Vi presentiamo il libro di Anna Pernice dedicato a coloro che desiderano avvicinarsi al mondo del blogging

 

Anna Pernice è una digital strategist, blogger, giornalista e Digital PR che ha pubblicato il suo libro Manuale per aspiranti blogger come ciambellone di salvataggio per tutte quelle persone che desiderano capirne di più sulla narrazione in era digitale. Ad oggi aprire un blog è alla portata di tutti, per questo l’autrice ha deciso di creare una vera e propria guida pratica alla creazione di uno spazio web personale che sia di successo.

All’interno del volume, che poi è un vero e proprio manuale, Anna fornisce gli strumenti per permettere agli aspiranti blogger di trasformare lo storytelling da semplice hobby a professione a tutti gli effetti, trasformando una passione in collaborazioni reali con aziende, enti ed agenzie pubblicitarie.

Manuale per aspiranti blogger: la struttura

Il libro parte con una breve introduzione ad opera di Matteo Pogliani (lo abbiamo intervistato anche noi qui), noto influencer ed autore a sua volta del libro Influencer Marketing, pubblicato da Dario Flaccovio Editore.

Matteo, all’interno della prefazione, con un’ottima componente di storytelling racconta come nasce la comunicazione ed il percorso dalla preistoria fino all’epoca moderna.

Siamo tutti esseri sociali, piaccia o no, e come tali sentiamo la necessità di confrontarci fra simili.

Poche pagine e la parola passa all’autrice Anna Pernice che descrive, senza troppi giri di parole, a quello che è il senso reale di questo volume.

Chi è il blogger?

Questa è la domanda alla quale Anna Pernice risponde nel suo primo capitolo, dando una visione molto chiara e semplice di quello che è il lavoro di raccontare sul web.

Il blogger non è un giornalista, anche se i due hanno molte cose in comune e alcuni blogger sono anche giornalisti.

Continua poi sottolineando le differenze sia legali che di approccio comunicativo fra queste due figure professionali, così diverse fra loro ma allo stesso tempo molto simili.

Inoltre l’autrice offre un valido punto di vista sullo storytelling, ovvero quella componente fondamentale necessaria ad un blogger per essere realmente riconosciuto come tale.

Come si scrive sul web, le regole per un buon articolo ed il networking

Il Manuale per aspiranti blogger risulta molto scorrevole alla lettura, perché offre reali consigli pratici per mettersi all’opera nel mondo del blogging. Anna Pernice fa un’ottima analisi dei pregi e dei difetti di tutte le piattaforme disponibili per l’apertura di un blog personale. Inoltre offre un valido aiuto per la scelta del nome dominio e fornisce ottimi consigli sul tempo da dedicare al proprio spazio web, ai modi ed alla frequenza di pubblicazione.

Come emerge anche dalle statistiche del blog il TagliaErbe, il lunedì, in generale, è la giornata in cui si legge di più in assoluto, mentre il giovedì è il giorno in cui i post ottengono maggior condivisione (31% del totale).

Poiché la regola per sfondare sul web è quella di fornire agli utenti contenuti qualitativamente alti, Anna spiega nella pratica cosa significa questo concetto, dando un’infarinatura generale anche sulla SEO, pratica fondamentale per essere rintracciati dai motori di ricerca.

Un’altra buona pratica per tutti coloro che operano nel mondo digitale è quella di fare networking. Gli altri blogger non devono essere visti come competitor, bensì come colleghi e risorse preziose. Per conoscere i possibili colleghi è quindi d’obbligo andare ad eventi dedicati al settore e partecipare alla vita quotidiana delle community online, con azioni come commenti e condivisione di contenuti interessanti.

I social network

I social network sono l’habitat naturale di ogni blogger che si rispetti. È proprio attraverso questo strumento che nascono molti rapporti di collaborazione, sia con aziende che con colleghi blogger.

Nel Manuale per aspiranti blogger non poteva mancare una panoramica approfondita di tutti quelli che sono i social più utilizzati, quindi Facebook, Twitter, Instagram, Google+ e Pinterest (un po’ bistrattato ma utile per molti settori e come contenitore di idee).

Poiché il libro è di recente pubblicazione, non potevano mancare le mention a Snapchat ed ai Live Facebook, senza dimenticarsi di Periscope.

Come guadagna un blogger?

Ecco la domanda che tutti i non addetti ai lavori si pongono ed Anna Pernice risponde in maniera molto chiara al quesito:

Se hai deciso di aprire un blog perché pensi che possa farti diventare milionario come Mariano di Vaio o Chiara Ferragni, purtroppo resterai deluso.

Ebbene sì, nulla di più vero: l’apertura di un blog non significa soldi facili in men che non si dica, bensì trovare l’idea vincente che si affianchi al blog portando alla creazione di un brand. La stessa Ferragni sostiene che solo il 30% del suo fatturato è dato dal blog ed il restante 70% scaturisce dalla vendita di scarpe con brand The Blonde Salad.

Tuttavia esistono anche modalità che permettono dei guadagni diretti, come Google Adsense, post sponsorizzati, link a pagamento, banner pubblicitari, programmi di affiliazione e recensione prodotti.

Eventi, blog tour e viaggi sponsorizzati

Le ultime pagine del Manuale per aspiranti blogger, se possibile, sono ancora più pratiche. L’autrice spiega quando accettare/rifiutare gli inviti agli eventi, a cosa servono i blog tour e come trovare contatti per partecipare, e come farsi sponsorizzare un viaggio da raccontare live sul blog e sui canali social.

Conclusioni

Il volume è un vero e proprio manuale, dove viene spiegato con un linguaggio semplice e con esempi pratici come muovere i primi passi nel mondo del blogging. L’autrice lo spiega in maniera molto semplice e scorrevole, ma certo è che il percorso per trasformare il blogging in una professione a tutti gli effetti, non si risolve con la sola lettura del volume, bensì è necessaria una formazione continua relativamente alle dinamiche di scrittura e dei social network, in continua evoluzione.

Puoi acquistarlo su Amazon, qui.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy.

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’Informativa privacy. Accetto i termini d'uso, incluso l'utilizzo dei cookie.


Potrebbe interessarti anche: