Cos’è successo nel mondo digital durante la settimana appena trascorsa? Scopriamolo con la Weekly marketing recap

Quella appena trascorsa è stata una settimana tranquilla dal punto di vista di Facebook, che chiude la settimana con solo due piccole novità: fotocamera Instagram con UX migliorata e il lancio di una nuova app standalone.

Tutt’altra aria tira in casa Google, che conferma un nuovo cambio di algoritmo in fase di roll out in tutto il mondo. Ma cosa cambierà per i siti web? Scoprilo, insieme ad altre notizie, nella nostra Weekly marketing recap dell’11 maggio.

Google conferma l’aggiornamento di algoritmo

Il 4 maggio, Danny Sullivan di Google ha confermato il lancio di un aggiornamento dell’algoritmo del motore di ricerca, ufficialmente noto come May 2020 Core Update.

Questo è il secondo aggiornamento confermato da parte della società per il 2020, il primo è stato a metà gennaio, e servirà ad adattare i risultati di ricerca alle esigenze degli utenti.

Il mondo è cambiato molto rapidamente e radicalmente da quando è stato dichiarato lo stato di emergenza sanitaria in quasi tutto il mondo, portando a modifiche significative anche nel comportamento di ricerca.

Prima di oggi, Google ha affermato che non sono mai state fatte così tante ricerche per un singolo argomento, come nel caso del nuovo coronavirus COVID-19. Questo sottolinea il fatto che la pandemia globale che stiamo vivendo ha cambiato ciò che le persone richiedono ai risultati di ricerca di Google.

Sia che si stiano ricercando informazioni sul virus stesso o attività che offrono servizio delivery e / o take away, oggi sono diversi i siti web che possono guadagnare di rilevanza. Al contrario, categorie che fino a quattro mesi fa erano altamente rilevanti, come viaggi, spettacoli ed eventi, ad oggi non vengono più ricercate.

Con il Core Update di maggio 2020, Google si trova di fronte alla sfida unica di mettersi al passo con le ricerche di tutto il mondo.

Cosa possiamo fare noi?

Le indicazioni da parte della società, relative a questo aggiornamento, restano le stesse degli update passati.

Storicamente, Google ha sempre detto che non c’è nulla da correggere se il ranking si abbassa dopo un Core Update. Piuttosto, i proprietari di domini web sono invitati mantenere un’alta qualità dei contenuti. Nella pratica, questo significa di sforzarsi, quanto più possibile, per rendere ogni pagina web la risorsa migliore per una query specifica di un utente.

Novità nella fotocamera di Instagram

Instagram sta per lanciare un aggiornamento che renderà più semplice la navigazione all’interno delle funzioni della sua fotocamera.

La divisione principale sarà tra “Live” e “Storia”, rendendole due cose chiaramente separate in ottica di UX migliorata. Cliccando su una o sull’altra opzione si potrà più facilmente accedere a quelle che sono le feature disponibili.

Gli strumenti, al contrario di oggi, si troveranno sul lato sinistro dello schermo e avranno un menù a scorrimento verso il basso. Qui si potrà scegliere tra le modalità Boomerang, Crea, Layout e tutte le funzionalità creative già disponibili ad oggi.

I filtri avranno un apposito menù nella parte inferiore dello schermo e potranno essere utilizzati in combinazione a tutte le modalità di creazione.

Infine, novità certo non da poco, la nuova videocamera Instagram imparerà da te mentre la utilizzerai. In pratica, grazie all’apprendimento automatico, l’aggiornamento permetterà l’identificazione degli strumenti che utilizzi di più e li classificherà di conseguenza per consentire un accesso più semplificato alle feature più amate.

Facebook lancia una versione di prova di una nuova app

Facebook sta testando un’app per fornire la navigazione internet gratuita nei Paesi in via di sviluppo. Discover, disponibile da mobile e come app Android standalone, consente agli utenti di navigare su diversi siti web utilizzando un saldo giornaliero fornito dagli operatori mobili partner.

L’app è in fase di test in Perù, attraverso la partnership con operatori di telefonia selezionati. Unico neo è che, utilizzando dati gratuiti, Discover supporta solo il traffico a bassa larghezza di banda, pertanto video ed audio non sono supportati.

Facebook dichiara che la cronologia di navigazione non verrà raccolta ed utilizzata per annunci pubblicitari. Inoltre, gli utenti non avranno nemmeno bisogno di un account Facebook per utilizzare Discover.

Questo è il secondo tentativo di Facebook all’interno dell’iniziativa Free Basics, che mira a fornire l’accesso ad internet anche dove vi sono forti problemi di connettività. Il primo si è interrotto bruscamente in India, quando il Paese lo ha vietato in violazione dei principi di neutralità della rete.

Dopo questo primo test in Perù, Facebook conta di lanciare Discover in altri Paesi, tra cui Thailandia, Filippine e Iraq.

Google lavora alla protezione con Face ID per iPhone e iPad

Sulla base delle ultime ricerche per proteggere i documenti Drive, Google ha deciso di lanciare un riconoscimento tramite Face ID o Touch ID per l’app dedicata ad iPhone e iPad.

Puoi impostare la schermata Privacy in modo che si attivi non appena passi ad un’altra app sul telefono o tablet, oppure ritardarla di 10 secondi, un minuto o 10 minuti per evitare di dover scansionare il viso durante azioni multitasking.

Una nuova feature certo molto gradita dai possessori di questi dispositivi. Attendiamo il momento in cui verrà resa disponibile per tutti.

Le LinkedIn Stories partono dal Brasile

Nel mese di febbraio si era diffusa la notizia del lancio delle LinkedIn Stories, ma non vi era idea sulle tempistiche di rilascio di questa nuova funzionalità.

Nella settimana appena trascorsa la feature è stata rilasciata in Brasile e sembra che l’implementazione globale sia imminente.

Nel caso in cui tu te lo sia perso, LinkedIn Stories è il nuovo strumento che consente ai membri e alle organizzazioni iscritte alla piattaforma di condividere immagini e brevi video dei loro momenti professionali. Come nel caso di Snapchat, Facebook, Instagram ed altre piattaforme, le Stories su LinkedIn restano pubblicate per 24 ore.

Cosa sappiamo delle storie di LinkedIn

  1. I singoli profili o amministratori di Pagine possono creare Stories per catturare immagini e video utilizzando l’app mobile LinkedIn. Per il momento, la creazione di LinkedIn Stories sarà limitata solo all’app.
  2. I membri di LinkedIn possono visualizzare le storie pubblicate utilizzando la loro app, attraverso miniature circolari presenti nella parte superiore del feed.
  3. La durata massima dei video è di 20 secondi.
  4. Le Stories restano pubblicate per 24 ore. Tuttavia, i membri possono salvare i frame.
  5. Le Stories possono essere condivise con altre persone tramite messaggio privato e si potranno inviare messaggi al creator della storia direttamente da un riquadro di risposta. La limitazione, in questo caso, è che potrai scrivere solo a connessioni di primo grado. Inoltre, almeno per il momento, non potrai inviare messaggi alle Pagine.
  6. Il creator potrà vedere l’elenco delle persone che hanno visualizzato la sua storia.
  7. Una LinkedIn Stories non potrà essere modificata dopo la pubblicazione.

La decisione di LinkedIn di adottare il formato Stories è stata pesantemente criticata, ma è certo che questo formato sia il presente (e probabilmente anche il futuro) della condivisione e fruizione di contenuti sulla maggior parte delle piattaforme.

LinkedIn sta testando un nuovo strumento di introduzione video per le candidature di lavoro

Può essere molto difficile sapere se un candidato è giusto solo guardandone il CV ed è ancora più difficile scremare quando ci si trova sommersi da migliaia di candidature. Ecco perché, per aiutare i datori di lavoro nel trovare candidati di qualità e con le giuste competenze trasversali, LinkedIn sta testando una nuova funzione di introduzione video.

Questa feature consentirà alle aziende di invitare i candidati più qualificati a rispondere ad un massimo di due domande, tra cui “Raccontami di te” oppure “Descrivi il tuo progetto più impegnativo” ed aiuterà chi è in cerca di lavoro a mostrare il proprio lato umano.

Inoltre, poiché le competenze trasversali sono estremamente importanti e difficili da valutare, le presentazioni video consentiranno di individuarle e metterle al centro del processo di candidatura.

Questa funzione non è ancora disponibile per tutti. I clienti che utilizzano New Recruiter e Jobs lo riceveranno per primi e LinkedIn, solo successivamente, penserà ad un roll out più generale.


Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità del mondo digital? Iscriviti alla newsletter!

Riassunto
Google annuncia il May 2020 Core Update: Weekly marketing recap dell'11 maggio
Titolo Articolo
Google annuncia il May 2020 Core Update: Weekly marketing recap dell'11 maggio
Descrizione
Tra le diverse novità di questa settimana, troviamo l'annuncio di Google del suo May 2020 Core Update. Questo aggiornamento si adatta a quelle che sono le nuove ricerche a livello mondiale incentrate sul COVID-19 e andrà a lavorare sulla pertinenza di siti web che possono essere più o meno coinvolti in questo periodo. Altre novità anche in casa LinkedIn, Facebook e Instagram. Scopri di più nella Weekly marketing recap di oggi.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore