Organizzazione concorsi a premi: tutti i passaggi fondamentali da seguire

 

Organizzazione concorsi a premi non significa soltanto rispettare tutti i passaggi richiesti dal DPR del 26 ottobre 2001/430 e nel rispetto delle policy dei social network, bensì è necessario seguire alcune tips pratiche che ne decreteranno il successo. I concorsi a premi online, infatti, richiedono alcune accortezze per far sì che ci sia un ottimo coinvolgimento da parte della fanbase e da parte di nuovi lead, tra cui la creatività, i premi e la promozione. Andiamo a vederli nel dettaglio.

 

Concorsi a premi: i consigli per il successo

I concorsi online sono fondamentali per raggiungere degli obiettivi inseriti in una strategia di digital marketing a 360 gradi. Non a caso, sono uno strumento vincente per acquisire lead, promuovere nuovi prodotti o servizi, fare brand awareness e creare engagement sui social network (sempre più difficile da quando è nuovamente cambiato l’algoritmo Facebook e Instagram). In ultimo, ma non certo per importanza, l’organizzazione concorsi a premi permette di impostare una strategia di content marketing in collaborazione con gli utenti, grazie ai cosiddetti User Generated Content.

Per raggiungere obiettivi così importanti in una strategia di marketing, attraverso l’ideazione di operazioni a premio, è necessario prima di tutto essere informati su quanto richiesto dalla legge italiana. Infatti, per la creazione di concorsi a premi online è necessario prima di tutto redigere un Regolamento ufficiale, effettuare un versamento a cauzione, comunicare l’inizio dello svolgimento al Ministero dello Sviluppo Economico attraverso la compilazione del modulo PREMA Online e, infine, contattare un notaio o un funzionario della Camera di Commercio.

Per approfondire leggi: concorsi a premi normativa.

Per l’organizzazione di concorsi a premi, però, avere degli obiettivi definiti di marketing e rispettare la normativa non è sufficiente. Infatti, è necessario possedere tre caratteristiche che rendono irresistibile l’operazione a premio agli occhi degli utenti: creatività, premio e promozione.

Creatività

La fase creativa è quella che permette l’ideazione di un concorso a premi. Per far sì che esso abbia successo, è necessario avere una buona idea, originale ma, allo stesso tempo, semplice da realizzare per gli utenti. L’impegno richiesto ai potenziali partecipanti deve essere commisurato al valore percepito del premio e, in ogni caso, non deve richiedere sforzi troppo grandi.

Facciamo un esempio pratico: un brand di articoli sportivi decide di organizzare un fotocontest in cui l’obiettivo è quello di promuovere un prodotto appena lanciato sul mercato. L’idea creativa e originale potrebbe essere quella di lanciare un concorso a premi in cui richiedere agli utenti lo scatto di una fotografia dell’alba vista dal luogo più bello in cui si dedicano alle attività sportive. L’idea è sicuramente originale, ma… C’è un ma.

Il fotocontest, così organizzato, non riceverebbe grandissima partecipazione o magari sì, ma potrebbe andare a toccare una fetta più ampia di pubblico se soltanto non ci fosse la restrizione della “foto all’alba”. Se il concorso a premi fosse semplicemente “scatta la foto del luogo più bello in cui fai sport” sicuramente riceverebbe una maggior partecipazione, perché diciamolo, quanti si sveglierebbero all’alba solo per partecipare ad un concorso fotografico?

Quindi va bene essere creativi ma, in fase strategica, puntate ad un idea semplice e facilmente realizzabile da un’ampia fetta di pubblico.

Premio

Quando si pensa all’organizzazione di concorsi a premi è necessario trovare uno o più premi che, al tempo stesso, siano in linea con i valori del brand, avere un reale valore per la community e essere attraenti per i potenziali partecipanti. La pertinenza è importante quando si vanno a definire i premi da mettere in palio, per questo è importante trovare il giusto compromesso tra valori aziendali e gusti del target di destinazione. Ad esempio, se un’agenzia viaggi decide di lanciare un contest fotografico, il premio allettante e pertinente sarà sicuramente un soggiorno per due persone in una bella località turistica.

Se la stessa agenzia viaggi mettesse in palio una TV 49 pollici, sarebbe comunque un premio invitante ma andrebbe contro la regola della pertinenza, finendo con il confondere gli utenti relativamente alla mission aziendale e senza dare un valore concreto alla community. Ci sarebbe sicuramente engagement, ma quanti sarebbero i nuovi lead realmente interessati ai prodotti/servizi offerti? Certamente pochi.

Promozione

Dopo premio e pertinenza arriviamo alla terza P dei concorsi a premi online: la promozione. I nuovi media permettono lo studio di strategie sempre più all’avanguardia di promozione per favorire la viralità di un determinato contenuto.

Oltre all’ADV a pagamento sui social network (diventata fondamentale per ottenere alti risultati di engagement) e ai canali tradizionali come TV e giornali, un buon metodo di promozione di un’operazione a premio è quello di rivolgersi ad influencer del settore.  Attenzione: essere influencer non significa avere tanti follower su Instagram, bensì avere una community strutturata che interagisce e che si fida. A comprare follower per scrivere la parolina magica in bio sono bravi tutti, ma quanti hanno realmente interazioni e riscontro? Forse la metà di quelli che si dichiarano tali.

Per scegliere le persone giuste con le quali collaborare per la promozione del vostro concorso a premi online è necessario fare un lavoro di scrematura sia manuale, che grazie all’utilizzo di tool come Moju, Buzzoole, Sproutsocial e Upfluencer. Ne parliamo meglio nel nostro articolo dedicato agli influencer Instagram.

 

Organizzazione concorsi a premi online: cosa non fare assolutamente

  • Pensare di organizzare un contest a premi senza rispettare la normativa italiana: le sanzioni sono molto pesanti;
  • Lanciare un concorso troppo difficile e con troppi passaggi per l’utente: evviva la semplicità;
  • Coinvolgere influencer solo per i loro numeri senza verificare il reale valore che potrebbero portare all’azienda;
  • Mettere in palio premi poco invitanti e non pertinenti.

Per evitare errori che potrebbero costare cari alla vostra strategia di marketing, Leevia può aiutarvi!

Prenota una call ▸

Potrebbe interessarti anche:

Summary
Come organizzare un concorso a premi?
Article Name
Come organizzare un concorso a premi?
Description
Alcune tips pratiche che vi aiuteranno a determinare il successo del vostro concorso a premi: - Rispettare la normativa - Fissare degli obiettivi di marketing e definirli con dei KPI - Come utilizzare la creatività - Come scegliere i premi - Come promuovere il concorso a premi
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo