Grandi novità in casa Facebook, da Shops all’acquisizione di Giphy. Weekly marketing recap del 25 maggio

Dopo il recente lancio di Messenger Rooms, Facebook è rimasta in disparte per qualche settimana, senza particolari e grosse novità. Potevamo facilmente immaginare che fosse una semplice quiete prima della tempesta e così è stato.

Negli ultimi giorni, infatti, il colosso di Menlo Park ha annunciato il lancio di Facebook Shops e l’acquisto di Giphy per la modica cifra di 400 milioni di dollari.

Ad ogni modo, non sarà solo il gigante blu a dominare la nostra Weekly marketing recap del 25 maggio. Diverse news interessanti anche da parte di Instagram, Google e Twitter. Ma procediamo con ordine.

Facebook lancia Shops: la nuova misura per il supporto delle PMI

In questo momento sono molte le piccole imprese che stanno lottando contro i danni economici causati dalla chiusura di questi ultimi mesi, per questo motivo sono diverse quelle che stanno cercando di portare la propria attività online.

Da questa considerazione, che tocca la maggior parte delle PMI a livello globale, Facebook ha deciso di lanciare Shops: una feature che permette alle aziende di creare un proprio negozio online facilmente accessibile dal social blu e da Instagram.

Gli utenti possono visualizzare lo shop della Pagina direttamente all’interno della stessa, oppure sul profilo Instagram business ad essa collegata. Da qui è possibile sfogliare l’intero catalogo prodotti, salvare quelli preferiti ed effettuare l’ordine sul sito web dell’azienda.

Un’evoluzione della già presente funzione “Vetrina” che permette di inviare messaggi per la richiesta di assistenza attraverso WhatsApp, Messenger o Instagram Direct e tenere traccia dello stato dell’ordine attraverso una di queste piattaforme. Inoltre, in futuro, sarà possibile effettuare acquisti direttamente attraverso un comodo servizio di chat.

Insomma, se fino a qui non sembra una novità così grossa, sappi che non è tutto. Il colosso di Menlo Park sta investendo nello sviluppo di ulteriori feature come Instagram Shop, una sezione simile ad “Esplora” ma dedicata alla scoperta di prodotti e brand, Shopping Live, utile agli influencer per promuovere la vendita di prodotti attraverso le dirette, ed una sezione dedicata ai programmi di fidelizzazione della clientela.

Facebook acquisisce Giphy per 400 milioni di dollari

Neanche una pandemia globale può fermare Facebook. In questi giorni, infatti, si è diffusa la notizia dell’acquisto di Giphy da parte della società, alla modica cifra di 400 milioni di dollari.

La piattaforma era già abbondantemente integrata con Instagram, Messenger e altre app di Facebook e ad oggi il traffico proveniente da queste piattaforme ricopre il 50% del totale sul sito di GIF più amato al mondo.

Facebook ha spiegato che, almeno per ora, non cambierà nulla per gli utenti Giphy:

Le persone saranno ancora in grado di caricare le proprie GIF. Gli sviluppatori ed i partner API continueranno ad avere i medesimi accessi e la community creativa sarà ancora in grado di creare contenuti di qualità ed amati dagli utenti.

Così ha spiegato Vishal Shah, Instagram’s VP of product. Quello che non è chiaro è cosa succederà a tutte le app non di proprietà Facebook Inc. che si affidano a Giphy, come per esempio Pinterest, Twitter, Slack, Reddit e molte altre. Attendiamo sviluppi per il prossimo futuro.

Instagram testa “Guides”, un nuovo modo per scoprire i contenuti consigliati

Instagram ha come obiettivo quello di diventare un luogo in cui i suoi utenti possano trovare ispirazione ed informazioni affidabili da parte degli account che seguono. Ecco perché ora sta per lanciare una nuova feature per scoprire contenuti e suggerimenti: “Guides”, questo il nome adottato negli Stati Uniti.

Annunciate all’inizio della scorsa settimana, queste guide si concentreranno all’inizio sulla tematica molto sentita del COVID-19, ma verranno presto estese ad altri argomenti. Instagram afferma che la nuova funzione consentirà ai creators di connettersi con organizzazioni ed esperti per condividere risorse utili, inclusi suggerimenti su come prendersi cura di sé, mantenere il contatto con gli altri o gestire l’ansia.

Solo una piccola cerchia di creators sta attualmente partecipando al test, ma per vedere la funzione in azione ti basterà visitare uno dei loro profili e toccare l’icona centrale, quella a forma di opuscolo.

Specifichiamo che, per ora, la funzione è attiva solo negli Stati Uniti ed è in fase di test. A seconda dei risultati raccolti si vedrà come, se e quando estenderla a livello globale.

Google Chrome inizierà a bloccare gli annunci non ottimizzati

Come parte del suo sforzo di fornire un’esperienza di navigazione rapida e reattiva su Chrome, Google sta lavorando per eliminare le pubblicità che non seguono le policy.

Di recente, gli esperti del team Google hanno scoperto che alcuni annunci consumano enormi quantità di risorse del dispositivo (batteria, dati, ecc.) senza che gli utenti ne siano a conoscenza.

Le inserzioni in questione sono spesso programmati male o non ottimizzati per l’utilizzo della rete. Possono scaricare la batteria di un dispositivo e saturare reti già tese, quindi costare caro denaro.

Di conseguenza, verso la fine di agosto 2020, Chrome inizierà a limitare le risorse utilizzate da qualsiasi annuncio display, ancor prima che un utente interagisca con lo stesso. Non appena verrà raggiunto il limite, il riquadro dell’annuncio visualizzerà una pagina d’errore.

Per determinare i nuovi limiti soglia per lo scarico dati abbiamo ampiamente misurato la situazione attuale su Chrome. Abbiamo scelto come target gli annunci più pesanti, ovvero quelli che utilizzano più CPU o larghezza di banda.

Queste le parole di Marshall Vale, Product Manager di Chrome.

Google afferma che continuerà le analisi nei prossimi mesi, così da lanciare questa nuova funzione nel mese di agosto. L’idea è quella di dare più tempo agli inserzionisti per modificare ed incorporare le nuove soglie nei loro annunci.

Twitter testa nuove modalità per limitare i partecipanti alle tue conversazioni

Twitter è il social network delle conversazioni, ma a volte può essere scoraggiante quando alcune persone utilizzano gli hashtag per inserirsi nel flusso e promuovere tutt’altro. Quindi che fare quando si desidera cinguettare con poche persone, senza che gli altri possano intervenire ma solo seguire?

Per rispondere a questa esigenza, Twitter ha annunciato il test di una nuova funzione che consente di decidere chi può partecipare alle conversazioni. Ecco come:

  • componi il tuo tweet con le @mention alle persone con le quali desideri chiacchierare;
  • tocca le nuove impostazioni autorizzazioni, impostate di default sull’opzione “tutti possono rispondere”;
  • scegli chi può partecipare (tutti, le persone che segui o solo le persone che menzioni).

In pratica, chiunque può visualizzare e apprezzare i tweet presenti nel flusso, ma solo tu e le persone che hai autorizzato possono rispondere.


Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità del mondo digital? Iscriviti alla newsletter!

Riassunto
Facebook lancia Shops: Weekly marketing recap del 25 maggio
Titolo Articolo
Facebook lancia Shops: Weekly marketing recap del 25 maggio
Descrizione
Dopo il recente lancio di Messenger Rooms, Facebook è rimasta in disparte per qualche settimana, senza particolari e grosse novità. Potevamo facilmente immaginare che fosse una semplice quiete prima della tempesta e così è stato. Negli ultimi giorni, infatti, il colosso di Menlo Park ha annunciato il lancio di Facebook Shops e l'acquisto di Giphy per la modica cifra di 400 milioni di dollari. Ad ogni modo, non sarà solo il gigante blu a dominare la nostra Weekly marketing recap del 25 maggio. Diverse news interessanti anche da parte di Instagram, Google e Twitter.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore