Condividi

Cosa sono gli Instant Articles?

Nell’aprile scorso, Facebook ha reso disponibile la funzionalità  Instant Articles.

Gli Instant Articles permettono agli editori di importare i propri contenuti su Facebook di modo da far vivere al lettore un’esperienza più immersiva rispetto al classico link esterno.

Qual è la differenza con il link esterno?

Semplice: l’utente non dovrà attendere la tempistica di caricamento del browser per l’apertura dell’articolo, sollevando lo stesso dalla noia dell’attesa e dalla possibilità di abbandono pagina.

Secondo diverse ricerche, gli Instant Articles di Facebook hanno generato un +20% di click rispetto ai link esterni, con un +30% di condivisioni e un -70% di bounce rate dovuto alla lentezza di caricamento delle pagine linkate.

Poiché la fruizione dei contenuti da parte degli utenti si svolge sempre più da piattaforma mobile, la società di Menlo Park ha studiato questa funzione che permette l’apertura di un contenuto 10 volte più velocemente rispetto al classico link.

Nel post di oggi vorremmo presentarvi una guida completa per la creazione e l’utilizzo di questa “nuova” funzione offerta da Zuckerberg & Co.

Creare Instant Articles: guida completa

La prima cosa da fare è quella di accedere alla configurazione degli articoli interattivi della pagina Facebook della quale siete amministratori.

Guida agli Instant Articles Facebook

Una volta entrati nella configurazione, vi apparirà una schermata come quella che vi riportiamo accanto.

Se non siete gli unici a gestire la pagina, ma esistono più amministratori e collaboratori, sarà necessario creare un team, quindi fornire le autorizzazioni a tutti i membri, per accedere agli strumenti offerti dalla funzione.

Una volta definiti i ruoli, dovrete scaricare l’app Gestore delle Pagine (se già non la utilizzate).

Questa app, combinata all’utilizzo degli Instant Articles, servirà a fornirvi un’anteprima dei vostri articoli interattivi, di modo da testarli e correggerne gli eventuali bug.

Effettuati questi due passaggi, dovrete procedere con il collegamento al vostro sito internet o blog, di modo che tutti i vostri contenuti vengano correttamente importati su piattaforma Facebook.

Una volta fornita l’autorizzazione a Instant Articles di importare i contenuti, dovrete personalizzare l’aspetto e lo stile dei vostri articoli, tramite lo Style Editor.

Guida agli Instant Articles FacebookLo Style Editor vi permetterà di personalizzare i vostri articoli interattivi inserendo il vostro logo, scegliendo il carattere e molto molto altro.

Lo step successivo prevede l’impostazione della formattazione in formato HTML5.

Impostati correttamente tutti i parametri sopra indicati, dovrete scegliere le modalità di distribuzione a scelta tra API Instant Articles e Feed RSS.

Facebook, inoltre, vi offre la possibilità di scegliere se includere o meno delle inserzioni nei vostri articoli tramite l’integrazione del servizio Audience Network direttamente nel codice HTML5.

Configurato tutto seguendo le istruzioni che vi abbiamo appena fornito, vi sarà possibile verificare la conformità dei vostri articoli consultando le normative di Facebook.

Se non avete incontrato alcuna difficoltà e siete pronti per l’utilizzo di Instant Articles, non vi resta che inviare 50 articoli per l’analisi di Facebook che ne mostrino il layout e le funzioni interattive.

Avete seguito tutti gli step?

Ora siete pronti per iniziare a pubblicare i vostri articoli interattivi.

Pubblicando un Instant Article, Facebook non creerà un post apposito sulla vostra bacheca e nemmeno sulla news feed.

Sarà vostro compito e del vostro team, procedere con la condivisione dei vostri articoli.

Vantaggi e svantaggi di Instant Articles

I vantaggi di questa nuova funzionalità, sono notevoli sia lato utente che lato publisher.

L’utente, come anticipato all’inizio del nostro post, avrà la possbilità di leggere le notizie di suo interesse senza attendere i “lunghi” tempi di caricamento dei link esterni a Facebook.

Lato publisher il vantaggio è che vi è una sensibile diminuzione del tasso di abbandono, quindi più possibilità di fidelizzazione dei propri lettori.

Tra l’altro i vari CMS si sono già attrezzati con plug-in appositi per facilitare il caricamento dei propri contenuti.

Gli Instant Articles, però, hanno anche qualche svantaggio.

Essi possono essere utilizzati vantaggiosamente dalle testate giornalistiche, mentre per le aziende che vogliono integrare la funzione con il proprio blog, il discorso è un po’più complesso.

Poichè non vi è la possibilità di inserimento di form, come ad esempio quello per l’iscrizione alla newsletter, non avreste la possibilità di spingere il vostro lettore a compiere una determinata azione.

La mancanza di possibilità di creazione di una CTA è un enorme svantaggio della funzione Instant Articles.

Instant Articles: una minaccia per Google

La creazione di un ecosistema interno a Facebook, è un’enorme minaccia per Big G ed è una diretta concorrenza a Google News.

In realtà Google ha introdotto la funzionalità delle Accelerated Mobile Pages qualche mese prima rispetto Facebook, ma è evidente che non ha ottenuto lo stesso successo che ha riscosso il social più utilizzato al mondo.

Google rimane imbattibile come motore di ricerca, ma lato social è troppo poco utilizzato, quindi non ci sono possibilità che eguagli il successo ottenuto dalla società di Menlo Park.

E voi lettori che ne pensate degli Instant Articles? Li utilizzate solo come utenti o anche come publisher?

Ditecelo nei commenti.

Se i nostri articoli vi sembrano interessanti, iscrivetevi alla newsletter Leevia per essere sicuri di non perderne neanche uno:

Iscriviti alla Newsletter ▸

Potrebbe interessarti anche:

Condividi