Condividi

Come parte dei suoi investimenti per proteggere gli utenti più giovani, Instagram ha lanciato una nuova feature che limita le interazioni tra adolescenti ed adulti che non seguono. Intanto Clubhouse lancia il suo Creator First, un programma dedicato a tutti coloro che vogliono distinguersi all’interno della piattaforma.

Notizie anche in casa Facebook, TikTok e Twitter. Il riassunto delle social media news della settimana nella nostra Weekly marketing recap del 22 marzo.

News Instagram e Facebook

Instagram si dà da fare per proteggere i suoi utenti più giovani

In questo ultimo periodo, Instagram sta introducendo una serie di nuove policy e funzionalità dedicate alla sicurezza dei suoi utenti più giovani.

L’ultima news è la limitazione dei DM tra adolescenti e adulti sospetti sulla piattaforma. Nella pratica, gli adulti non possono più inviare messaggi agli utenti adolescenti che non li seguono. Inoltre, l’app mostrerà un avviso a tutti i minori di 18 anni che scrivono via DM ad adulti che hanno mostrato comportamenti potenzialmente sospetti.

L’azienda non ha condiviso dettagli sul significato di comportamento sospetto, ma questo potrebbe includere, tra le altre cose, l’invio massivo di follow e / o messaggi ad utenti minorenni.

Instagram si dà da fare per proteggere i suoi utenti più giovani

La piattaforma sta anche introducendo un nuovo sistema AI con apprendimento automatico per rilevare l’età reale di una persona al momento dell’iscrizione. Poiché mentire sui propri anni è molto semplice, si è resa necessaria una tutela in più per evitare utenti troppo giovani sull’app.

In arrivo il programma di affiliazione Instagram?

Alessandro Paluzzi, sviluppatore Android e reverse engineer, ha di recente condiviso uno screenshot che evidenzia la possibilità di un programma di affiliazione Instagram attualmente in fase di test.

Come si può vedere dal tweet sopra riportato, la piattaforma sta lavorando ad un programma di affiliate marketing che consentirà agli influencer di monetizzare i propri contenuti foto e video.

La nuova impostazione apparirà nella sezione apposita dedicata ai Creator e gli utenti potranno registrarsi seguendo alcuni semplici passaggi. Tuttavia, la funzione potrebbe non essere disponibile per tutti gli utenti al momento del lancio.

Il Community Manager Program di Facebook è ora disponibile in tutto il mondo

Nell’ottobre 2020, Facebook ha lanciato la certificazione per Community manager all’interno di Blueprint.

I corsi all’interno del programma sono stati creati appositamente per i community manager di aziende, brand, agenzie e enti non-profit, per aiutarli a costruire gruppi di utenti coesi.

Quando è stato lanciato, il programma era disponibile solo in inglese, ma ora Facebook lo sta espandendo per dare a più persone l’opportunità di usufruire dei contenuti e ottenere una certificazione.

A partire da questo mese, il programma Community Manager sarà ora disponibile in diverse nuove lingue: arabo, francese, tedesco, indonesiano, portoghese, spagnolo e tailandese.

I community manager di tutto il mondo sono incoraggiati a partecipare e ad accedere al gruppo di studio pubblico appena lanciato (solo in inglese), che possono utilizzare per collaborare con i colleghi e iniziare il viaggio di apprendimento seguendo i corsi online su Facebook Blueprint.

Maggiori informazioni qui.

News Clubhouse

Clubhouse lancia il suo primo programma per Creator

Nelle ultime settimane avevamo anticipato i piani di Clubhouse per supportare la sua community di creator. Ora l’annuncio è ufficiale: il CEO Paul Davidson ha annunciato il primo programma di accelerazione progettato per aiutare gli aspiranti creator ad ospitare conversazioni esclusive, ampliare il proprio pubblico e monetizzare.

Nel suo primo round Clubhouse Creator First accetterà solo 20 creator e le candidature terminano il 31 marzo. Puoi inviare la tua domanda qui.

News Twitter

Twitter ora ti consente di proteggere il tuo account l’autenticazione a due fattori

L’utilizzo di un’app per l’autenticazione a 2 fattori (2FA) è più sicuro rispetto all’utilizzo di un codice inviato tramite SMS o Bluetooth, ma le chiavi fisiche sono attualmente il metodo più sicuro per proteggere i tuoi account online.

Dopo aver aggiunto il supporto per le chiavi di sicurezza fisiche a dicembre, Twitter ora consentirà di collegare più chiavi di sicurezza agli accessi con autenticazione a due fattori, sia su dispositivi mobili che sul web.

Fino ad ora, era possibile aggiungere solo una chiave per account, più un altro metodo 2FA come backup.

Oltre questo, Twitter darà presto anche la possibilità di utilizzare le chiavi di sicurezza come unico metodo di autenticazione per proteggere gli account dei suoi utenti.

News TikTok

A partire dal 15 aprile, TikTok rilascerà gli annunci personalizzati

Anche TikTok si apre alla personalizzazione degli annunci, con la modifica che diverrà ufficiale a partire dal 15 aprile.

La modifica è stata annunciata su TikTok con il seguente messaggio visualizzato nel feed:

A partire dal 15 aprile, TikTok rilascerà gli annunci personalizzati

Le modifiche verranno implementate in tutto il mondo, ad eccezione dell’Unione Europea, dove il GDPR sta rendendo più difficile il cambiamento.

Gli annunci saranno personalizzati in base all’attività degli utenti nell’app. Anche i dati di terze parti dei partner pubblicitari di TikTok verranno utilizzati per la personalizzazione, ma gli utenti saranno in grado di gestire queste impostazioni tramite i loro profili.


Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime social media news?

Riassunto
Social media news | Weekly marketing recap del 22 marzo
Titolo Articolo
Social media news | Weekly marketing recap del 22 marzo
Descrizione
Come parte dei suoi investimenti per proteggere gli utenti più giovani, Instagram ha lanciato una nuova feature che limita le interazioni tra adolescenti ed adulti che non seguono. Intanto Clubhouse lancia il suo Creator First, un programma dedicato a tutti coloro che vogliono distinguersi all'interno della piattaforma. Weekly marketing recap del 22 marzo.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore
Condividi