Buon primo lunedì di novembre, molte nuove feature legate ai social network più usati o nuovi servizi sono stati lanciati la scorsa settimana, vediamo subito nel dettaglio le novità più importanti per quanto concerne il Social Media Marketing e il Digital Marketing 

Instagram lancia Shopping

Il popolarissimo social network delle immagini continua la sua corsa quasi giornaliera ad aggiungere nuove feature e nuove possibilità appetibili per i brand e le aziende. La scorsa settimana, ha introdotto una nuova feature che permette di taggare i prodotti nelle foto per poter rimandare l’utente ad ulteriori pagine esplicative sull’oggetto e dare quindi la possibilità di acquistarlo attraverso l’e-commerce dell’azienda, il tutto senza uscire dall’app.

weekly marketing recap 7 nov insta

 

Una soluzione apparentemente brillante a quello che è attualmente il problema dei link esterni sull’app, che sono fondamentalmente vietati, a parte il link della bio. In questo modo invece l’azienda può inserire un link relativo al proprio shopping online e dare inoltre informazioni ulteriori ai propri follower sui prodotti ritratti nelle foto. Al momento la nuova funzione è in testing solo per alcuni brand US, al termine del periodo di prova Instagram rilascerà la funzione per tutti.

LinkedIn lancia Salary

Qual è lo stipendio che dovresti accettare per la tipologia di lavoro che ti viene offerta? Questa la domanda a cui la nuova funzione di LinkedIn cerca di dare risposta. Attraverso infatti i dati raccolti (per il momento solo negli USA) da beta tester che hanno accettato di condividere la propria retribuzione, gli sviluppatori del popolare social network hanno costruito un’algoritmo che in base al tipo di lavoro, alla zona geografica, al livello di competenza, istruzione ed esperienza, nonché al numero di ore di lavoro settimanale, può indicare lo stipendio medio che dovresti percepire. Una funzione utile e che permetterà agli utenti di individuare le competenze su cui puntare per poter guadagnare di più, ma anche per avere un parametro di giudizio ulteriore in caso di nuova offerta lavorativa. Salary per ora è limitato solo agli USA, ma il social network si aspetta di ingrandire a breve il suo raggio d’azione. LinkedIn si sostituirà alla contrattazione sindacale?

weekly marketing recap 7nov linkedin

Microsoft lancia Microsoft Teams

Settimane di lavoro intenso a Microsoft che, dopo aver lanciato il nuovo hardware, ha presentato una novità software pensata appositamente sul target business a cui ormai sempre di più si sta rivolgendo, ovvero uno strumento di comunicazione inter-aziendale molto simile a Slack.

Teams, questo il nome del nuovo servizio, si aggiunge quale nuovo strumento messo a disposizione all’interno del pacchetto Office 365, il bundle a costo mensile che comprende le app di Office e il Cloud Microsoft. La volontà è quella di utilizzare questa nuova funzione come una “colla” che unisca tutti i servizi di Office 365, dal cloud, alle note a Skype. Graficamente e a livello di usabilità ricorda molto Slack, a parte l’uso di conversazioni che si possono raccogliere a thread, ma sarà interessante verificare il livello di apertura di Teams rispetto a servizi al di fuori del mondo MS (come Dropbox per esempio).

Nel frattempo Slack ha risposto in modo non propriamente originale, attraverso la pubblicazione di una lettera aperta sul New York Times.

weekly marketing recap 7nov slack

Dimostrando in modo inequivocabile, a detta di tutti, di avere una grandissima paura della “discesa in campo” di MS.

Ricordiamo che in un’altra occasione lo stesso tipo di comunicazione non ha “portato bene”:

 

Rdio ha chiuso lo scorso novembre. In bocca al lupo, Slack.

Twitter rilascia Highlights per iOS

Highlights, un servizio che avvisa l’utente dei nuovi tweet che potrebbero interessargli, e che era già presente su Android, è stata implementato anche nella versione iOS. In pratica una summa dei tweet che ci si è persi raccolti in modo da semplificare il caos davanti a cui si trova l’utente ogni volta che apre l’app.

Allo stesso modo anche un buon modo per cercare di far aprire l’app più spesso agli utenti più “casual”.

weekly marketing recap 7nov tw

 

Il mobile supera il desktop negli accessi ad Internet

Secondo StatCounter, che ha monitorato 2,5 milioni di siti web e 15 miliardi di pagine viste, l’accesso alla rete da mobile, dopo anni di rincorsa, ha superato l’accesso da desktop, per 51,26% contro il 48,74%. Un traguardo atteso e certamente non inaspettato, trainato soprattuto dai paesi in via di sviluppo, come l‘India, in cui il “consumo web” è mobile al 78%. In Italia, anche questo non inaspettatamente, invece il desktop è ancora la modalità più usata per la navigazione, con il 64% contro il 30%. Inutile dire che il dato nei prossimi anni si consoliderà e che si dovrà sempre più pensaremobile first“. Vedasi a tal proposito il restyling del famoso sito di news tecnologiche “TheVerge“, ripensato completamente con l’ottica di dare la migliore usabilità dallo smartphone.

Bonus della settimana: Adobe ha dimostrato un nuovo prodotto

Vi lasciamo con il video della dimostrazione di un nuovo prodotto a cui Adobe sta ancora lavorando, in grado di speakerare un testo scritto attraverso qualunque voce. Già, potete in potenza far dire qualunque cosa a chiunque, vi basterà disporre di un “sample” vocale da cui il software trarrà le basi per costruire le altre parole.

Noi siamo rimasti impressionati:

E anche per questa settimana è tutto, se volete sempre restare aggiornati sulle ultime novità di Social Media Marketing e Digital Marketing iscrivetevi alla nostra newsletter!

Iscriviti alla Newsletter ▸