Condividi

Oggi vogliamo parlarvi di Live Hangouts, uno strumento di marketing estremamente sottovalutato, ma con enormi potenzialità.


Big G ha creato uno strumento davvero interessante che permette di rivedere le modalità di comunicazione e promozione aziendali, creando nuovi scenari e appetitose occasioni in termini di visibilità.

I Live Hangouts, oltre a fornire visibilità al brand, sono un canale diretto per entrare in contatto con clienti acquisiti e/o potenziali.

Creare un Hangout On Air equivale a creare un vero e proprio evento online.

Cosa serve per creare un Live Hangout?

Per creare un Hangout in diretta, servono solo due strumenti che probabilmente avrete già a vostra disposizione:

  • Un account Google+
  • Un canale Youtube

Gli account Youtube e Google+ devono essere necessariamente collegati, ed è possibile farlo in pochissime mosse.
Gli Hangouts On Air sono aperti a tutti, ed è possibile seguirli eventualmente in differita su Youtube.

Incorporando il player di Hangouts sul vostro sito o blog, potrete creare interesse
intorno al vostro brand, stimolando il potenziale cliente/fan a seguirvi nel vostro
prossimo evento on line.

Come si possono sfruttare gli Hangouts On Air nel marketing?

I Live Hangouts, possono essere utilizzati per creare eventi di Q&A.
Creando eventi di questa tipologia, creerete interazione con i clienti acquisiti e/o potenziali, aiutandoli a sentirsi parte integrante del vostro brand.
Attualmente, i brand che ottengono maggiore consenso, sono proprio quelli che incorporano gli utenti finali, nella propria strategia di marketing.

Creare un brand human friendly è, al giorno d’oggi, il modo migliore per acquisire e fidelizzare clienti.

Fonte Marketing Week – Classifica
dei brand più human friendly (anno 2014)

Creando eventi live attraverso Hangouts, il pubblico di riferimento sarà molto propenso a condividere i video sui propri profili social, con conseguente aumento della copertura del vostro brand.
Per ottenere risultati ancor migliori, potreste mettere insieme un gruppo di esperti del vostro settore di riferimento per rispondere alle domande dei membri del pubblico.
In questo modo, avrete selezionato degli influencers che promuoveranno l’evento attraverso tutti i loro canali, espandendo ancor di più la vostra copertura social.

Quali sono i settori che maggiormente potrebbero beneficiare dei vantaggi offerti da Hangouts?

Di seguito troverete quelli che sono, secondo noi, i settori che potrebbero trarre più vantaggi attraverso i Live Hangouts:

FASHION

Un esperimento nel settore moda è già stato effettuato dalla rivista Glamour. Il noto brand editoriale dedicato al settore fashion, nel 2013, ha provato a lanciare una serie di Hangouts sponsorizzati da aziende come L’Oréal Paris, Pantene, Suave, SlimFast e altri.

Il format è molto semplice, sfruttando i prodotti degli sponsor, gli esperti di Glamour si sono occupati di fornire consigli utili agli spettatori, anche interagendo con gli stessi.

Purtroppo, correva l’anno 2013, anno in cui i social non erano ancora così fondamentali all’interno delle nostre vite.

Google+ non era nato da molto e contava solo 343 milioni di utenti attivi mondiali, contro i 693 milioni di Facebook.

La campagna Glamour, non ha riscosso grande successo, fermandosi a soli 8 Live Hangouts.

Pensando di riproporla oggi, era nella quale siamo sempre e costantemente social-connessi, una campagna di questo tipo potrebbe avere dei risultati molto positivi.

Gli Youtuber hanno superato il miliardo, gli utenti attivi Google+ sono circa 440 milioni e pensando alle condivisioni su Facebook, che oramai conta 1,55 miliardi di utenti attivi, il successo è assicurato.

Come narra una bella canzone…

“It was just that the time was wrong…”

TRAVEL

Pensando ad un Live Hangout relativo al settore travel, cosa vi viene in mente?

Nell’era in cui si sta sempre più affermando il DIY anche nel settore viaggi, non vi piacerebbe un’agenzia viaggi online ma che fornisca gli stessi servizi dell’agenzia sotto casa e magari anche di più?

Come potrebbe essere possibile, vi starete chiedendo!

Viaggi su misura, turismo esperienziale creato sulle esigenze del cliente.

Creando degli Hangouts on Air relativi al settore viaggi, si potrebbe creare una sorta di Q&A per comprendere le esigenze di viaggio dei vostri potenziali clienti, andando a comporre il viaggio dei sogni attraverso i desideri da loro espressi.

O ancora, se siete degli host potrete raccontare ai clienti quali sono le vostre particolarità.

Avete un b&b nella vostra azienda enogastronomica?

Perché non riprendere momenti particolari come la raccolta dell’uva, oppure creare un evento legato all’abbinamento dei vostri vini con particolari prodotti del luogo?

Sapersi raccontare e creare coinvolgimento nei clienti, sono le chiavi del successo
in una campagna di marketing moderna.

Non solo fashion e travel, ci sono altri settori che possono trarre vantaggi dagli Hangouts on Air

I campi di applicazione sono infiniti, e vogliamo suggerirvene ancora qualcuno:

FOOD

Siete ristoratori? Perché non svelare una delle vostre ricette ai vostri clienti?

Magari preparandola insieme in un Live Hangouts.

WEB AGENCY

Avete un’agenzia che si occupavdi promozione web con un blog nel quale raccontate le vostre case history o le novità in campo di web marketing?

In alternativa al post originale, ogni tanto fate vedere i vostri volti e fate sentire le vostre voci.

PMI

Svelate i retroscena della vostra azienda, soprattutto se avete ancora una bottega di produzione.

I clienti, amano vedere il lato umano delle aziende.

Essendo Hangouts un prodotto by Google, può essere un ottimo modo per guadagnare in termini di visibilità sul motore di ricerca, andando quindi ad implementare la vostra strategia SEO.

Creando dei webinar, inoltre, passerete un bel messaggio al vostro pubblico, affermandovi come autorità nel vostro specifico settore.

E voi lettori cosa ne pensate?

Gli Hangouts On Air possono aiutare nel successo di una campagna marketing?


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla Newsletter ▸
Condividi