Perchè le storie di Instagram sono uno strumento così potente in una social media strategy?

 

Instagram ha fatto il suo debutto nell’app store il 6 ottobre 2010 e ha sicuramente fatto molta strada fino ad oggi. Nato secondo il principio di semplice condivisione di foto rintracciabili attraverso gli hashtag, oggi si è trasformato in un’arena virtuale dove influencer, persone comuni e aziende, si sfidano a colpi di filtri, follow/unfollow e Instagram Stories.

Le storie Instagram piacciono: alcune ricerche hanno dimostrato che numerosi utenti non si interessano più al feed, ma entrano nell’app solo per guardare cosa fanno amici, conoscenti e aziende attraverso la funzionalità “copiata” a Snapchat.

Ma perché questa funzione Instagram piace così tanto?

Perché sfrutta l’evanescenza dei momenti, offrendo dei contenuti che durano solo 24 ore, facendo leva sull’urgenza di guardare prima che tutto sia svanito.

 

Instagram storie: l’importanza dei contenuti

Per comprendere l’importanza del visual content su Instagram, partiamo da un concetto base:

Se non hai nulla da dire stai zitto.

Un consiglio di vita generale facilmente applicabile ai social network, anche e soprattutto alle storie Instagram. Cosa significa? Ne abbiamo parlato in maniera approfondita all’interno della nostra guida Instagram marketing: sul social fotografico vince la qualità e chi ha davvero qualcosa da dire, per questo dovete diffidare da chi vi dice che, per sconfiggere l’algoritmo, è necessario pubblicare 4 volte al giorno e applicare chissà quali altri strani trucchetti.

Lo stesso concetto vale per le Stories: pubblicare senza senso e senza aver nulla da dire non serve, anzi, l’assenza di strategia e di qualità è un boomerang che può tornare indietro nuocendo alla credibilità aziendale.

 

Come si possono utilizzare le storie Instagram per promuovere un brand?

Ci sono molti obiettivi che si possono raggiungere con la creazione di Instagram Stories aziendali:

  • Promuovere particolari prodotti, servizi o novità;
  • Pubblicizzare promozioni esclusive dedicate ai soli fan più fedeli;
  • Mostrare i dietro alle quinte aziendali;
  • Promuovere nuovi contenuti web;
  • Ottenere feedback da parte degli utenti.

Andiamo a vedere qualche esempio di realizzazione.

Promozione di prodotti, servizi e novità

Lo storytelling è la chiave di volta per una promozione coinvolgente di prodotti/servizi aziendali. Il concetto è semplice: non essere autoreferenziali e concentrarsi sui benefici che il prodotto potrebbe avere per il cliente o potenziale tale e, in fase creativa, ragionare come utente.

Voi guardereste mai una storia Instagram dove un brand si loda e si imbroda spiegando quanto sono giovani, dinamici e leader nel settore?

Immagino che la risposta sia no, quindi trovate contenuti accattivanti che permettano di raccontarvi al vostro target di destinazione attraverso immagini, colori, emoticon, simboli e poche parole ma buone (date un’occhiata alle storie di Starbucks per capire cosa intendiamo).

Un altro modo per promuovere prodotti o servizi è quello di utilizzare le Instagram Stories per creare dei tutorial, grazie alla possibilità di scegliere la successione di foto e video. Per il settore fashion e make up potrebbe essere un’ottima modalità di promozione, mostrando come si crea un outfit completo o un particolare trucco.

Vendite esclusive dedicate ai follower più fedeli

Proprio perché i contenuti sono effimeri, si prestano bene per essere utilizzati come per fare leva sull’urgenza di visualizzazione.

La creazione di coupon sconto e promozioni esclusive da condividere solo attraverso le Instagram stories, può essere un’ottima strategia per implementare le visualizzazioni, migliorare le vendite e ottenere nuovi follower in target. Per mettere ancora più fretta e scatenare una sorta di competizione tra gli utenti, si può anche pensare di mettere un limite quantitativo al codice sconto proposto, dedicato solo a un ristretto numero di persone.

Behind the scenes

Chiara Ferragni e Fedez sono il caso più eclatante di dietro le quinte. Non c’è nulla da fare, o li ami o li odi… Il mondo è diviso a metà tra quelli che non si perdono una storia Instagram e quelli che non possono sopportare l’accoppiata (business?) #Ferragnez.

Sia la blogger imprenditrice, che il cantante più amato dalle ragazzine, sono dei veri e propri brand e dietro ad ogni spaccato della loro vita quotidiana c’è una precisa strategia. Mostrano uno stile di vita che tutti nel nostro inconscio vorremmo avere, ma che difficilmente avremo la possibilità di raggiungere. Hanno studiato entrambi il proprio target e, oltre a promuovere vestiti e tour, mostrano loro quello che vogliono vedere, ovvero quanto è “fico” lavorare viaggiando, possedere appartamenti splendidi, le vacanze alle Hawaii e così via.

Questo concetto si può applicare anche ad aziende più grandi per migliorare la percezione del marchio: riprendere gli uffici ed i dipendenti, mostrare cosa sta dietro ad un particolare concept o, ancora, far vedere il backstage degli eventi organizzati, sono solo alcune delle modalità da utilizzare. Scatenate la fantasia (sempre ragionando come utente).

Promozione di contenuti web

I profili verificati possono portare ad un sito web direttamente dalle storie Instagram ma, poiché non tutti hanno verificato il profilo, si può comunque utilizzare questo strumento per promuovere i contenuti del blog. In che modo? Sempre sfruttando la sequenzialità delle storie, riassumendo in maniera concettuale i vari paragrafi di un blogpost.

Noi di Leevia, ad esempio, le utilizziamo per dare un’identità grafica alla nostra Weekly Marketing Recap, riassumendo così i concetti chiave contenuti nell’articolo.

Ottenere feedback

La possibilità di ottenere feedback da parte degli utenti è migliorata notevolmente grazie all’introduzione dei sondaggi. Con questa nuova feature sarà molto più semplice chiedere opinioni ai vostri stessi clienti in merito a prodotti, servizi o eventuali novità. La costruzione di un sondaggio sulle Instagram stories è molto semplice: è sufficiente impostare una domanda e due opzioni di risposta. Ogniqualvolta che20 un utente risponderà alla vostra domanda vedrete l’aggiornamento in tempo reale dell’andamento del vostro sondaggio.

Mettere gli utenti al centro, dando importanza alla loro opinione, li farà sentire parte integrante di una community e questo è fondamentale per ottenere un alto tasso di visualizzazioni delle vostre storie.

 

Ma le Instagram Stories per le aziende funzionano davvero?

Certo che sì (se ben fatte)! Proprio perché piacciono e ottengono molte visualizzazioni, il social network fotografico, ha introdotto le Instagram Stories Ads. Zuckerberg ha così permesso alle aziende di raggiungere un pubblico sempre più ampio e in target, mostrandosi sempre attento e vigile alle esigenze dei brand.

Ora che vi abbiamo raccontato come sfruttare le Instagram Stories all’interno di una digital strategy, non dimenticate di sperimentare e analizzare i risultati ottenuti grazie agli Instagram Analytics, disponibili anche per le storie.


Se hai trovato questo articolo interessante, iscriviti alla nostra Newsletter!


Potrebbe interessarti anche:

Summary
Storie Instagram: come e perché sfruttarle in una strategia digitale
Article Name
Storie Instagram: come e perché sfruttarle in una strategia digitale
Description
Le storie Instagram sono sempre più popolari e stanno raggiungendo un numero sempre più alto di visualizzazioni. All'interno dell'articolo vi spieghiamo come e perché utilizzarle in una strategia completa di social media marketing.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo