Raccontare una storia con le immagini sui Social, ovvero fare storytelling con le immagini.
Impossibile? No. Difficile? Dipende.

Vi abbiamo già informato della nuova possibilità che viene data da Instagram di fare degli ads a “Carousel”, stessa modalità presente anche in Facebook. Vi avevamo consigliato questa modalità soprattutto per raccontare storie legate al vostro Brand.

Lo storytelling con le immagini per il marketing è ormai una tecnica consolidata, che si fonda sul concetto di “raccontare una storia”, o meglio di coinvolgere emozionalmente l’utente/cliente in modo da farlo sentire partecipe e spingerlo quindi ad effettuare un azione, che può essere di condivisione, acquisto, o reclutamento.

Il nostro obiettivo è quindi spingere l’utente a ad agire in un modo specifico rispetto al
nostro contenuto e generalmente a relazionarsi sempre di più con il brand.

Qui nello specifico analizzeremo come raccontare al meglio una storia attraverso lo storytelling con le immagini, sfruttando appieno Social Network come Instagram.

 

1. Allineate quello che è il vostro racconto con i valori e la sensibilità del vostro pubblico

Differenziate la comunicazione da una orientata al prodotto ad una che invece “parla” dei valori legati a quel prodotto.

Storytelling con le immagini, l'esempio di Dove

Campagna Dove sulla bellezza femminile “normale”

Quindi verificate se il tipo di immagini che state usando sui social si integrino con i valori e le emozioni che volete suscitare nel vostro pubblico. Colori forti convogliano emozioni forti per esempio. Colori tenui indicano emozioni più intime.

 

2. Considerate il contesto!

Storytelling con le immagini: Buick

Immagine di Buick

Una immagine, o una serie di immagini, vengono visualizzate in Social Network ben precisi, quindi per esempio su Istagram una storia può essere raccontata anche attraverso gli argomenti più utilizzati in quel contesto: fitness o food, e applicando magari dei filtri. Su Facebook invece le stesse immagini non avranno alcun senso e dovrete pensare a immagini diverse, che attirino maggiormente l’attenzione di un utente disattento per esempio, quindi di impatto visivo più forte.

 

3. Portate l’utente ad essere curioso

Specificatamente per le pubblicità “Carousel” dovrete fare in modo che l’utente faccia lo swipe di una foto dopo l’altra, debba quindi essere catturato dalla prima foto ma poi prosegua incuriosito dalla storia che raccontate, una singola foto “spezzata” in diversi frame potrebbe fare al caso vostro per esempio, oppure pensate a una sequenza di foto in stile “strip comics”. Quindi una foto che incuriosisca e un motivo per l’utente per fare lo swipe!

Storytelling con le immagini: l'esempio di Tesco

Esempio di campagna carousel di Tesco

 

4. Non concludete la storia!

E per ultimo un consiglio che non appartiene alle regole dello storytelling: non concludete la storia! Potete infatti lasciare il vostro fan sulle spine e invitarlo ad una call to action per fare in modo che poi possa sapere la conclusione direttamente sul vostro sito. Dovete ovviamente essere assolutamente sicuri che la storia valga la pena dell’azione, per non generare un feedback negativo!

Come fare a creare delle immagini fantastiche per raccontare le nostre storie sui social? Scoprilo in questi 2 articoli:

5 modi per fare delle foto che risaltino su Instagram

15 strumenti e risorse per creare fantastiche immagini per i tuoi profili social media