Concorsi a premi online vs. concorsi a premi offline: cosa cambia?

L’organizzazione di contest online e offline permette di rafforzare notevolmente la presenza di un brand nella mente degli utenti ed è un’ottima possibilità per far sì che il consumatore preferisca il prodotto/servizio di un determinato marchio, piuttosto che quello di un altro.

L’avvento di internet ha contribuito a diffondere strategie basate sui concorsi a premi anche grazie alle possibilità in più offerte agli utenti, come la condivisione sui social network di fotografie, video, partecipazione a sondaggi online e così via.

Inoltre, la presenza costante dei social media nella vita quotidiana ha accorciato notevolmente le distanze tra consumatori ed aziende che spesso si ritrovano a conversare sullo stesso piano, arrivando fino ad una personificazione del brand. Per altro, nella comunicazione digitale, non si parla più di semplici consumatori ma di utenti che si raggruppano in una community basata sulle preferenze di acquisto.

Contest online e offline: le principali differenze

Nel post di oggi andremo a focalizzarci sulle differenze presenti tra i concorsi a premi svolti online (prettamente sui social network) ed i concorsi a premi offline.

Facciamo un passetto indietro ed andiamo a definire il significato di concorso a premi secondo la normativa vigente:

Il concorso a premio è un’iniziativa, avente fini anche in parte commerciali, diretta a favorire, nel territorio dello Stato italiano e attraverso la promessa di premi, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di beni o servizi.
I premi messi in palio consistono in beni (compresi beni immobili), servizi, sconti di prezzo.

Un esempio di concorso a premio offline può essere la raccolta di cartoline per aver accesso all’estrazione dei premi in palio, come viaggi, borsoni, capi di abbigliamento e così via. Il contest online, invece, può essere la partecipazione ad un sondaggio, lo share di un’immagine per un concorso fotografico, l’inserimento di dati in un form che permette di accedere ad un’estrazione finale e via dicendo.

Dopo questa introduzione, andiamo a vedere quali sono le differenze che intercorrono tra il lancio di contest online e offline.

1. Il target di riferimento

La prima sostanziale differenza riguarda il target che si andrà a conquistare con l’organizzazione di un concorso a premi. Partiamo da un presupposto fondamentale: i consumatori non hanno tempo. Quando si va a fare la spesa si è spesso di corsa e difficilmente si ha il tempo necessario per vagliare i vari concorsi promossi dalle varie aziende, di conseguenza si finisce per preferire un prodotto che ha un prezzo inferiore per una mancanza di informazioni alla base.

Se poi lo stesso concorso viene promosso soltanto attraverso i media tradizionali, come la TV, avrà ancor meno possibilità di divenire virale tra gli acquirenti perché spesso le pubblicità vengono saltate con un cambio di canale o comunque si approfitta di quel momento per fare altro.

L’organizzazione di un concorso a premi online, invece, permette un raggio di azione più ampio. La maggior parte dei consumatori dispone di uno o più profili social che vengono utilizzati più di una volta al giorno. Questo è un vantaggio per le aziende promotrici di contest sui social network perché attraverso la pubblicità a pagamento hanno la possibilità di targetizzare il pubblico di riferimento in base agli interessi registrati, permettendo la visione dell’annuncio a tutti i potenziali interessati.

2. Rapidità di diffusione

Prima dell’avvento dei social network, la diffusione delle informazioni avveniva soprattutto per passaparola tra i consumatori e attraverso la pubblicità tradizionale. Con l’uso sempre più intensivo di Facebook (ma anche di Instagram e Twitter) nella vita di tutti i giorni, è possibile effettuare il processo di passaparola in maniera molto più veloce. Quando si condivide un contenuto di un brand sulla propria bacheca, tutti coloro che stanno all’interno della rete di amicizie potranno vedere la notizia semplicemente scorrendo il feed.

La condivisione è un’azione molto importante e richiede più tempo rispetto al semplice like.

Quando un utente condivide un contenuto è perché reputa lo stesso affidabile e di buona qualità, quindi è come se lo consigliasse alla propria rete. Applicando questo concetto al sistema dei concorsi a premi, lo share della partecipazione, permetterà a tutta la rete di amici di entrare a conoscenza del contest promosso da un determinato brand e vedere che qualcuno lo ha consigliato è un incentivo alla partecipazione a propria volta.

3. User Generated Content

La maggior parte delle aziende presenti sul mercato digitale attua una strategia basata anche sul content marketing.

Produrre contenuti di qualità da condividere sui siti web e sui canali social aziendali non è semplice. L’organizzazione ed il lancio di contest online è utile per raccogliere i cosiddetti UGC (User Generated Content) ovvero i contenuti prodotti dagli utenti. Essi, agli occhi degli utenti delle community, sono considerati molto più affidabili rispetto ai contenuti prodotti dalle aziende stesse.

Attraverso la creazione di contest online è possibile avere migliaia di UGC da integrare con successo in una social media strategy.

4. Analisi dei risultati e lead generation

Un’ultima differenza tra contest online e offline riguarda l’analisi dei risultati ottenuti con il lancio del concorso a premi. La creazione di contest online permette di monitorare con precisione tutti i dati raccolti, il numero di partecipanti, la copertura social e l’engagement ottenuto.

Inoltre è possibile ottenere un database di utenti perfettamente profilati già digitalizzato. La lead generation diventa quindi molto più semplice.

La possibilità di poter analizzare con precisione tutti questi dati, offre alle aziende l’opportunità di comprendere il reale andamento del concorso a premi ed il sentiment riscosso in rete. Inoltre, i lead raccolti, sono utili per effettuare delle campagne di email marketing dedicate per trasformare il potenziale cliente in cliente reale.

Contest online e offline: quale dei due è più vantaggioso per un brand?

Alla luce di quanto sopra descritto è comprensibile che nell’era in cui siamo è sicuramente più vantaggiosa la creazione di concorsi a premi online. La velocità delle informazioni è nettamente superiore e grazie ai social network è possibile implementare notevolmente il numero di partecipanti, aumentando di conseguenza il numero di persone che entrano a conoscenza del brand e della community stessa.

La possibilità di raccogliere in tempo reale le informazioni relative ai potenziali clienti, inoltre, permette notevoli vantaggi per le aziende che possono utilizzare gli stessi dati per conquistare definitivamente il partecipante fino a farlo divenire cliente abituale.


Leevia è la prima piattaforma italiana che può aiutarti e sostenerti nel lancio del tuo Contest Online di successo.

Scopri di più ▸