Buon lunedì, anche oggi ci soffermeremo sulle notizie più importanti per il Social Media Marketing e il Digital Marketing accadute durante la settimana appena trascorsa, raccolte e commentate per voi.

Facebook lancia una nuova app: Events

Non è ancora disponibile in Italia, quindi non precipitatevi negli app store, ma è disponibile per ora solo negli USA. Tuttavia Events promette di mettere ordine nella giungla degli eventi creati su Facebook. Un sistema al momento certamente non efficiente per cui si viene costantemente invitati ad eventi ai quali non si è interessati o a cui non si parteciperà, mentre risulta molto complicato trovarne nel momento “di necessità”.

La nuova app promette quindi di mettere ordine nella vita dell’utente, grazie ad un calendario (in cui si potranno importare anche i propri calendari) e una mappa, per trovare gli eventi più vicini al punto in cui ci si trova. Finalmente Facebook sembra fare sul serio su questo fronte: staremo a vedere come cercherà di sfruttare questa possibilità, forse con un sistema di ticketing online.

weekly marketing recap 17ottobre facebook

Google Photo crea le Gif dai tuoi video

Google ha aggiunto al proprio servizio di upload e conservazione gratuito delle foto una feature che permette di creare automaticamente delle GIF dai video caricati, utilizzando la AI integrata, che rivela i punti con più movimento dei video e li trasforma in GIF pronte per essere condivise.

Una feature che sembra andare nella stessa direzione delle Live Photo dell’iPhone: evidentemente c’è un interesse del consumatore.

La parte interessante (e un po’ inquietante) è il lavoro automatico compiuto direttamente dall’intelligenza artificiale di Google, che guarda tutti i vostri video.

Google toglie la possibilità di…togliere i Sitelinks dalla ricerca

Dal 2007 Google dava la possibilità ai webmaster di evitare che dei link specifici del proprio sito “esplodessero” nella pagina di ricerca, in questo modo (punto 2 della figura):

weekly marketing recap 17ottobre google

Ma Google sostiene che il loro algoritmo è diventato talmente bravo a capire le esigenze dell’utenza che non è più necessario che sia il webmaster a indicare i sitelinks che non devono essere fatti vedere (opinione questa molto discutibile).

Comunque, nel caso di esigenze specifiche il motore di ricerca ha fatto sapere che si può evitare che una pagina venga indicizzata in tre modi:

  1. Fornendo una chiara struttura del proprio sito, usando link interni rilevanti e anchor text informativi e che evitino ripetizioni;
  2. Permettendo a Google di indicizzare importanti pagine del proprio sito;
  3. Se proprio si vuole eliminare una pagina dall’indicizzazione, usare un “noindex” meta tag sulla pagina.

Google Penguin 4.0 operativo al 100%

Nel frattempo è stato reso ufficiale che il nuovo algoritmo di ricerca, denominato Penguin 4.0 è live su tutti i server di Google. Cosa cambia per noi?

Penguin tiene conto soprattutto dell’affidabilità delle fonti che puntano al tuo sito, semplicemente non tenendo conto dei link “spammosi” per attribuire il ranking di un sito. Quindi, se in questi giorni avete notato un calo del traffico, è il momento di fare un po’ di pulizia!

Google inserisce il fact-checking nelle news

Alle porte delle elezioni presidenziali in USA, Google ha aggiunto una nuova funzione alla propria ricerca, specificatamente indirizzata alla notizie: ovvero ha inserito sotto ad ogni articolo il riferimento di verificabilità della notizia, se esiste.

Il procedimento è automatico e i siti di fact-checking possono essere indicizzati semplicemente inserendo una stringa di codice che identifichi la notizia a cui si riferiscono, in modo che il motore di ricerca le possa accoppiare. I siti possono inoltre registrarsi ad una lista, in modo da essere riconosciuti come fonti attendibili.

Un primo passo avanti verso un’informazione più affidabile anche in rete.

weekly marketing report 17ottobre google2

Gli articoli da leggere:

Anche questa settimana vediamo insieme gli articoli più interessanti apparsi sui diversi siti/blog del nostro settore:

Le diverse possibilità per impostare correttamente un pubblico targetizzato per gli ads di Facebook , una breve guida molto interessante scritta da Dario Ciracì per Web in Fermento.

Come viene usato Snapchat in Italia? i dati e una infografica interessante, dal blog di Franz Russo delle considerazioni importanti sull’utilizzo del fantasmino giallo.

Anche per questa settimana è tutto, se volete restare aggiornati iscrivetevi alla nostra newsletter o sottoscrivete le nostre notifiche push!