L’andamento di una campagna di influencer marketing va misurato: ecco come fare

 

Se gestisci delle campagne di influencer marketing saprai benissimo che esse devono essere misurate per comprenderne l’andamento. Avevamo già parlato dell’importanza del calcolo del ROI nel digital marketing e devi sapere che anche quando si coinvolgono gli influencer sui social network è fondamentale determinarlo, in modo da comprendere se l’investimento è stato correttamente riposto o meno. Oggi ti spiegheremo come fare.

 

Determina il tuo obiettivo finale sin dall’inizio

Prima di lanciare una campagna di influencer marketing dovrai comprendere cosa desideri ottenere. Stabilire un obiettivo finale per il tuo investimento è essenziale per determinarne il tipo di misurazione. Di seguito gli obiettivi più comuni che si desiderano raggiungere attraverso il coinvolgimento di influencer e un esempio su come misurarli:

  • brand awareness: la consapevolezza del marchio può essere misurata analizzando il numero di post riguardanti la tua azienda e le impression;
  • lead generation: in questo caso puoi offrire l’iscrizione ad una newsletter o il link ad una landing page per creare conversioni (es. la compilazione dello stesso per la richiesta di un preventivo o per il download di un e-book), entrambi metodi quantificabili per valutare l’andamento;
  • vendite dirette: puoi offrire agli influencer codici sconto univoci che possono aiutarti a tracciare le vendite;

influencer marketing campagna vendita

  • brand lift: il grado superiore rispetto alla notorietà e consapevolezza del marchio che fa riferimento ad un aumento misurabile della presenza del brand sui social network e / o sul web (principalmente in conversioni).

 

Progetta la tua campagna solo dopo aver scelto il tipo di misurazione

Una cosa che dovresti assolutamente sapere è che potrai misurare il tuo ROI correttamente solo se sceglierai non solo l’obiettivo a monte, ma anche la tecnica di misurazione.

Questo significa che, una volta identificata la tua finalità, dovrai assicurarti di disporre delle risorse adeguate per la tua campagna di influencer marketing. Il monitoraggio è molto importante per comprendere il ritorno dell’investimento ottenuto ed è fondamentale fornire ai tuoi influencer dei codici o dei link tracciabili, in modo da analizzare chi ha portato maggiori risultati concreti (sui social network sono diversi gli pseudo-influencer che comprano follower o utilizzano tecniche che vanno contro le linee guida).

 

Analizza i dati e stabilisci il tuo ROI

In base all’obiettivo della tua campagna, dovrai misurare diversi aspetti per stabilire il ROI. Prendiamo ad esempio le finalità descritte nel primo paragrafo.

 

Vendita diretta

Misurare le vendite dirette è molto più facile se vendi prodotti online. Per determinare il tuo ritorno dell’investimento (ovvero il tuo guadagno rispetto alla spesa) dovrai calcolare l’importo delle vendite provenienti dal codice univoco dell’influencer e dividerlo per il costo della campagna.

 

Impression

Le impression sono date dal numero di persone che hanno visto un post sui social network o su un blog. In linea generale, quando si attiva una campagna di influencer marketing, è bene guardare le impression reali senza fermarsi a quelle potenziali calcolare in base alla vanity metric dei follower (spesso falsificabile). Le impression reali sono determinate dal numero effettivo di persone che hanno visto un post e per determinare questa cifra dovrai verificare l’effettivo engagement ottenuto con ogni singolo post, anche in termini di condivisione.

Ma questo non basta, per essere preparato dovrai calcolare anche le impression potenziali, moltiplicando la media delle condivisioni social ottenuta dall’influencer in oggetto per il numero di follower medi di un utente comune (su Facebook questo numero si stima a 338).

Ad esempio, se la tua azienda ottiene un blog post brandizzato che viene condiviso su Facebook 10 volte, è necessario moltiplicare le condivisioni (ipotizziamo 10) per il numero medio di follower per utente (338). Aggiungete anche il seguito dell’influencer (stabiliamo 5.000) ed ecco che il blog post brandizzato ha la possibilità di avere 8.338 impression.

Per tradurlo in soldoni, quindi nel calcolo del ROI, dovrai utilizzare il valore di impression medio pari a 0,01 euro e moltiplicarlo per le impression effettive o potenziali.

 

Conversioni

Per misurare le conversioni dovrai concentrarti sulle azioni intraprese da un utente dopo aver visualizzato il post brandizzato dall’influencer. Queste azioni possono essere diverse: download, acquisti, compilazione di form e così via.

Per calcolare il tuo ROI dovrai innanzitutto comprendere il conversion rate, quindi il tasso di conversione registrato da un particolare link univoco e tracciabile fornito ad ogni singolo influencer coinvolto. Quanti lettori / impression ha avuto il post? E quanti di essi hanno completato compiendo l’azione desiderata? Dai un valore medio per conversione e sarà molto semplice calcolare il tuo ritorno dell’investimento.

 

Ma quanto costa il coinvolgimento di un influencer?

Non esiste un prezzo standard: ogni influencer ha il suo tariffario stabilito in base a diversi fattori. Quando ti troverai nella condizione di scegliere le persone da coinvolgere nella tua campagna, dovrai essere molto bravo a misurare quanto vale un suo post in media, non in ottica di costo, bensì di investimento. Per questo motivo il numero di follower non può e non deve essere l’unica metrica analizzabile quando si decidono le basi di una campagna. I seguaci si possono comprare o acquisire attraverso diversi trucchetti, l’engagement, l’autorevolezza e la reale influenza sui consumatori no.

In un mondo dove tutti pensano che basti l’apertura di un profilo Instagram per trasformarsi in Chiara Ferragni è necessaria una reale educazione digitale, in cui le aziende devono modificare il loro approccio ai social network. È meglio avere 5.000 follower reali ed in target al posto di 20.000 comprati o acquisiti attraverso BOT senza magari nemmeno aver attivato una targetizzazione di interessi. Questo perché l’influencer (o micro-influencer) con una fan base ad hoc ha maggiori possibilità di convertire i suoi lettori in lead e / o acquirenti diretti per il tuo e-commerce. Tienilo a mente nella tua prossima campagna di influencer marketing!


 

Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Il titolare del trattamento dei dati personali è Leevia S.r.l. ai sensi della presente Informativa privacy.

Voglio ricevere la Newsletter di Leevia S.r.l., a mezzo e-mail, anche mediante profilazione, come specificatamente indicato nell’Informativa privacy. Accetto i termini d'uso, incluso l'utilizzo dei cookie.


Potrebbe interessarti anche:

Summary
Vuoi misurare il successo della tua campagna di influencer marketing? Ecco come fare
Article Name
Vuoi misurare il successo della tua campagna di influencer marketing? Ecco come fare
Description
Saper misurare il tasso di conversione ed il ritorno dell'investimento di una campagna di influencer marketing è fondamentale per comprenderne il successo o l'insuccesso. Sempre più spesso ci si affida agli influencer Instagram basandosi solo sulla metrica dei follower, ad oggi non più così attendibile come una volta. Il numero è facilmente falsificabile attraverso numerosi strumenti, per questo è necessario tracciare i risultati per capire il reale andamento della campagna.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo