Condividi

Che cos’è, come misurare e migliorare l’engagement rate sui social media

L’engagement rate è quella metrica che misura il livello di coinvolgimento che un contenuto, o più in generale una pagina o profilo business, sta ricevendo dal suo pubblico di riferimento, ovvero quante persone stanno interagendo con esso. Questo può essere influenzato da diversi fattori quali commenti, condivisioni, Mi piace e altre azioni compiute dagli utenti (es. salvataggio del post).

Come calcolare l’engagement rate

Il calcolo dell’engagement rate può variare dal tipo di piattaforma alla quale ci si riferisce, ma anche dal contenuto che si intende misurare.

Engagement Rate di un iniziativa online (concorsi, operazioni, manifestazioni a premi)

Come facciamo a comprendere se la nostra landing page sta convertendo bene? Calcolando il tasso di coinvolgimento tra il numero di visitatori della pagina web e le conversioni finali. Quindi ad esempio se il nostro obiettivo è far scaricare un eBook dovremmo calcolare il numero totale dei visitatori diviso il numero di scaricamenti dell’ebook.

La stessa logica la seguiamo per le iniziative online. In questo caso la conversione finale è il numero di partecipanti quindi la formula sarà:

( Numero totale dei partecipanti / Totale numero dei visitatori della landing page ) x100

Importante: utilizziamo sempre i visitatori unici e non le visualizzazioni, in quanto vogliamo conoscere il coinvolgimento per singolo utente.

Tasso di coinvolgimento di una pagina Facebook o profilo Instagram

Per esempio, se si desidera calcolare l’engagement rate di un un profilo Instagram o di una pagina Facebook è necessario prendere la somma delle interazioni di tutti i contenuti, per il periodo di tempo che si intende analizzare, e dividerlo per il numero dei post creati. Poi, ancora, per il numero di fan.

Quindi la formula per calcolare l’engagement rate su Instagram (o Facebook) è:

(interazioni totali tra tutti i post / numero totale dei post) / numero dei followers totali = il risultato x100

Per essere più pratici, facciamo un’ipotesi: il profilo Instagram che vogliamo analizzare ha 2.500 interazioni totali e un totale di 20 post, con una follower base pari a 580 persone. Quindi faremo: 2.500 : 20 = 125. E, ancora, 125 : 580 = 0,21. Questo, moltiplicato x 100, sarà il nostro tasso di coinvolgimento.

Esiste altresì una variante di calcolo che prende in considerazione la reach della pagina al posto del numero di fan. Anche qui è bene prestare attenzione all’arco temporale analizzato, prendendo in considerazione reach e dati di interazione dello stesso periodo.

Engagement rate di un contenuto specifico

Esiste la possibilità di conoscere anche l’engagement rate di un contenuto specifico, ovvero quanto lo stesso ha generato coinvolgimento per l’audience di destinazione.

Questo si può calcolare in modo molto semplice tenendo conto della somma delle interazioni ottenute diviso il numero delle persone che hanno visto il post. Il tutto moltiplicato per 100.

La formula quindi sarà:

(totale interazioni / numero di persone che hanno visto il post) x100

Quindi, se il nostro post ha ottenuto 250 interazioni ed è stato visto da 500 persone, il nostro tasso di coinvolgimento verrà così calcolato: (250 : 500) x 100 = 50%.

Tool per il calcolo dell’engagement rate

Il tasso di coinvolgimento, oltre che attraverso formule manuali, può anche essere calcolato attraverso tool specifici. Not Just Analytics (es Ninjalytics), per esempio, consente di calcolare l’ER di tutti i profili Instagram business. Inoltre, scegliendo un piano a pagamento, è possibile ottenere della analisi approfondite sui singoli contenuti.

Altro tool sicuramente tra i più conosciuti è Phlanx, anch’esso in grado di calcolare il tasso di coinvolgimento generale dei profili Instagram.

Questi sono solo due, ma la maggior parte degli strumenti di analisi utilizzati in fase di reportistica offre panoramiche corrette sull’ER di qualsiasi pagina Facebook o profilo Instagram Business.

Perché è importante conoscere il tasso di coinvolgimento

L’engagement rate è la metrica più accurata per ottenere una rappresentazione chiara dell’andamento dei contenuti rispetto alla strategia creata in fase iniziale e consente di capire quali post sono più apprezzati dagli utenti e quali meno.

Di fatto, si tratta di un dato più che completo che ci consente di determinare lo stato di un qualsiasi profilo business.

Allo stesso tempo, però, il calcolo dell’ER non tiene conto del peso delle interazioni. Questo vuol dire che un commento, nonostante richieda più sforzo, avrà lo stesso valore di un Mi piace.

Strategie per il miglioramento dell’engagement rate

Partiamo sempre da un presupposto fondamentale: i contenuti derivano sempre da una strategia, ma essa non è mai stata scolpita sulla pietra. Questo significa che i post vengono sempre creati seguendo i principi di una social media strategy fatta a monte, la quale tiene conto di diversi fattori tra cui le social personas, ma essendo Instagram e Facebook (ma anche LinkedIn e TikTok) dei canali in costante evoluzione, questo non significa che nel tempo non si possano effettuare delle variazioni.

Per esempio, da un’analisi iniziale potremmo aver deciso di rivolgere i nostri contenuti prevalentemente ad un pubblico femminile di età compresa tra i 25 ed i 35 anni. In realtà, con il tempo, scopriamo che il nostro target è molto più largo e allora si andrà a modificare la strategia, di conseguenza i contenuti proposti.

Analizzare e comprendere la propria audience è sicuramente il primo passo per il miglioramento dell’engagement rate, in quanto solo attraverso l’ascolto è possibile creare dei post che siano interessanti per il pubblico di destinazione. Inoltre, effettuare delle verifiche periodiche su quali tipologie di post sono piaciuti di più e quali di meno aiuta gli utenti a sentirsi a proprio agio con i contenuti proposti, spingendoli il più lontano possibile dall’orribile tastino “Non seguire più”.

Infine, ma non certo per importanza, anche un Instagram Giveaway o un Social Contest può aiutare a migliorare notevolmente l’engagement rate sui social media di un’azienda. Grazie alla messa in palio di un premio, ovviamente che sia pertinente con i valori della community, è possibile creare un pubblico fidelizzato e ancor più coinvolto sui canali social. Un discorso simile vale anche per i freebie Instagram, che non sono dei contest online in quanto la gratuità del premio (che sia un e-book, un video, una consulenza, ecc.) è per tutti e prescinde da fattori quali fortuna o abilità.


Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti ogni lunedì?

Riassunto
Come misurare l'engagement rate
Titolo Articolo
Come misurare l'engagement rate
Descrizione
Tutto quello che dovresti sapere sull'engagement rate sui social media: che cos'è, come si misura e come coinvolgere la community per migliorarlo.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore
Condividi