Chi gestisce i budget per le campagne Facebook ADS si sarà di certo imbattuto nel cosiddetto Breakdown Effect.

Si tratta di quando aumentando gradualmente il budget per la campagna si nota anche un aumento per il costo per risultato.

La learning machine di Facebook cerca di trovare il miglior traffico al miglior costo ma quando si sceglie di aumentare il budget dopo averlo impostato inizialmente è come se la macchina iniziasse a non fare bene il suo lavoro.

Grafico di Alex Fedotoff

Lo studio di Alex Fedotoff ha dimostrato che è possibile superare questo problema facendo attenzione al setup delle AD.

Quando può capitare di imbattersi nel Breakdown Effect?

Alcuni test hanno messo in evidenza questo problema per grandi budget, quindi oltre i 10/20$ al giorno.

Il Breakdown Effect accade solo nelle strategie di offerte automatica. Infatti non ci sono degli evidenti effetti nella strategia manuale, ovvero quando si limita manualmente. Nonostante questo aspetto positivo non si consiglia di usare la strategia di offerta manuale in quanto è anche fin troppo limitante e potrebbe non generare traffico.

Come si può superare il Breakdown Effect?

A livello di gruppi di inserzioni non si deve usare solo un posizionamento. L’ideale è usare il posizionamento automatico specialmente quando le campagne devono rimanere attive per lungo tempo.

Noi aggiungiamo una piccola nota data dalla nostra esperienza, infatti quando comunque si vuole evitare la dispersione in determinate posizioni perché sappiamo già da test precedenti che non convertono, DOBBIAMO eliminarli e farli fuori. Infatti usare il posizionamento automatico può essere ottimo solo in fase di ANALISI per vedere davvero se le nostre ipotesi sono vere o meno. I posizionamenti possono essere testati separatamente per controllarne costi e risultati.

In ogni caso rimane valido il consiglio di Alex Fedotoff di usare più di un posizionamento, perché quando si usa la CBO (Campaign Budget Optimization) e uno di questi risulta saturo per via del tempo sarà Facebook in automatico che andrà verso il secondo posizionamento per continuare a dare dei risultati.

Una chicca davvero interessante dello studio di Fedotoff è il consiglio di usare differenti account condividendo lo stesso pixel per far partire più campagne con le stesse ads. Questo è consigliato però a Budget davvero elevato ovvero oltre i 100k al mese.

Cos’è la CBO e da dove si imposta

Il 27 febbraio 2020 è una data decisiva per tutti i Facebook ADS Specialist: infatti dopo un anno di rodaggio, in cui prima era solo facoltativo, il Gestore delle Inserzioni obbliga tutti noi a impostare il bugdet già a livello di Campagna, ovvero nella prima fase della creazione quando si sceglie l’obiettivo.

CBO facebook

Le strategie di offerta della campagna che possono essere scelti sono:

  • Costo inferiore: ottieni il maggior numero di risultati per il tuo budget;
  • Limite costo: controlla i tuoi costi ottenendo il volume maggiore di risultati per il tuo budget;
  • Limite dell’offerta: controlla l’offerta in ogni asta;
  • Costo desiderato: ottieni un costo per risultato costante.

Noi abbiamo selezionato come obiettivo “Conversione” ed ecco la fase successiva:

conversione facebook ads

In fase di setup del gruppo di inserzioni scegliamo la conversione che noi vogliamo sia il risultato. E il resto procede come sempre con tutto il resto dell’impostazione.

Se il tuo obiettivo è fare Lead Generation ti consigliamo l’articolo di approfondimento dedicato.

Vuoi ricevere altri consigli sulle Facebook ADS?

Riassunto
Facebook ADS Breakdown Effect: cos'è e come superarlo
Titolo Articolo
Facebook ADS Breakdown Effect: cos'è e come superarlo
Descrizione
Come risolvere il breakdown effect nelle Facebook ADS: aumentando il budget per la campagna c'è aumento per il costo per risultato.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore