Targeting, profilazione, analisi: i passaggi fondamentali per la lead generation con un contest on-line

Uno dei vantaggi più importanti quando si organizza un contest online per la lead generation è sicuramente quello di poter ottenere, alla chiusura dello stesso, un database profilato di utenti potenzialmente interessati al nostro prodotto/servizio da (ri)contattare per future azioni di marketing.

Come sempre, quando si lavora on-line, è importante però definire una strategia in anticipo, individuando i KPI e tutte le metriche necessarie per valutare, a chiusura della campagna, il ritorno dell’investimento e quindi stabilirne il successo o l’insuccesso.

Uno dei KPI più importanti (se non il più importante) quando si parla di contest online è senza dubbio il numero di lead raccolti e la loro qualità, che può essere valutata con diversi metodi, anche se il più semplice e comune è naturalmente quello del Sales Convertion Rate.

Sales Conversion Rate = Lead che hanno acquistato / Lead totali raccolti x 100

L’arco di tempo nel quale un lead si può trasformare in Customer può variare molto a seconda del tipo di prodotto/servizio o delle azioni che l’azienda deciderà di compiere per convertire i lead raccolti (funnel di email, contatto diretto, invio di coupon o sconti, etc.).

Questo numero comunque determina nella maggior parte dei casi il successo di una campagna di marketing online, anche se non è sempre così semplice da ottenere, viste le tantissime variabili in gioco e le diverse forme che la conversione può assumere.

Per questo si procede spesso ad una valutazione più “empirica”, dividendo i Lead in Hot Lead e Cold Lead, a seconda di alcuni parametri che possono essere impostati con la profilazione.

Facciamo un esempio: uno dei foto contest attualmente in atto sulla piattaforma Leevia è quello di Vetoquinol, dedicato ad un particolare mangime per cani che previene e aiuta a corregge problemi articolari molto diffusi negli animali domestici come cani e gatti.

Il target di riferimento dell’azienda sono quindi i proprietari di cani e gatti che soffrono di questo particolare problema. Naturalmente questa nicchia è davvero impossibile da rintracciare con un targeting classico sulle principali piattaforme pubblicitarie. Da qui l’idea del foto contest #UnFisicoBestiale che prevede, per poter partecipare, l’obbligo di mostrare nella foto il padrone con il proprio amico a quattro zampe.

Gli utenti che caricano una foto per partecipare al contest dovranno quindi rispondere ad una semplice domanda: “Il tuo animale soffre di osteoartrosi?”.

In questo caso i lead raccolti possono essere individuati esattamente come Hot Lead in caso di risposta positiva e come Cold Lead in caso di risposta negativa. Perché non è detto che un animale giovane e sano non possa aver bisogno di questo particolare mangime tra qualche anno, ma sicuramente le possibilità di conversione sono molto più ampie se si considerano gli animali che già presentano questo problema.

Questo esempio ci porta quindi ad una prima analisi su come raccogliere lead di qualità:

  • Individuate per il vostro contest online un tema che sia in linea con gli interessi specifici del vostro target;
  • Il tema deve essere anche quanto più aderente possibile al vostro business, al prodotto che volete promuovere e/o alla vostra Brand Identity;
  • Stesso discorso vale per il premio in palio: deve essere attraente, ma dovrebbe attrarre i vostri potenziali clienti, quindi, se vendete macchine sportive, non mettete in palio un week end alle terme!

La profilazione dei lead

La profilazione dei lead è sicuramente uno degli aspetti più importanti da decidere prima di avviare un contest online. La piattaforma Leevia consente di personalizzare i campi obbligatori e facoltativi da chiedere agli utenti, dando la possibilità di prenderne diversi direttamente dai loro profili social, grazie al social login.

In ogni caso, comunque, è fondamentale resistere alla tentazione di richiedere troppi dati agli utenti, soprattutto se devono essere inseriti a mano. Questo per due motivi fondamentali:

  1. Gli utenti percepiscono come un’invasione della propria privacy il fatto che un’azienda richieda loro troppe informazioni, soprattutto se si tratta di dati personali che esulano da quelli “classici” come nome-cognome-mail;
  2. La maggior parte del traffico internet sui contest online arriva ormai da dispositivi mobili, la compilazione dei campi di un form è quindi meno agevole e veloce di quanto non sia da desktop.

La scelta dei campi obbligatori da inserire è quindi di cruciale importanza e deve essere ponderata tra le esigenze di profilazione e il rispetto dell’utente.

L’importanza della piattaforma utilizzata per creare un contest online

Come avrete già intuito in questo processo di lead generation è cruciale la scelta della piattaforma che utilizzerete per creare il vostro contest. Ecco quindi l’elenco delle caratteristiche essenziali che una piattaforma per Contest Online deve avere:

  • Possibilità di personalizzare i campi di profilazione da richiedere all’utente;
  • Possibilità di inserire per l’utente in fase di registrazione i social login con i principali social network;
  • Possibilità di analisi avanzata dei dati durante tutte le fasi del contest;
  • Possibilità di scaricare i dati a fine campagna in un foglio di calcolo con i diversi campi ordinati in colonne.

La scelta della piattaforma utilizzata per indire un contest online risulta quindi cruciale. Leevia possiede tutte queste caratteristiche e molte altre, che offrono vantaggi concreti per la creazione di un Contest Online.


Se vuoi approfondire o ti servono più informazioni, contattaci senza problemi e metteremo a tua disposizione un consulente!

Richiedi una demo gratuita ▸


Potrebbero interessarti anche questi post: