Instagram ha rilasciato, per il momento solo negli Stati Uniti e per alcuni brand, la in-app shopping experience. Questo e molto altro nella nostra Weekly Marketing Recap del 22 marzo

 

Weekly Marketing Recap del 22 marzo: tutte le news della settimana in campo social e digital. Diverse le novità da tutte le piattaforme. Vediamole insieme!

 

Instagram rilascia lo shopping in-app

Da qualche giorno, negli Stati Uniti, gli utenti Instagram possono acquistare prodotti direttamente sulla piattaforma. La funzionalità, attiva solo per 23 brand tra cui Zara, H&M, Nike e Adidas, è stata rilasciata in versione beta per fornire un’esperienza di acquisto completamente in-app, senza portare ad un sito web esterno per il check out.

In pratica, quando un utente US vede un post shoppable di uno dei marchi che partecipano a questo lancio iniziale potrà cliccare sul tag del prodotto e poi sul button “acquista su Instagram”, dove potrà selezionare colore, taglia o altre caratteristiche. Dovrà poi inserire un indirizzo e-mail, le informazioni di spedizione e i dettagli della carta di credito (o account Paypal). I dati di pagamento e l’indirizzo di consegna verranno memorizzati dall’app per ordini futuri e per proteggere gli account, Instagram offrirà la possibilità di aggiungere un codice PIN per procedere con gli acquisti.

L’acquisto direttamente in-app prevede una piccola fee da parte dell’azienda (ancora non rivelata) che desidera fornire il servizio. L’utente non avrà alcun sovrapprezzo, anzi, sarà completamente tutelato da parte di Instagram.

Un portavoce ha dichiarato che il beta test durerà fino alla fine dell’anno, ma nel frattempo potrebbe essere esteso a più brand.

 

WhatsApp per combattere la disinformazione

Quante volte nelle chat WhatsApp ti arrivano immagini bufala relative alle fake news maggiormente diffuse? L’app di instant messaging più diffusa al mondo potrebbe presto consentire la ricerca incrociata di immagini su Google attraverso una semplice opzione di menù.

La funzione è stata avvistata la scorsa settimana da WABetaInfo su WhatsApp per Android 2.19.73 (in beta) ed è attualmente in fase di test solo per quella versione.

whatsapp cerca immagine weekly marketing recap

La nuova opzione “Cerca immagine” apparirà dopo aver evidenziato una foto ricevuta, cliccando sul menù a puntini. Google avvierà poi una finestra del browser per mostrare le corrispondenze per la ricerca specifica.

ricerca immagini whatsapp weekly marketing recapWhatsApp ha deciso di testare ed introdurre questa funzionalità perché sono molte le persone che utilizzano la piattaforma per diffondere informazioni errate. Questa nuova opzione viene descritta come vero e proprio strumento per combattere la disinformazione: un altro passo dell’ecosistema Facebook in questo senso.

 

Facebook annuncia ulteriori azioni per individuare e rimuovere contenuti “Revenge Porn”

La diffusione dei mezzi di registrazione audiovisivi digitali e la facilità con cui gli utenti possono pubblicare qualsiasi cosa sui social network ha portato all’aumento di immagini / video intimi caricati senza consenso. E nonostante gli sforzi di Facebook per rilevare e rimuovere il materiale per evitare pericolose condivisioni, c’è ancora molto lavoro da fare.

Facebook ha di recente annunciato che utilizzerà l’apprendimento automatico e l’AI per “rilevare in modo proattivo le immagini di nudo o i video condivisi senza l’autorizzazione di Facebook e / o Instagram”. Ciò significa che Facebook sarà in grado di scovare contenuti offensivi ancor prima che qualcuno li segnali. Questo è molto importante, in quanto spesso le vittime hanno paura o non sono a conoscenza del contenuto.

Come spiegato da Antigone Davis, Responsabile globale della sicurezza Facebook, quando un contenuto viene trovato dalla nuova tecnologia, un membro appositamente formato dal team Community Operations rivedrà il contenuto. Se l’immagine o il video viola gli standard comunitari verrà rimosso e, nella maggior parte dei casi, verrà disabilitato anche l’account che ha condiviso il contenuto senza autorizzazione.  Esiste anche un processo di ricorso, qualora qualcuno ritenga che sia stato commesso un errore.

Oltre quanto sopra, Facebook sta lanciando “Not Without My Consent”, un hub di supporto alle vittime sviluppato all’interno del Centro sicurezza.

 

Pinterest e Airbnb pubblicano una guida di viaggio in collaborazione

L’inverno è stato lungo ed ora che le temperature cominciano ad alzarsi è giunto il momento di pianificare le vacanze estive (e perché no, magari anche qualche weekend in primavera). Ma da dove iniziare?

Da Pinterest, of course! La piattaforma, in collaborazione con il noto portale Airbnb, ha stilato una guida per la pianificazione dei viaggi per ispirare ed aiutare le persone a scoprire nuovi luoghi da visitare.

Pinterest e airbnb weekly marketing recapLa guida online include approfondimenti sui viaggi che possono accontentare davvero tutti: dagli amanti della natura fino a coloro che amano lo spazio.

Tale collaborazione nasce sulla base del fatto che le ricerche per viaggi fuori dagli schemi sono aumentate su Pinterest e su Airbnb, per questo le piattaforme hanno deciso di unirsi per offrire una migliore esperienza di viaggio agli utenti.

Una guida sicuramente completa che non suggerisce solo i luoghi da visitare, ma anche i prodotti necessari a vivere un’esperienza migliore (sfruttando la funzionalità dello shop su Pinterest).

 

Twitter sta lavorando per rendere il social più conversazionale

Se utilizzi Twitter sai perfettamente che, a volte, può diventare difficile seguire le conversazioni sulla piattaforma. Sulla base di questo, il team di sviluppo sta lavorando alla funzione “Segui la conversazione” per rendere più semplice la comprensione e la partecipazione al flusso di tweet.

La funzionalità è stata individuata da Jane Manchun Wong (sì, sempre lei, la ragazza che si intrufola nei codici delle piattaforme per scoprire nuove opzioni) ed è stata immediatamente postata proprio su Twitter.

D’altro canto, la società ha confermato questo test ed ha affermato che è parte del lavoro che si sta attuando per rendere la piattaforma più colloquiale.

 

Snapchat e il lancio della piattaforma di gaming

Hai mai sentito parlare di Project Cognac? Se pensi ad un progetto alcolico ti sbagli di grosso.

Project Cognac è il nome in codice della piattaforma di gioco alla quale stanno lavorando gli sviluppatori di Snap Inc., il cui lancio è previsto per il 4 di aprile in occasione del primo summit Snapchat con partner e creators.

La società non ha commentato le notizie trapelate, ma l’invito al summit recita:

Less talk. More play.

Un chiaro riferimento alla piattaforma di gaming. In ogni caso, l’interesse di Snap Inc. nei confronti del gioco è stato ampiamente dimostrato dagli Snappable con AR lanciati lo scorso anno e dall’acquisto di Prettygreat e Playcanvas. Non ci resta che aspettare il 4 aprile per scoprire esattamente quali saranno le novità in serbo per noi!

Articoli da leggere

  • La SEO è morta? Naaaa, ma per funzionare davvero dev’essere inserita in una strategia ad ampio spettro che vada a ricoprire tutto l’assetto digitale di un’azienda. In questo articolo, SEO Zoom parla dell’importanza di saper utilizzare i SEO Tools e di interpretare le metriche restituite. Breve ma sicuramente molto chiaro e d’effetto;
  • Neuromarketing e content marketing vanno a braccetto. Il perché lo trovi spiegato in questo articolo a cura di Mariano Diotto, Direttore del Dipartimento di Comunicazione dell’università IUSVE e docente del corso di Semiotica dei new media.

Iscriviti alla Newsletter ▸
Summary
Instagram lancia lo shopping in-app: Weekly Marketing Recap del 22 marzo
Article Name
Instagram lancia lo shopping in-app: Weekly Marketing Recap del 22 marzo
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo