Snapchat è un’app di messaggistica istantanea, disponibile per iOS e Android, creata e lanciata nel

lontano 2011 da Bobby Murphy e Evan Spiegel. La sua particolarità è che i messaggi inviati si autodistruggono dopo pochi secondi dalla visualizzazione.

Una piccola premessa su Snapchat:

La app del fantasmino è frequentato da utenti di età compresa soprattutto tra i 18 ed i 34 anni, di cui il 60% ha meno di 25 anni. Il target di riferimento, è quindi quello dei giovanissimi.

Gli utenti attivi mondiali giornalieri, sono circa 200 milioni, ed il numero è sempre più in crescita.

Ecco un piccolo riassunto dei numeri della chat:

Snapchat - Statistiche utilizzo

L’ultimo dato relativo al mercato italiano si ferma al marzo 2015, dove secondo una ricerca Audiweb-Nielsen è risultato che gli utenti attivi italiani erano pari a 256.000

Ma perchè Snapchat ha le carte in regola per essere un valido strumento di
marketing?

Snapchat sta sempre più prendendo piede nelle campagne marketing, soprattutto grazie al segmento di mercato a cui si riferisce. Come anticipato poche righe fa, l’età dei maggiori utilizzatori di questo servizio di messaggistica istantanea è compresa tra i 18 ed i 34 anni.

Parliamo di Generazione Y e Generazione Z, target di riferimento per lo studio e l’attuazione delle moderne strategie di digital marketing.

Snapchat

Flightpath

Già il target dei Millennials (Generazione Y), ha delle aspettative molto alte nei confronti dei
brand. Il target della Generazione Z, è una sorta di evoluzione:
Aspettative più alte e minor soglia di attenzione.

Gli studi effettuati sulla Generazione Z, dimostrano che il tempo di attenzione medio è pari ad 8 secondi.

Snapchat, sfrutta proprio questo elemento chiave: essendo i contenuti temporanei, gli utenti, sono costretti a guardare i contenuti in real time per essere certi di non perdersi nemmeno il più piccolo aggiornamento.

Altri elementi chiave nello Snapchat marketing

  1. App in continua evoluzione:
    Gli sviluppatori di Snapchat, sono molto attenti alle esigenze dei propri utenti.
    L’introduzione continua di novità e funzionalità, permette agli addetti lavori del digital marketing di dare sfogo alla creatività.
  2. I followers di Snapchat sono lead reali:
    Per poter seguire un’azienda, i followers devono farlo attraverso uno username o un QR code.
    Così facendo, le aziende hanno la certezza che i followers siano realmente interessati al loro brand e possono permettersi di attivare un tipo di comunicazione più vicina al cliente.

Come creare una strategia marketing con Snapchat

Analizzare il target:

Per la creazione di una strategia di content marketing su Snapchat, bisogna tenere in considerazione il target di riferimento. I contenuti dovranno essere immediati, e possibilmente differenziati in base alla tipologia di utenti a cui ci si rivolge.

Creare interesse:
Creazione di contenuti immediati, che catturino l’attenzione degli utenti, di modo da spingerli a non perdersi alcun aggiornamento sul vostro brand.

Sfruttare gli influencer:
Come per tutti i social, anche su Snapchat esistono utenti più influenti di altri.
Gli Snapchatter più famosi, possono essere utilizzati per promuovere il tuo brand e aumentare la lista di potenziali clienti interessati.

The Huffington Post

Utilizzare altri social per portare traffico su Snapchat:
Molti brand stanno utilizzando altri social per implementare il traffico su Snapchat.
E’ sufficiente la creazione di un’immagine di copertina o un’immagine profilo che richiami l’iscrizione al canale, piuttosto che creare una call to action nei post pubblicati.

Casi studio Snapchat marketing

Le case history di maggiore successo, risalgono a qualche tempo fa.
Attualmente, non abbiamo dati importanti come quelli ottenuti dalle campagne sotto riportate:

H&M – Polonia
Il noto brand fashion low cost, ha utilizzato Snapchat in un modo molto creativo.
Nel 2014, in uno store del noto brand è stata organizzata una speciale caccia al tesoro: gli addetti ai lavori, hanno nascosto in vari angoli del negozio, dei biglietti per entrare ad un party molto esclusivo.
La campagna consisteva nell’invio di indizi via Snapchat agli utenti, per permettere il ritrovamento dei biglietti.

Risultato della campagna?
+ 943 nuovi follower e più di 3 milioni di utenti attivi all’interno della campagna.

Calvin Klein – Self Exploration Lab
Correva sempre l’anno 2014, quando Calvin Klein ha deciso di sfruttare la combinazione tra Snapchat e Tumblr per la creazione di una campagna molto particolare.

Questa campagna ha visto coinvolte la pop star coreana Taeyang e la modella Edie Campbell, alle quali è stato chiesto di farsi un selfie o in alternativa un breve video in una stanza denominata “Self Exploration Lab”.

Il tutto è stato condiviso con i followers del brand. I 200 contenuti creati, hanno portato 140.000 visite al canale e circa 16 milioni di tweet relativi alla campagna.