategia SEO nel 2018, perché la SEO è un processo che non può fermarsi.

Il 2018 è l’anno dei video? Il 2017 ha visto un notevole incremento nell’uso dei video online. Nel 2018 il trend è ancora in forte crescita, anche secondo l’articolo che trovate su Hubspot, dati alla mano.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Summary
Weekly Marketing Recap del 26 gennaio: Instagram apre a qualunque formato le Storie
Article Name
Weekly Marketing Recap del 26 gennaio: Instagram apre a qualunque formato le Storie
Description
Weekly Marketing Recap del 26 gennaio: Instagram apre le storie alle foto di qualunque dimensione, Apple rilascia la prima beta pubblica di Business Chat, Amazon apre il negozio senza casse...
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo