Tutte le novità della settimana dal mondo digital. Non perderti la nostra Weekly marketing recap

Torniamo con il nostro appuntamento fisso del lunedì per vedere insieme le news della settimana appena trascorsa provenienti dal mondo digital.

L’India vieta TikTok e altre app cinesi, mentre Facebook spegnerà la sua Lazo. Intanto, LinkedIn introduce la cornice #OpenToWork per le foto profilo, Pinterest rivela i trend di ricerca e Spotify lancia la funzione del testo in tempo reale su 26 mercati. Questo e molto altro nella nostra Weekly marketing recap del 6 luglio.

TikTok e altre 59 app cinesi sono state vietate in India

Le tensioni si sono notevolmente intensificate tra India e Cina, dopo la morte di almeno 20 soldati indiani in uno scontro di confine tra le due nazioni. Sulla base di questo, il governo indiano ha dovuto affrontare molte pressioni interne per vietare 59 app di proprietà cinese.

Un momento storico particolare, che ha bloccato così la crescita di TikTok all’interno del suo mercato più grande e con maggior crescita. Basti pensare che, solo nel Paese, l’app era utilizzata da oltre 200 milioni di utenti.

Il governo indiano ha definito la sua mossa come un moto di protezione delle informazioni personali da quelle considerate come applicazioni dannose che danneggiano la sovranità dell’India e la privacy dei (suoi) cittadini.

Tuttavia, ad oggi, né Google né Apple hanno confermato che rispetteranno l’ordine di divieto. Tecnicamente, solo loro possono effettivamente rimuovere le applicazioni dai rispettivi store.

Facebook privilegia le notizie originali con l’ultima modifica dell’algoritmo

La nuova modifica dell’algoritmo è stata annunciata in un post sul blog di Facebook, in cui la società dichiara che il nuovo feed si baserà sul feedback ricevuto nella ricerca degli utenti.

Le notizie originali, verificate, svolgono un ruolo importante nell’informazione delle persone di tutto il mondo e non si tratta solo della loro divulgazione, ma anche della condivisione di aggiornamenti e criticità in tempo di crisi.

Così hanno scritto Campbell Brown, Facebook VP of global news partnerships , e Jon Levin, Product Manager. Oggi, il giornalismo richiede più che mai tempo e competenza, per questo vogliamo assicurarci che abbia una priorità su Facebook.

Questo significa che Facebook mostrerà per prime le storie provenienti da fonti riconosciute, anche da parte di testimoni oculari reali. La società sta attualmente lavorando con un team di esperti accademici ed editori per stabilire il processo attraverso il quale verranno identificate le notizie originali e verificate.

Nonostante il cambiamento, Facebook dichiara che i contenuti provenienti da fonti di notizie seguite da te, o dai tuoi amici, costituiranno la maggior parte del feed.

Al contrario, verranno smentite le notizie provenienti da fonti che non forniscono informazioni chiare e trasparenti. Questa strategia si baserà sugli standard di trasparenza editoriale come Global Forum for Media Development, Reporters Without Borders’ Journalism Trust Initiative, SOS Support Public Broadcasting Coalition e the Trust Project.

Facebook Lasso verrà chiuso il 10 luglio

Lasso, il clone di TikTok di proprietà Facebook Inc, verrà chiuso il 10 luglio.

Se non lo avevi mai sentito nominare è tutto normale. Lasso è sul mercato dal 2018, ma è sempre stato disponibile solo in mercati selezionati tra cui Stati Uniti, Colombia, Messico, Argentina, Cile, Perù, Costa Rica, Panama, El Salvador, Ecuador e Uruguay.

La notizia è stata condivisa per la prima volta da Kerry Flynn della CNN, che ha individuato le notifiche inviate agli utenti che li invitavano a salvare i video creati.

Ebbene, quindi, Facebook sta chiudendo l’app a meno di due anni dal suo lancio. Questo, però, non significa che il colosso dei social media abbia rinunciato a competere con TikTok. Al contrario, fonti interne indicano che la società stia chiudendo Lasso per spostare il suo focus sulla funzione Reels per Instagram.

Il 10 luglio vedrà anche la fine di Hobbi, un’altra app sperimentale di proprietà della società, che consentiva agli utenti di documentare progetti personali in un design molto simile a Pinterest.

LinkedIn presenta la sua cornice #OpenToWork

Dal 2016, LinkedIn ti consente di segnalare privatamente ai recruiter che sei aperto a nuove opportunità di lavoro. Ora, puoi rendere ancora più chiara la tua ricerca grazie alla cornice per foto profilo #OpenToWork.

Linkedin open to work

Il foto frame è accessibile solo a coloro che scelgono di informare tutti sulle preferenze relative al lavoro e non sarà disponibile se si preferisce restare anonimi nelle proprie intenzioni, per ovvie ragioni.

LinkedIn permette di visualizzare i seguaci delle pagine aziendali

Con questa nuova feature LinkedIn prova ad aiutare ulteriormente i sales e i social media manager che si occupano delle pagine aziendali sulla piattaforma. Adesso è possibile vedere Nome e Cognome di chi ha messo il “Segui”, quindi è più facile monitorare e comprandere il proprio target.

Pinterest svela i trend di ricerca di questo ultimo periodo

Luglio è appena arrivato ed è facile pensare quali siano le ricerche degli utenti di questo periodo. Località di mare, ispirazioni per vacanze in montagna, borghi e città da visitare… Naaaaa, troppo facile.

La scorsa settimana, Pinterest ha pubblicato i trend di ricerca di questi ultimi mesi ed ha evidenziato che già nel mese di aprile le persone stavano cercando ispirazioni per il Natale.

Sulla base di questo e per aiutare gli esperti di marketing a prepararsi al momento più significativo per promozioni e vendite, l’app presto introdurrà un Holiday Center che fornirà tutte le informazioni e le ricerche recenti, ispirazioni creative e molte altre risorse.

Secondo i dati di Pinterest, le ricerche sul Natale iniziano intorno al mese di settembre, ma questo 2020 ha portato gli utenti a cercare e salvare idee molti mesi prima, con un +77% solo in aprile e un aumento di 3 volte nelle ricerche per “Idee regalo per Natale”.

Inoltre, a livello di categoria, i dati Pinterest mostrano altre parole chiave trend:

  • aumento di 4 volte di “ricette per feste di Natale”;
  • aumento di 4 volte di “outfit per le feste”;
  • aumento del 125% di “decorazioni per porte di Natale”;
  • aumento del 72% di “foto di Natale in famiglia”.

Oltre l’80% degli utenti settimanali di Pinterest ha effettuato acquisti in base ai contenuti visti sulla piattaforma, quindi raggiungerli abbastanza presto potrebbe essere un vantaggio per i brand di fare business.

Spotify lancia la funzione del testo in tempo reale in 26 Paesi

A novembre, Spotify ha confermato il test di una nuova funzione che prevedeva il testo in tempo reale durante lo streaming musicale. I testi, ovviamente, appariranno nella lingua in cui sono cantati e scorreranno sullo schermo a tempo di musica.

Questo consentirà agli utenti di leggere i testi e cantare insieme al proprio cantante preferito, pur non conoscendo a memoria le parole.

La nuova feature verrà attivatà il 26 Paesi divisi tra il Sud-est asiatico e l’America Latina: Argentina, Brasile, Colombia, Cile, Messico, Perù, Bolivia, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Ecuador, Guatemala , Honduras, India, Nicaragua, Panama, Paraguay, El Salvador, Uruguay, Vietnam, Filippine, Indonesia, Malesia, Tailandia, Taiwan, Singapore e Hong Kong.

Ancora non si sa se e quando la funzionalità verrà estesa ad altri mercati, ma Spotify ha già effettuato test in Canada in passato. Non ci resta che attendere per iniziare a cantare a squarciagola con Spotify.


Vuoi ricevere le news ogni lunedì?

Riassunto
L'India vieta TikTok e altre app cinesi: Weekly marketing recap del 6 luglio
Titolo Articolo
L'India vieta TikTok e altre app cinesi: Weekly marketing recap del 6 luglio
Descrizione
A causa delle tensioni presenti tra India e Cina, il governo indiano ha deciso di vietare TikTok e altre 59 app cinesi, tra cui anche WeChat, per salvaguardare la privacy ed i dati dei propri cittadini. Intanto, Facebook decide di chiudere Lasso, in favore di Reels per Instagram. Continua a leggere per saperne di più nella nostra Weekly marketing recap del 6 luglio.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore