Chi sono gli influencer e come utilizzarli per la promozione di un concorso a premi

 

In campo digital marketing si sente sempre più spesso parlare della figura dell’influencer e, non a caso, l’influencer marketing è entrato nei social media trend previsti per l’anno 2018. Prima dell’avvento dei social network e del marketing digitale, le aziende che desideravano promuovere un prodotto, servizio o concorso a premi, si sono sempre rivolte agli uffici stampa, ovvero professionisti con il compito di inviare i vari comunicati alle testate giornalistiche, con l’obiettivo di aumentare la notorietà di un determinato marchio.

Gli uffici stampa esistono ancora ma, in un mondo quasi monopolizzato dall’informazione online, la figura dell’influencer ha preso sempre più piede, rendendola ad oggi un mezzo di comunicazione e promozione molto efficace.

L’influencer marketing conta introiti per circa 1 miliardo di dollari e si è talmente diffuso che, addirittura, vengono creati e promossi corsi professionali per diventarlo. Poiché di Chiara Ferragni ce n’è una e gli influencer reali non sono così tanti come si crede, è necessario che un’azienda sappia scegliere al meglio i propri partner di promozione, non solo in base al numero di follower, ma in base alla reale influenza in fase di acquisto o di partecipazione ad un evento o contest online.

 

Perché utilizzare gli influencer per promuovere un concorso a premi online

L’intervento di uno o più influencer per promuovere un concorso a premi è molto importante, in quanto queste figure fanno leva soprattutto sulle nuove generazioni. Ad oggi, i Millennials (i nati tra gli anni ’80 e la fine dei ’90) e la Generazione Z (nati tra il ’97 ed il 2010) sono la maggioranza della popolazione mondiale, di conseguenza quella con maggior potere di acquisto. La maggior parte delle campagne di marketing vengono studiate in base alle esigenze di questi target specifici e la figura dell’influencer fa leva soprattutto su queste due generazioni iper-connesse.

Qualsiasi azione, che sia di acquisto o di partecipazione ad un concorso o ad un evento, è influenzata dai social media e utilizzare una figura professionale in grado di dettare tendenze può essere una tra le chiavi del successo di una campagna.

 

Come usare gli influencer per promuovere un concorso a premi online

Far intervenire uno o più personaggi influenti per la promozione di un concorso a premi online, è certamente un’operazione delicata perché è necessario individuare le giuste persone rilevanti, in base al target e al settore di interesse. Quando si promuove un concorso a premi online, sfruttando strategie digitali, tradizionali e affidandosi a personaggi di rilievo, è necessario creare una coerenza nella comunicazione delle parti, il progetto ed il target di destinazione.

Si può procedere in due modi: cercando il contatto diretto con i personaggi di interesse o affidandosi a piattaforme dedicate.

La strada che spesso viene scelta è quella di ricercare in maniera autonoma gli influencer attraverso il quale attivare delle strategie di promozione. Il problema di base è che spesso ci si ferma ai soli numeri collezionati e, sappiamo benissimo, i follower si possono comprare a pacchetti (non è una pratica rara). I falsi influencer si possono smascherare proprio da questo: le vanity metrics non sono tutto e le conversioni non si misurano in numero di fan ad una Pagina Facebook e follower ad un profilo Instagram, bensì da altri fattori quali l’engagement rate, ovvero il grado di coinvolgimento dei seguaci, e il numero di conversazioni che ruotano intorno all’influencer che stiamo analizzando.

Per comprendere questi dati è sempre meglio utilizzare tool specifici come Moju, Sproutsocial o Upfluence, in grado di fornire diverse metriche importanti in fase di scelta della giusta persona veicolo di promozione, come le informazioni socio-demografiche relative allo stesso influencer e alla sua audience. Infatti, qualora un personaggio di spicco avesse tra i suoi follower il 90% di uomini e solo un 10% di donne, sarebbe inutile utilizzarlo per promuovere un concorso a premi relativo a prodotti di bellezza. Idem qualora l’influencer si occupasse per lo più di promuovere prodotti o servizi relativi al relax, non potrebbe essere utilizzato per condividere un concorso che si occupa di far conoscere articoli per sport estremi.

Per questo motivo è fondamentale non basarsi sulle sole vanity metrics quando si sceglie un influencer per promuovere un concorso a premi online, bensì è necessario approfondire tutto il mondo relativo allo stesso personaggio e al suo pubblico di riferimento.

In alternativa, come dicevamo poco sopra, esistono degli strumenti appositi come Buzzoole, che si occupano di tutta la campagna di influencer marketing: dall’analisi degli influencer, fino all’individuazione degli stessi, procedendo poi con il commissionare direttamente le pubblicazioni. Affidarsi a piattaforme complete di influencer marketing permette di evitare buchi nell’acqua nella promozione di un concorso a premi (ma anche di prodotti e servizi), trovando i giusti personaggi di rilievo in linea con il brand e con il pubblico che si intende raggiungere.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Potrebbe interessarti anche:

Summary
Come utilizzare l'influencer marketing per la promozione di concorsi a premi
Article Name
Come utilizzare l'influencer marketing per la promozione di concorsi a premi
Description
Utilizzare gli influencer per promuovere un concorso a premi online, può essere una buona strategia per il successo, l'importante è trovare i personaggi giusti per farlo. Le vanity metrics non sono l'unico fattore da analizzare quando si ricercano le giuste collaborazioni per promuovere un concorso, prodotto o servizio, bensì è necessario valutare una lunga serie di fattori con tool appositi, quali Moju, Sproutsocial o Buzzoole.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo