Le 4 cose che (forse) non sapete sui contest su Facebook

L’organizzazione di un concorso su Facebook prevede il rispetto di alcune semplici regole che permettono il successo (quasi) assicurato. Una regola fondamentale è quella del rispetto della normativa italiana vigente in materia di contest su Facebook e sui social network in generale.

Ripassiamo tutti i passaggi da seguire:

  • Redazione di un Regolamento idoneo al vostro concorso Facebook;
  • Versamento di una cauzione a garanzia che verrà restituita entro 180 giorni dal termine del concorso;
  • Comunicazione dell’intenzione di svolgimento del concorso a premi al Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Redazione da parte di un notaio o di un funzionario della Camera di Commercio del Verbale di chiusura ed assegnazione premi.

Rispettare questi semplici step eviterà al brand promotore del concorso su Facebook di incappare in multe molto salate. Ricordiamo che esse possono partire da un minimo di 1.000 euro fino ad un massimo di 500.000 euro.

Per approfondire tutto ciò che concerne la normativa italiana vigente sui concorsi a premi online, vi consigliamo di leggere il nostro precedente post Guida completa alla normativa per la creazione di un contest online.

Le 4 cose che devi sapere per organizzare un concorso su Facebook

Oltre alla normativa italiana ci sono altre cose che è necessario conoscere prima di organizzare un concorso su Facebook e sui social network in generale. Andiamo a vederle in seguito.

1. I vantaggi dei contest Facebook

L’organizzazione di contest fotografici su Facebook, ma anche video, quiz e concorsi a premi in generale, porta innumerevoli vantaggi al brand promotore degli stessi.

Nello specifico possono essere:

  • Incremento della brand awareness;
  • Operazioni di Lead Generation;
  • Raccolta di User Generated Content (UGC) da integrare nella social strategy;
  • Aumento dell’engagement e miglioramento del sentiment nei confronti dell’azienda promotrice;
  • Creare interesse nei confronti di un determinato prodotto, servizio o evento.

Per quanto concerne la creazione di interesse intorno ad un determinato evento, vi parliamo della case study di Linkem che ha creato una catena di concorsi suddivisa in 4 fasi differenti.

Il Rush and Win e i 2 contest fotografici hanno portato all’azienda i seguenti risultati:

  • 131.350 utenti unici;
  • 400.000 visualizzazioni organiche sui social network;
  • 13.000 interazioni su Facebook;
  • 2.145 lead profilati.

2. Importanza dell’hashtag dedicato

Quando si organizza un contest su Facebook, Instagram e Twitter, è molto importante creare un hashtag dedicato per la raccolta di tutti i contenuti.

L’hashtag dedicato deve avere 2 caratteristiche principali:

  • Deve essere accattivante di modo che gli utenti si sentano incuriositi ad informarsi;
  • Deve essere semplice da ricordare.

Avere un hashtag per l’occasione è fondamentale per tenere monitorati i contenuti prodotti dagli utenti, di modo da favorire il repost sui canali social aziendali.

La raccolta di User Generated Content è una pratica che permette ai brand promotori di un contest su Facebook di far sì che siano gli utenti a parlare per loro.

Il passaparola in rete è molto veloce e se gli utenti parlano bene e partecipano in massa ad un concorso a premi di un determinato brand, è facile che molti dei loro contatti faranno altrettanto. In questo modo viene incentivata la viralità del concorso a premi di una determinata azienda.

3. Contest su Facebook senza avvalersi di una piattaforma

Quando si organizza un concorso Facebook e si mette un premio in palio dal valore economico superiore a quello di pochi euro, è necessario avvalersi di una piattaforma esterna.

I concorsi a premi svolti esclusivamente su Facebook, oltre ad essere illegali, spesso vanno contro la policy dello stesso social network.

Le linee guida dei social, infatti, vietano azioni come commenti, like, reaction, check in e tag come fee di accesso ad un concorso.

Inoltre, quando un’azienda mette in palio un premio di valore economico superiore a pochi euro, rientra in automatico nella normativa vigente in Italia sui concorsi a premi, ed è quindi necessario che i server di raccolta dati siano posizionati su suolo italiano. È possibile che i server siano posizionati all’estero, ma in questo caso è d’obbligo un sistema di mirroring che permetta la comunicazione in tempo reale a server italiani, dei dati sensibili inseriti dagli utenti.

4. Idea e premio del concorso Facebook

Per organizzare un concorso su Facebook di successo è necessario avere un’idea vincente e mettere in palio uno o più premi che siano incentivanti per gli utenti. Non esiste una formula magica che determini l’idea ed il tema che permetteranno ad un contest su Facebook di diventare virale, ma una cosa è certa: gli utenti cercano il coinvolgimento emotivo.

Per coinvolgimento emotivo ci si rifà a quelli che sono i principi del neuromarketing, ovvero la disciplina che studia i comportamenti di acquisto inconsci dei consumatori.

Questa tecnica è applicabile anche ai contest fotografici su Facebook e su tutti i social network: la richiesta di condividere ricordi legati a particolari momenti di felicità e serenità aiutano notevolmente la partecipazione. Via libera quindi a concorsi legati a momenti di convivialità, alle vacanze estive, al Natale e così via.

Per quanto riguarda i premi, è ovvio che la motivazione principale per la quale gli utenti partecipano ai concorsi a premi è la possibilità di vincere un qualcosa di sfizioso e di un valore economico medio-alto. La vincita di una shopping bag brandizzata o di una tuta, di sicuro non otterrebbe lo stesso successo di partecipazione di un concorso con premio in palio un PC ultimo modello o un weekend al mare.


Leevia è la prima piattaforma italiana che può aiutarti e sostenerti in ognuno dei 4 passi sopra citati e rendere il tuo prossimo Contest Online un sicuro successo.

Scopri di più ▸