Bot su Instagram: come possiamo scoprire se un utente ne sta usando uno? E, soprattutto, come possiamo sfruttarlo anche a nostro vantaggio?

 

Come ben sappiamo Instagram, con i suoi 500 milioni di utenti attivi al giorno è uno dei social più in voga del momento. Per questo aziende, bloggers e aspiranti “instafamous” di tutto il mondo sono alla continua ricerca di nuovi metodi per accrescere il numero di likes ricevuti ad ogni foto e il numero di followers del profilo.
Uno di questi metodi, anzi al momento uno dei più efficaci in assoluto, è l’utilizzo di bot Instagram.

Cosa è un bot Instagram e a cosa serve?

Un bot Instagram è un software che può prendere in gestione un profilo Instagram automatizzandone alcune interazioni, lasciando così il tempo all’utilizzatore di concentrarsi sui contenuti e sulla gestione dei nuovi contatti.

Quali sono le azioni automatizzabili con un bot Instagram?

Le azioni automatizzabili con un bot Instagram sono quelle permesse dall’API di Instagram, ovvero principalmente: mettere o togliere un like, seguire o smettere di seguire un profilo, mettere o togliere un commento da una foto.
Lo scopo di un bot Instagram è quindi sostanzialmente quello di attirare l’attenzione di altri profili tramite l’automatizzazione delle azioni sopraelencate, facendo credere al ricevente che si tratti di interazioni genuine e auspicando in un like/follow/comment back.
Con un bot Instagram è spesso possibile automatizzare anche i direct e questa possibilità viene sfruttata da alcuni marketers per creare un secondo step di interazione con i profili di cui si è già attirata l’attenzione, cominciando una conversazione 1:1 .

Con che logiche funziona un bot Instagram?

Le logiche di interazione dei bot Instagram si basano su alcune informazioni dettate in fase di setup dall’utente, principalmente liste di hashtag e di profili simili a quelli dell’utente.

Quali sono i limiti di un bot Instagram?

Il più grande limite dei bot Instagram sta nella loro stessa natura: sono appunto dei software di automazione e funzionano senza un operatore umano a controllarne l’operato in tempo reale.
Può quindi capitare che un bot Instagram cominci a seguire profili “strani” o metta like a foto poco in linea coi gusti dell’utilizzatore.

Gli altri limiti dei bot sono perlopiù quelli orari imposti da Instagram, superati i quali si verrà bloccati per quell’azione specifica durante un lasso di tempo variabile che va da alcuni minuti a più infinito.

bot instagram blocco

Come sfruttare i bot altrui a proprio vantaggio

I bot degli altri possono essere sfruttati anche per i propri interessi, in particolare per ricevere like e commenti nei primissimi minuti di pubblicazione di una nuova foto, i più importanti per la sua indicizzazione.
Il segreto sta nell’individuare degli hashtag a tema parecchio “battuti” dai bot ed andare a inserire quegli hashtag nelle proprie foto, almeno per le prime ore di pubblicazione.
I like e i commenti che riceverete saranno falsi e i nuovi followers con tutta probabilità vi faranno unfollow il giorno successivo.
Tutto inutile? Non proprio, perché Instagram nel frattempo vedendo l’alto numero di interazioni ricevute dalla vostra foto e dal vostro profilo (soprattutto se da parte di profili “big”, che sono tra i maggiori fruitori dei bot) penserà che sia il caso di indicizzare il vostro contenuto e otterrà tanta visibilità in più.

Come scoprire se qualcuno usa un BOT?

C’è un piccolo trucco che uso per capire se qualcuno stia usando un bot: creare un nuovo profilo e seguire una sola persona, ovvero quella da monitorare. Come ricordiamo Instagram ci dà la possibilità di controllare le ultime interazioni fatte dalle persone che seguiamo; bene, sappiate che questa funzione è attiva anche se si segue un solo profilo.
Questo piccolo trucco può essere usato non solo con questo scopo, ma anche per scoprire le tecniche e strategie di instagram adottate dai migliori profili, dalle aziende competitrici o per stalkerare la/il propria/o ex.
Esistono poi un sacco di strumenti per monitorare i profili altrui, tra questi uno che utilizzo spesso è socialblade.com. Usare questo tipo di programmi può farci avere una visuale completa su quelle che sono le crescite e decrescite di un profilo. Questo tipo di strumento è molto utile per capire anche se qualcuno ha acquistato pacchetti di followers, oltre che aiutare a capire se il profilo usi bot o meno.

bot instagram foto1

Una volta scelto il proprio “strumento di analisi”, gli indicatori su cui basare le proprie osservazioni sono molteplici e si basano sulle logiche di funzionamento dei bot e sui loro limiti.
Nessuno di loro potrà farci sapere con certezza assoluta se qualcuno stia utilizzando questo tipo di servizio, ma in compenso possono aiutarci a dedurlo.

Ecco la lista di quelli che uso io:

Orari di attività del profilo —> Se mi accorgo che un profilo di una persona è attivo 24:7, probabilmente si tratterà di un bot. Tutti hanno bisogno di dormire ogni tanto!
Ratio Follower/Followed —> Un ratio followed/followers molto alto non necessariamente indica l’utilizzo di un bot, ma vedere un ratio di 1:60 può essere un buon indicatore per decidere di iniziare a indagare su un profilo e scoprire se stia usando questo tipo di servizio.

bot instagram foto2
Like a foto strane —> Vale quanto detto nell’esempio qui sopra: se vedete like su foto oscene da parte di profili verificati o “importanti”, allora probabilmente quel profilo sta usando un bot. Potete notare questa cosa visitando la sezione di Instagram dedicata alle interazioni (quella con l’icona a forma di cuore) e aprendo la vista dei “Followed”, dove potete vedere le attività dei profili che seguite.
Follow senza aver messo like nemmeno ad una foto —> Spesso, anzi spessissimo dopo aver fatto una qualche azione (come seguire un nuovo profilo) riceviamo nuovi followers che non interagiscono minimamente col nostro profilo né prima, né dopo il follow. Provate a segnarvi il nome di questi profili e vedrete che dopo qualche giorno saranno magicamente scomparsi dalla vostra lista followers. Questi sono follow/unfollow fatti da bot e molto spesso si ricevono dopo aver seguito un profilo popolare.

bot instagram follow no
Commenti generici —> Ogni volta che ricevo un commento come “awesome!”, “nice pic!”, stelline, cuoricini e altri commenti formati solo da emoticons, mi puzza di bot. A volte c’è anche chi fa copia-incolla di questi messaggi manualmente. Spesso questo genere di commento è scritto in inglese per abbracciare il pubblico più ampio possibile.

bot instagram commenti
Commenti del tipo “Che meraviglia la tua gallery!” senza aver messo un singolo like ad una qualche foto —> Vi è mai capitato di ricevere quel genere di commenti che esaltano la vostra gallery da parte di qualcuno che poi non ha messo un singolo like alle vostre foto, magari nemmeno a quella in cui ha postato il commento? Anche per questo genere di commenti vale quanto scritto sopra.
Followed che cambiano molto o di numero o di persone —> Normalmente i bot dopo un giorno (o qualche giorno al massimo) dal follow a una persona gli fanno anche il defollow. Tenere sotto controllo per qualche giorno i followed di un profilo può essere quindi un ottimo metodo per capire se possa stare usando un bot o meno: se c’è un ricambio di centinaia di persone al giorno quasi sicuramente lo sta usando.
Engagement molto molto molto alto —> Rispetto a quelli che comprano i pacchetti follower, che si ritrovano poi nella maggior parte dei casi ad avere fanbase a 5 cifre ed un engagement veramente infimo, chi usa un bot ha sempre un engagement stellare e un numero di likes/commenti sotto le foto che va ben oltre quello a cui potrebbero normalmente ambire con la loro base di follower.
Il messaggio “invia a molti” —> I direct fatti dai bot puzzano un po’ da messaggio “invia a tutti”. Se ricevete messaggi di questo genere da persone che non conoscete, potrebbe trattarsi di un bot.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Potrebbe interessarti anche:


Summary
Bot instagram: come scoprire gli utenti che li usano e come sfruttarli
Article Name
Bot instagram: come scoprire gli utenti che li usano e come sfruttarli
Description
I bot su Instagram sono molto diffusi, perché permettono di ottimizzare risorse e tempo e accrescere in poco tempo la propria fanbase e l'engagement, come scopriamo i profili che li usano e come possiamo sfruttarli a nostro vantaggio?
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo