A seguito del nostro precedente post, nel quale vi abbiamo suggerito gli 8 tool di analisi indispensabili nel content marketing, oggi vogliamo soffermarci sulla fase organizzativa della pubblicazione di contenuti.

leevia moleskine
La cara e vecchia agendina, sempre più spesso, viene affiancata (alle volte sostituita del tutto) con strumenti più tecnologici e moderni.

Oggi vogliamo parlarvi dei tool indispensabili per la creazione di un calendario editoriale.

Sia che siate i soli ad occuparvi di blog e pagine aziendali, sia che siate una squadra composta da molte persone, il calendario editoriale è fondamentale per evitare di trovarvi senza contenuti da pubblicare.
Di seguito la nostra lista di tool gratuiti ed indispensabili, per l’organizzazione e la pianificazione dei contenuti da pubblicare sul vostro blog o sui vostri canali social.

1.Trello

Trello è un interessante strumento per il lavoro in team, poiché permette di creare una board aziendale alla quale aggiungere i differenti step di creazione di un contenuto.

schermata trello content marketingCreando una sezione “idee”, ogni componente del team potrà inserire al suo interno idee per nuovi post e contenuti. Dalla sezione idee parte tutto: ogni membro del team, può commentare ed aggiungere file per lo sviluppo del contenuto, snellendo massivamente la comunicazione.
Insomma, una bella bacheca aziendale a cui attaccare dei post it in formato digitale.
Trello può essere utilizzato anche da chi ha un blog personale poiché permette di raccogliere idee e fissare delle scadenze. Questo utilissimo tool è disponibile sia per mobile che per desktop, rendendolo utilizzabile in qualsiasi momento.


2. WordPress Editorial Calendar

Avete un blog personale su WordPress, scritto e curato da un solo autore?
Wordpress Editorial Calendar è un plugin free, adatto alla creazione del vostro calendario editoriale.

wordpress calendar content marketing Essendo un plugin gestibile da un solo utente, non ha particolari funzioni, se non quella fine a sé stessa della gestione dei contenuti da pubblicare.

3. Google Calendar

Il calendario di Google non ha bisogno di grosse presentazioni. Google Calendar, nella gestione di un piano editoriale, può essere utile sia per il singolo utente, sia per un team.

Google calendar content marketing
Quello che vedete nell’immagine, è il mio calendario editoriale personale. Utilizzare Google
Calendar è molto semplice. Se lo utilizzate già per gli impegni di tutti i giorni, vi consiglio di creare una voce ex novo cliccando su “I miei calendari”, procedendo alla creazione di “Piano editoriale”.
Per inserire i post pianificati nel vostro calendario, non dovete far altro che cliccare sul giorno di pubblicazione e procedere con l’inserimento del titolo del post.
Le opzioni di condivisione di Google Calendar, permettono di condividere il piano editoriale con persone specifiche, rendendolo uno strumento adatto al lavoro di un team.

4. PostPickr

PostPickr è un tool adatto alla creazione di calendari editoriali per i social media.

postpickr schermata content marketing PostPickr è disponibile in versione free o a pagamento.
Chiaramente la versionegratuita, ha delle limitazioni, ma per un utilizzo personale e per piccoli team, è estremamente utile. PostPickr permette la programmazione di post già ottimizzati per i vari social, e con la versione free, si possono collegare fino a 12 account.
A questo tool si può collegare Google URL Shortener per abbreviare i link. Disponibile anche la sezione Analytics per tenere monitorati i risultati dei post condivisi.

5. Google Drive

Anche un cloud come Drive può essere utile per la creazione di un piano editoriale.
Gestibile sia da singolo utente che da membri di un team.

Google Drive content marketing Essendo collegato a tutti i servizi Google, è molto comodo.
Creando dei documenti attraverso Google Docs, si possono creare dei fogli virtuali sui quali appuntare idee, note e bozze di post a cui tutti gli utenti possono apportare modifiche. Inoltre, potrete sviluppare un vero e proprio calendario attraverso i fogli di calcolo, in cui tutti gli utenti possono indicare idee per post da pubblicare sul blog aziendale.

Non siete Google dipendenti? Servizi di cloud vengono offerti anche da Dropbox e One Drive.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy.

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’Informativa privacy. Accetto i termini d'uso, incluso l'utilizzo dei cookie.