Condividi

Parliamo di user generated content, ovvero di contenuti creati dagli utenti. Ecco perché dovresti integrarli all’interno della tua social media strategy

Una recente ricerca dimostra che gli user generated content sono fondamentali per vendere di più. Lo studio condotto da TurnTo Networks, infatti, ritiene che le decisioni di acquisto del 90% dei consumatori vengono influenzate da questa tipologia di contenuto, molto più rispetto alle e-mail promozionali o ai risultati presenti nei motori di ricerca.

Ma facciamo un passo indietro e vediamo cosa sono gli user generated content.

Contenuti generati dagli utenti: cosa sono

Nel marketing, gli user generated content (noti anche come UGC o consumer generated content) stanno ad indicare dei contenuti correlati al tuo brand, creati da persone che non sono rappresentanti ufficiali della tua attività.

Può essere un post sui social media, una recensione, un video, un podcast o qualsiasi altra cosa. Se coinvolge il tuo marchio e non è stato creato da dipendenti o affiliati, si tratta di user generated content.

Cosa rende i contenuti generati dagli utenti così efficaci?

Sfortunatamente, aziende ed inserzionisti vengono considerati intrinsecamente inaffidabili. Il compito è quello di posizionare prodotti e servizi all’interno del mercato, mettendo in luce solo i punti positivi ed omettendo dettagli che potrebbero avere un impatto negativo sulle decisioni di acquisto.

Non dovrebbe quindi sorprenderci il dato emerso da diverse ricerche: oltre il 75% dei consumatori ritiene che gli annunci siano troppo esagerati e una persona su cinque rifiuta di prendere decisioni di acquisto di un prodotto solo basandosi sulla pubblicità.

Da questo si evince il perché gli UGC siano così efficaci. Non provengono dalle aziende o da servizi fotografici, ma sono creati spontaneamente dagli utenti che si sentono parte integrante di una community.

Secondo un’ulteriore ricerca, i due terzi dei consumatori affermano che gli user generated content creano un’esperienza di acquisto più autentica. Recensioni di prodotto, post Instagram, video di unboxing: tutte azioni, spesso volontarie, che aumentano la fiducia degli acquirenti o potenziali tali.

I consumatori, ad oggi, richiedono un’esperienza di acquisto più coinvolgente e gli UGC sono molto utili all’obiettivo, superando gli strumenti di marketing tradizionali nella creazione di fiducia e relazioni autentiche con i propri utenti. Ecco il motivo per cui è diventato oramai necessario incorporare i contenuti generati dagli utenti all’interno di ogni fase del funnel di conversione.

Ma come ottenere degli user generated content di qualità?

Compreso perché gli UGC sono importanti per le aziende, bisogna altresì capire come ottenere dei contenuti di qualità dai propri utenti.

Come dicevamo poco sopra, gli UGC non sono i contenuti prodotti da influencer a seguito di un compenso, ma gratuiti e creati spontaneamente dai membri della propria community di utenti. Ovviamente è possibile dare loro qualche incentivo, così da avere sempre contenuti freschi e di alta qualità da riproporre sui canali social e non solo.

Lancia una Instagram challenge

librini-ritrattini-challenge-instagram

Una challenge su Instagram è una sorta di sfida, che invita gli utenti a compiere determinate azioni per un lasso di tempo predefinito e seguendo un hashtag specifico.

Molto di moda sul social fotografico, oggi amato da oltre 1 miliardo di utenti, le challenge permettono ai follower di una data azienda di dimostrare l’appartenenza alla community, condividendo contenuti foto o Stories, a seconda dei temi definiti all’interno della challenge.

Queste tipologie di sfide non prevedono alcun premio come corrispettivo, quindi, seppur utili ai fini di creare engagement sulle pagine aziendali, non garantiscono contenuti di qualità da parte degli utenti.

Dimostrare l’appartenenza al brand

branded content ads

La generazione dei Millennials, quella sulla quale oggi si impostano la maggior parte delle strategie di marketing, sente l’esigenza di appartenere a qualcosa e di credere nei valori dei brand che seguono sul web o, più nello specifico, sui social network.

Creare dei contenuti per un marchio al quale si sentono legati fa sentire gli utenti appagati, soprattutto se l’azienda dedica uno slot al repost dei contenuti. Con questa sorta di premio simbolico, i membri della community si sentiranno sempre più incentivati a creare UGC.

Promuovi un contest online

KitchenAid contest

La creazione di un foto contest online o video contest è molto importante per ottenere user generated content di qualità. Mettere in palio un premio, siano coupon o altro di valore maggiore, incentiva gli utenti alla creazione e allo share di contenuti.

Per la creazione di UGC, i contest online sono certo un’ottima soluzione. Si tratta di un perfetto punto di incontro tra utenti ed aziende, portando ad una serie di vantaggi da entrambe le parti.

Di fatto, gli utenti hanno la possibilità di divenire brand ambassador, di sentirsi parte di una community e, aspetto da non sottovalutare, hanno l’opportunità di vincere uno o più premi messi in palio. Dal lato aziendale, invece, un concorso che mira ad ottenere UGC è un ottimo modo per migliorare l’engagement, rafforzare la brand awareness ed ottenere lead qualificati.

Se desideri lanciare un contest online per ottenere user generated content, non affidarti al caso.
In Leevia ti aiuteremo a realizzare la tua idea!

Riassunto
3 modi per stimolare la User generated content
Titolo Articolo
3 modi per stimolare la User generated content
Descrizione
Gli user generated content sono i contenuti generati, in maniera gratuita, dai consumatori ed utenti di un determinato marchio. Possono essere post sui social network, recensioni o video di unboxing: l'importante è che non provengano da persone che collaborano con un brand, come influencer o dipendenti, e che siano completamente spontanei. Proprio per loro stessa natura vengono considerati molto più affidabili di qualsiasi campagna marketing, ai fini di prendere una decisione di acquisto.
Autore
Editore
Leevia
Logo Editore
Condividi