Condividi

Il nostro post di oggi, sarà l’ultimo dedicato ai tool indispensabili per la distribuzione di contenuti in una corretta strategia di content marketing. Come indicato nel nostro primo post dedicato all’argomento, una buona strategia si suddivide in quattro step fondamentali: analisi, organizzazione, creazione e distribuzione di contenuti.

Oggi ci dedicheremo all’ultimo step: ovvero ai tool di distribuzione indispensabili in una strategia di content marketing.

I social network, nella distribuzione dei contenuti, sono una manna dal cielo, e sono uno tra i canali più utilizzati per promuovere i propri contenuti visuali e non solo. Ecco la nostra lista dei migliori strumenti a pagamento o gratuiti, per la distribuzione dei vostri contenuti sul web e sui social network.

1. Facebook Ads

Facebook è il social network per eccellenza per la distribuzione di contenuti, con un numero di utenti attivi mensili pari ad 1,591 miliardi. Le statistiche dimostrano che Facebook è il luogo in cui gli utenti internet, passano la maggior parte del loro tempo durante la giornata. Per la promozione del vostri contenuti, in un bacino di utenti così ampio, è possibile utilizzare Facebook Ads, la piattaforma di Advertising attiva dal 2007.

Grazie alla piattaforma Facebook Ads, è possibile pianificare le vostre campagne pubblicitarie, in cui gli annunci sponsorizzati saranno composti da titolo, immagine, descrizione ed, infine, un link che indirizza l’utente verso il contenuto da promuovere.

Facebook Ads effettua una profilazione in base ai dati demografici, interessi e preferenze degli utenti. Nello specifico, la targettizzazione avverrà mediante i dati che voi stessi fornirete durante la creazione della campagna. Il vostro annuncio sponsorizzato, apparirà, quindi al solo bacino di utenti potenzialmente interessati al vostro contenuto.

La piattaforma Facebook Ads, ha da poco reso disponibile la funzione Canvas: una storytelling di tipo pubblicitario, di notevole impatto grafico. Qualche settimana fa, ci siamo occupati di dedicare all’argomento un post a sè stante, con un tutorial per iniziare ad utilizzare questa nuova funzione: Facebook Canvas: cos’è e come creare la tua prima inserzione.

2. Google AdWords

Google Adwords è uno strumento di advertising che permette di inserire i vostri annunci sponsorizzati, all’interno delle pagine di ricerca di Google.

Attraverso Google Adwords è possibile creare due differenti tipi di campagne:

  • Campagne display Le campagne display, prevedono annunci testuali e visuali (banner), che vengono visualizzati all’interno di siti internet predefiniti. Oltre alla creazione del banner in sè, sarà poi necessario occuparsi dell’impostazione delle opzioni di targeting. Con opzioni di targeting si intende la definzione dei siti internet ove i vostri annunci appariranno e la scelta socio-demografica degli utenti potenzialmente interessati.
  • Campagne search Le campagne search, ovvero di ricerca, non sono altro che gli annunci che compaiono nella SERP di ricerca. Gli annunci sponsorizzati, in genere, appaiono in alto, a destra o sotto i risultati di ricerca organica. Generalmente, questo tipo di annunci, non contengono immagini e possono quindi essere, solo di tipo testuale.

3. NextScripts

NextScripts ha creato un prodotto chiamato SNAP, acronimo di Social Networks Auto Poster. Questo tool è disponibile sia come versione di plugin per WordPress, che come PHP API library.

Cosa cambia rispetto ad altri auto poster più famosi? Sicuramente il fatto che non abbia limitazioni per i social network compatibili. Attraverso questo tool, non dovrete far altro che scrivere il vostro post e cliccare sul tasto pubblica. Il vostro contenuto sarà veicolato su tutti i canali ad esso associati.

Le piattaforme social supportate da NextScripts SNAP sono:

– Facebook
– Twitter
– Google+
– Instagram
– Linkedin
– Pinterest
– Reddit
– vKontakte(VK.com)
– Flickr

Sicuramente NextScripts può essere considerato un auto poster molto valido, proprio per la quantità di social network ad esso collegabili.

4. MailChimp

Le newsletter, sono un ottimo modo per la distribuzione di contenuti, ed il tool più famoso per la loro creazione, è MailChimp.

MailChimp è uno strumento disponibile sia in versione free, che premium. L’account free, prevede un numero di iscritti alla newsletter non superiore a 2.000, e l’invio di massimo 12.000 mail al mese. Parliamo quindi di 6 mail al mese per un totale massimo di 2.000 iscritti. Con MailChimp, è possibile la creazione di contenuti leggibili su tutti i dispositivi, compresi i dispositivi mobile.

Creare una newsletter con MailChimp, è abbastanza semplice: basta un click sul pulsante “Sign Up free”. Una volta eseguito questo passaggio, riceverete una mail per la validazione della vostra iscrizione. Se siete già in possesso di una lista di indirizzi, potrete procedere con la creazione della lista di indirizzi a cui inviare la vostra newsletter. Se il vostro blog è su MailPoet.

Si conclude oggi la nostra serie di post dedicata ai vari tool adatti a tutti gli step di una strategia completa di content marketing.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla Newsletter ▸
Condividi