Condividi

Quando decidi di lavorare sul contest marketing hai obiettivi chiari? Hai già un’idea a proposito o brancoli nel buio? Ecco come definire gli snodi del tuo lavoro.

 

Quando si parla di contest marketing l’idea va alla strategia inbound marketing. Non è un caso perché questo strumento è decisivo per determinate realtà. Ma può farti trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te.

Non c’è pressione, non c’è interferenza tra le esigenze del pubblico e l’offerta che proponi: tu sei il contenuto che le persone cercano. Ed è proprio questo il focus:, qual è la strategia di content marketing da mettere in campo? Qui la parola passa a chi si occupa di quest’aspetto, e deve essere una persona (o un team) in grado di capire che non sempre il blog è la soluzione.

Nel funnel c’è spazio per tanto altro, non solo per la scrittura. C’è il video marketing che fa la differenza, così come la creazione di visual adeguati al compito e documenti di approfondimento per i prospect. Ma ciò che riguarda l’interazione con il pubblico è importante in questo percorso. Un esempio? Il contest marketing ha un peso in questa dinamica.

Cos’è il contest marketing: definizione

Con il termine contest marketing si indicano le tecniche per ottenere risultati strategici nella tua digital strategy attraverso il coinvolgimento attivo nel pubblico in quella fase decisionale che viene esaltata dall’idea stessa di social web.

In un web in cui c’è ancora grande staticità del contenuto (con un grande emittente che inocula la sua idea a un pubblico inattivo), il contest diventa una delle possibili evoluzioni per consentire al singolo di partecipare in modo attivo alla creazione di un’esperienza condivisa.

Chiaro, non è solo questo. Diverse piattaforme ormai hanno basato ogni aspetto della propria fortuna sull’interazione con l’utente, da Tripadvisor a Facebook è un continuo sviluppo di casi virtuosi di user generated content. Ma il principio è questo: come coinvolgi il pubblico? E come puoi ottenere vantaggi concreti da quest’attività? Scopriamolo insieme.

Perché le persone partecipano ai contest online

Fa parte della natura stessa della rete navigare verso il coinvolgimento del pubblico. Ma il perno del percorso riguarda l’individuo: di natura è partecipativo, curioso, proteso verso l’interazione. Le persone vogliono dare la propria opinione, la versione dei fatti. E non devi ignorare il concetto di gamification, la sfida per ottenere un obiettivo non per forza rilevante. Però si dà un valore preciso.

Il poter vincere qualcosa – un bene materiale, un badge, un riconoscimento, un titolo – dà la spinta giusta. D’altro canto si prospetta un problema opposto: in un web pieno di stimoli e richiami, i brand si adeguano alla condizione e congestionano i canali con sirene e richiami più o meno efficaci. Il tuo compito è chiaro: adeguare la strategia di inbound marketing e scegliere lo strumento giusto. Che, in qualche caso, riguarda proprio il contest marketing.

I vantaggi concreti del contest marketing

Perché investire sul contest marketing? Il motivo è chiaro: puoi ottenere dei benefici in termini di digital marketing, puoi ampliare la tua strategia inbound e raggiungere le persone giuste attraverso dei canali inesplorati fino a questo momento.

Come ben sai il ventaglio delle possibili azioni in termini di content marketing, il principale strumento a disposizione di chi vuole raggiungere e soddisfare il pubblico, è ampio. Però a volte bisogna andare oltre i canoni classici. Non basta informare, dare idee e suggerire dati. In qualche caso il pubblico vuole essere coinvolto. E i vantaggi del contest marketing sono chiari a tal proposito.

Lead generation

Una delle leve più interessanti ed efficaci. Il rapporto tra inbound strategy e coinvolgimento del pubblico si delinea attraverso il raggiungimento di un obiettivo chiaro: ottenere contatti profilati di persone interessate al prodotto o al servizio.

Il contest marketing definisce la sfida e un premio, l’utente interessato partecipa. Per farlo deve lasciare un’email che rappresenta l’elemento cardine della tua strategia. Potrai ricontattare in un secondo momento questa persona proponendo una serie di elementi legati al lead nurturing, rispettando le impostazioni legali ed evitando di diventare uno spammer.

Brand awareness

Fare in modo che il tuo marchio sia sempre più conosciuto e che venga percepito in modo da rispettare i tuoi valori. Presentarsi al pubblico è facile, assicurarsi che il tuo nome e la tua identità corrispondano a qualcosa di preciso no. Ecco perché la brand awareness deve essere sempre al centro delle tue attività online. E i contest possono aiutarti a fare centro.

Fidelizzazione del pubblico

Conosci un intento più importante? Beh, difficile fare una gerarchia in questi casi però la fidelizzazione del pubblico, con produzione di contenuti dedicati e aumento dell’engagement, è un fattore decisivo per chi vuole sfruttare finalità secondarie dell’inbound marketing.

Di sicuro guadagnare lead e inserirli in una lista profilata è il tuo cardine. Però c’è da dire che ci sono strade alternative che ti portano verso questa direzione. Il contest marketing si allinea alla strategia inbound grazie alla sua flessibilità nel raggiungere mete principali e secondarie. Il tutto con un monitoraggio completo di ciò che hai fatto e stai completando.

Idee di contest: come crearli e svilupparli?

Chiaro, può sembrare facile lavorare sulla circostanza che ti porta verso la creazione di una contest strategy. Però il nocciolo è sempre lo stesso: cosa devo creare per avere successo? In linea di massima la risposta la puoi trovare solo nel momento in cui hai inserito il contenuto contest nelle attività digital.

Fare un contest a caso, senza avere idea degli obiettivi e delle KPI da registrare, può essere un’idea fallimentare. Però è vero che prima di ogni schematizzazione delle attività può essere utile avere un quadro chiaro delle idee da sviluppare per inserire i contest nelle attività legate all’inbound marketing. Ecco qualche idea:

  • Video contest
  • Foto contest
  • Sondaggi
  • Indovina e vinci
  • Instant Win
  • Concorsi su Instagram

Quello che accomuna questi elementi è la difficoltà non solo creativa (devi inventarti sempre qualcosa di nuovo) ma anche quella legislativa. In Italia non puoi organizzare un contest di buon livello senza rispettare una serie di norme che potrebbero metterti in difficoltà. Che sia un giveaway contest o un instat win non fa differenza: per ottenere un vantaggio concreto devi muoverti nel miglior modo possibile. Sia da un punto di vista strategico che legale.

Inbound marketing e contest: la tua opinione

In questo articolo trovi una serie di indicazioni utili per sfruttare le logiche dell’inbound marketing attraverso la prospettiva del contest. Un mondo, quest’ultimo, non semplice da affrontare – soprattutto in Italia – ma che può dare grandi soddisfazioni. Perché rientra a pieno titolo nella logica di chi vuole dare all’utente il contenuto proprio quando serve. Senza interruzioni o forzature.

Un contenuto, però, che non riguarda l’informazione pura e semplice: per questo c’è il blog e funziona alla grande.

Il contest coinvolge, richiama l’attenzione, cerca l’engagement, premia e delizia il pubblico.

Lo porta verso le tue risorse e lo lega al brand. Questo è importante, non credi? Lascia nei commenti le tue idee.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla Newsletter ▸

Potrebbe interessarti anche:


Riassunto
Come inserire il contest marketing nella tua strategia inbound
Titolo Articolo
Come inserire il contest marketing nella tua strategia inbound
Descrizione
Il contest marketing ti può servire molto all'interno della tua strategia inbound, dalla raccolta dei lead alla fidelizzazione del pubblico. Ecco come fare
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore
Condividi