Cinque semplici consigli per utilizzare il pubblico lookalike

 

Il pubblico lookalike è un modo molto utile per ottenere il massimo dalle tue inserzioni Facebook. Infatti, con questa funzione specifica di targetizzazione audience, potrai andare a trovare un pubblico molto simile rispetto a quello che già hai, intercettando numerosi nuovi potenziali clienti in target.

Come tutte le cose belle, anche questa tipologia di targetizzazione può nascondere delle piccole insidie: quando Facebook pubblica un’inserzione dedicata agli utenti attraverso l’opzione del pubblico simile, assegna la priorità a tutti coloro che si comportano come i nostri clienti acquisiti o potenziali presenti nell’elenco caricato. Insomma, l’ADV viene mostrata solo a coloro che hanno una maggior probabilità di conversione.

Con il tempo, però, il pubblico lookalike potrà espandersi anche a persone meno simili rispetto a quelle della nostra audience, con una più bassa possibilità di convertire.

A volte le prestazione rimangono stabili e continuano a soddisfare i KPI, ma cosa fare quando i risultati fanno fatica ad arrivare? Di seguito 5 tips per utilizzare il pubblico lookalike in modo da ottimizzare al meglio le tue ADV.

 

Carica regolarmente nuovi elenchi

Per avere un pubblico costantemente aggiornato è bene caricare regolarmente nuovi elenchi di clienti e creare lookalike basati su essi. Infatti, se usi troppo a lungo il tuo elenco originale puoi andare a perdere di efficacia nelle tue ADV, discostandoti dal pubblico simile.

Proprio per questo motivo ti consigliamo di aggiornare costantemente le tue liste e creare nuovi segmenti di pubblico. In questo modo, l’algoritmo di Facebook sarà in grado di creare un’audience molto simile rispetto a quella che per te e la tua azienda ha un valore.

 

Segmenta le tue liste in frammenti più piccoli

Non tutti i clienti sono uguali: ci possono essere diverse differenze tra un consumatore e l’altro, anche se entrambi sono clienti della stessa azienda. Il pubblico lookalike ti permette di trarre vantaggio da queste diversità per trovare modelli di audience più avanzati.

Ad esempio, una segmentazione naturale in un negozio e-commerce è quella di basarsi sul valore medio del carrello cliente. Ipotizziamo di suddividere la nostra clientela in due elenchi: uno con le persone che hanno effettuato acquisti inferiori a 100 euro e l’altro con chi ha compiuto spese di importo superiore. Questa semplice divisione ci permette di creare due diversi gruppi di utenti Facebook:

  • persone che si comportano come gli utenti di spesa inferiore;
  • persone simili a quelli di spesa superiore.

Altro metodo per suddividere i tuoi elenchi è quello di creare liste di lead in base al punto del funnel in cui si trovano. In questo modo avresti un elenco per i tuoi clienti, per i tuoi prospect e così via dicendo e sarebbe molto più semplice creare delle lead ADS in target.

Attenzione: quando crei delle frammentazioni di pubblico dovrai comunque assicurarti che la tua lista sia composta da un numero di utenti compreso tra i 10.000 ed i 50.000.

 

Utilizza un sistema per il caricamento automatico

A seconda della tipologia di CRM utilizzato potrebbero esserci delle integrazioni automatiche attraverso le API di Facebook. Mailchimp è il può utilizzato, ma sono diverse le piattaforme perfettamente integrate con Facebook, come ad esempio Marketo.

Il fatto di utilizzare un CRM che permette una facile integrazione ti permetterà di risparmiare tempo sulla creazione manuale, nell’esportazione, nella formattazione e perfino nell’upload.

 

Introduci i segmenti di pubblico dinamico

Altra modalità per tenere sempre aggiornati i tuoi lookalike è quello di basarsi su elenchi dinamici anziché sull’upload di liste.

Se stai utilizzando il pixel di Facebook, sei già a buon punto del lavoro. Il passo successivo è quello di creare dei segmenti di pubblico in base alle modalità di interazione degli utenti sul tuo sito web. Il bello di questa opzione è che il tuo pubblico cambierà continuamente in base al comportamento degli utenti.

I nuovi potenziali consumatori verranno aggiunti al tuo modello ogni volta che il pubblico si aggiornerà, assicurando che non vi sia alcun esaurimento dell’audience simile.

 

Personalizza il tuo pixel con gli eventi da monitorare

Come avviene con gli elenchi clienti, anche quelli dinamici possono essere segmentati. Come? Personalizzando il pixel di Facebook attraverso gli eventi. Facebook offre molti eventi standard (aggiungi al carrello, informazioni pagamento, lead, completa la registrazione e così via) che possono essere utilizzati per la creazione di un pubblico simile. Nel caso in cui gli eventi standard non fossero per te sufficienti potrai crearne di personalizzati.

Questo metodo non richiede la creazione di un’audience perché semplicemente si occupa di generare un pubblico simile rispetto a quello che è stato intercettato dal tuo pixel. La funzione non è ancora attiva su tutti gli account, ma presto verrà diffusa a livello globale.

 

L’importanza del pubblico lookalike

Questo tipo di pubblico, quando ben utilizzato, è un potente strumento per l’advertising su Facebook. Per questo motivo non dovremmo mai caricare un elenco e poi lasciare cadere tutto nel dimenticatoio.

Con aggiornamenti regolari e / o espansioni dei segmenti di pubblico potrai essere in grado di cogliere i benefici di questa funzione molto a lungo e di conseguenza ottenere un maggiore successo.

 


Iscriviti alla nostra Newsletter:

Ti manderemo il nostro recap settimanale ogni lunedì

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy.

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’Informativa privacy. Accetto i termini d'uso, incluso l'utilizzo dei cookie.

Summary
Utilizzare il pubblico lookalike? Ecco come fare con i nostri consigli
Article Name
Utilizzare il pubblico lookalike? Ecco come fare con i nostri consigli
Description
Il pubblico lookalike su Facebook è quella tipologia di pubblico che si basa su elenchi e liste di clienti o lead per intercettare degli utenti con comportamenti simili (quindi potenziali clienti in target). Spesso però ci si limita a caricare un elenco singolo dal quale Facebook continua a generare un pubblico simile con conseguente probabilità di perdere d'efficacia con il tempo. Aggiornare costantemente l'elenco non è l'unica soluzione, ma ci sono altre accortezze da prendere.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo