Tre semplici step per la creazione di contenuti che funzionano sia sui social che su Google

 

Quanto volte ti è capitato di “versare sangue” per la produzione di un contenuto? Scrivi, modifica e riscrivi, fino al raggiungimento del tuo obiettivo. Pubblicando il tuo contenuto, però, qualcosa non è andato nel verso giusto: niente condivisioni, like sui social e commenti. Nessuno ne ha parlato e niente aumenti nel traffico del tuo sito web. Ti suona familiare?

Oggi ti spiegheremo quali sono i tre step per creare contenuti performanti sia per i social network, che per i motori di ricerca.

Come creare contenuti performanti per il tuo pubblico

Ottenere un buon rendimento in termini di ricerca Google e sui social network richiede la creazione di contenuti costanti, che siano molto di più di semplici parole su una pagina web. Devi scrivere ed ideare contenuti realmente utili per il tuo pubblico e l’unico modo per farlo è quello di seguire uno specifico piano editoriale.

Di seguito tre passaggi per creare contenuti performanti per i tuoi canali aziendali.

 

1. Identifica la tua audience

Immagina di chiacchierare con uno sconosciuto e subito dopo pensa di parlare con un amico. Quanto differirebbero le due conversazioni? Ovviamente di molto, perché cambierebbe il linguaggio utilizzato ed anche gli argomenti snocciolati. La stessa cosa vale per il content marketing: in base a chi sono le persone con cui “chiacchieriamo” dobbiamo comprendere che Tone of Voice utilizzare e quali tematiche trattare.

Identificare il tuo pubblico è il primo passo fondamentale per creare contenuti performanti, perché questi devono essere in grado di comunicare in modo chiaro e diretto con le tue buyer personas. Questo vuol dire che, se da un lato i tuoi contenuti possono funzionare bene con la tua nicchia, generalmente non performano con altri segmenti di pubblico.

Alla luce di questo potresti essere tentato di provare a creare contenuti adatti a tutti. Ecco, non farlo. Il problema di quando si producono contenuti troppo generalisti è quello di scadere nella mediocrità.

La chiave per definire la tua audience è di essere specifici e questo non significa soltanto scegliere una nicchia, bensì definire esattamente per chi si sta creando ogni singolo contenuto.

Ad esempio, un’impresa edile che si occupa della costruzione di abitazioni deve raggiungere il suo pubblico di potenziali clienti, ovvero persone alla ricerca di una casa. Ma questo non è abbastanza specifico, motivo per cui abbiamo bisogno di analizzare altri fattori.

Tanto per cominciare, la maggior parte dei costruttori hanno la necessità di raggiungere acquirenti privati in una determinata zona geografica. Ma quello che attira un giovane studente a Milano sarà sicuramente diverso da quello di cui ha bisogno una coppia a Bologna, quindi i tuoi contenuti dovranno essere targetizzati anche sulla base di questo criterio.

buyer personas

Andiamo ancor più nello specifico: il prezzo è un altro fattore di cui tenere conto. Il pubblico con budget pari a 900.000 Euro è significativamente diverso da coloro che hanno un limite di spesa pari a 150.000 Euro. E anche le tempistiche di costruzione sono un altro parametro da considerare: un costruttore di case “standard” e con personalizzazioni minime in genere si rivolge a coloro che cercano una casa nuova ed in fretta, mentre gli acquirenti che vogliono la casa dei sogni e su misura comprendono che le personalizzazioni e le modifiche richiedono tempistiche più lunghe.

Quindi, ipoteticamente, il costruttore che deve creare contenuti sul suo blog deve considerare:

  • la zona geografica di appartenenza;
  • il budget dei potenziali acquirenti;
  • le personalizzazioni e le tempistiche necessarie.

Conoscere tutti questi fattori ti consentirà di scrivere e produrre contenuti molto specifici ed il bello di questo approccio è che non tutti gli articoli o post devono mirare allo stesso pubblico.

Per esempio, potresti utilizzare i criteri di cui sopra per la redazione della maggior parte dei tuoi blog post, ma talvolta potresti aggiungere ulteriori criteri per avvicinarti ad un’audience ancor più specifica. Se i potenziali acquirenti della casa hanno qualche hobby particolare, sono in pensione o hanno figli che vivono con loro potrebbe essere l’ideale un focus sui servizi locali. Le persone più anziane o con esigenze mediche, allo stesso tempo, molto spesso scelgono un’abitazione vicino alle strutture di cui necessitano.

In linea generale, maggiori saranno le personalizzazioni di contenuti e la nicchia, migliore sarà il rendimento.

 

2. Scopri esattamente ciò di cui il tuo pubblico ha bisogno

Ora che sappiamo esattamente con chi stiamo cercando di comunicare, è giunto il momento di comprendere esattamente i loro bisogni e desideri.

Continuando con l’esempio precedente, sappiamo già che i nostri potenziali clienti desiderano acquistare una nuova casa e sappiamo già in che luogo, quanto sono disposti a spendere ed in quanto tempo hanno bisogno di trasferirsi. Utilizziamo ora alcuni dei criteri aggiuntivi che abbiamo delineato verso la fine del paragrafo e diciamo che ci stiamo rivolgendo ad un pubblico composto da famiglie giovani o di mezza età, con bambini piccoli, e la passione per le attività all’aria aperta.

Di cosa necessita questo pubblico al di là della casa ma ad essa strettamente correlata?

È quasi certo che abbiano bisogno di avere vicino una buona struttura scolastica per i propri figli e probabilmente ricercheranno un quartiere tranquillo dove i bambini possano giocare, magari con vicino qualche parchetto.

Quindi ora sappiamo chi è la nostra audience e che desidera una casa:

  • vicino ad una buona scuola;
  • in un quartiere sicuro e tranquillo;
  • situata nelle vicinanze di parchi od altre forme di divertimento per i bambini.

 

Individua i fattori aggiuntivi

Il passo finale è determinare cosa motiva il tuo pubblico, ovvero un criterio che puoi sfruttare per chiamare all’azione.

Sempre tornando all’esempio precedente, il focus in questo caso sarebbero i figli. E allora perché non creare degli articoli focalizzati sulle attività locali disponibili?

Ma questo non è l’unico criterio utilizzato nella decisione d’acquisto. Nel momento in cui una famiglia ricerca una casa su misura per le proprie aspettative, puoi puntare proprio sull’unicità della stessa e giocare sull’individualità delle persone.

Altri criteri aggiuntivi possono essere:

  • vicinanza alla famiglia d’origine;
  • necessità di privacy;
  • stabilità finanziaria od investimento;
  • esclusività;
  • efficienza energetica;
  • servizi locali.

Una lista che in realtà potrebbe essere infinita, ma che comunque fornisce l’idea di base che è quella di identificare quanti più parametri che si avvicinino alle esigenze del tuo pubblico. Più un contenuto è personalizzato e ritenuto in sintonia con le proprie esigenze, maggiori saranno le probabilità che i destinatari si immedesimino. Questo significa più condivisioni sui social network e link in entrata.

Ora è arrivato il momento di creare contenuti performanti

Finalmente siamo arrivati alla pratica, ovvero al punto di mettere nero su bianco tutto quello che abbiamo imparato oggi.

Ora che sei armato delle informazioni sulla tua audience, sui loro bisogni e criteri aggiuntivi, puoi iniziare a scrivere qualche titolo per i tuoi articoli. Ricordati sempre che non stai producendo contenuti solo sul tuo settore di appartenenza, ma devi concentrarti sui fattori che guidano le decisioni delle tue buyer personas.

L’idea è quella di colpire il tuo pubblico e portarli a leggere il tuo blog, per poi chiamarli all’azione con contenuti ben scritti, informativi ed accattivanti. Se giochi bene le tue carte, puoi perfino consapevolizzarli su parametri di acquisto che finora non avevano preso in considerazione, giocando così con la link building interna (molto utile per la SEO).

link building interna

Per creare contenuti performanti, anche i media sono efficaci. Utilizza le immagini o i video per suddividere i tuoi articoli in sezioni più facilmente leggibili, anche in termini di informazioni aggiuntive e contesto. Questo favorisce un’esperienza dell’utente positiva ed aiuta a tenerli incollati alla tua pagina web.

Ultimo consiglio che possiamo darti oggi è quello di giocare con le emozioni. I contenuti performanti sono quelli che le persone vogliono condividere con la propria rete, ecco perché devono essere emozionali e parlare lo stesso linguaggio dei tuoi utenti. Il modo migliore per incoraggiare le condivisioni o la link building è quello di connetterti alle tue buyer personas a livello emotivo e concentrarti proprio su quelli che sono i loro bisogni.

Può interessarti: Cinque idee per fare lead generation attraverso il content marketing


 

Iscriviti alla Newsletter ▸

 


 

Summary
Come creare contenuti performanti per Google ed i social network in tre semplici step
Article Name
Come creare contenuti performanti per Google ed i social network in tre semplici step
Description
Ottenere un buon rendimento in termini di ricerca Google e sui social network richiede la creazione di contenuti costanti, che siano molto di più di semplici parole su una pagina web. Devi scrivere ed ideare contenuti realmente utili, conoscendo bene il tuo pubblico, i suoi bisogni e necessità, oltre che diversi parametri utili a chiamate all'azione di impulso.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo